ALIVE – STORIE DI SOPRAVVISSUTI/ Puntata 21 giugno: Angelo Licursi e il terremoto in Molise. Il salvataggio di Omar DAmore

- La Redazione

Stasera su Retequattro Vincenzo Venuto conduce una nuova puntata di Alive.Verrà ascoltata la testimonianza del bimbo sopravvissuto al crollo della scuola a Gravina di Puglia dopo il sisma

vincenzo_venuto_439
Vincenzo Venuto

Torna questa sera, venerdì 21 giugno alle ore 21.10 su Rete 4 un nuovo appuntamento di Alive, storie di sopravvissuti, condotto da Vincenzo Venuto. Al centro della puntata ci sarà lemozionante testimonianza di Angelo Licursi, ultimo bambino estratto vivo dalle macerie della scuola di San Giuliano di Puglia. Angelo torna a quel tragico 31 ottobre 2002 quando, alle 11.32 del mattino, un terremoto fa crollare l’istituto “Francesco Jovine” del paesino della provincia di Campobasso e causa la morte di 27 bambini e una mastra e il ferimento di altre 35 persone. Il giovane racconta quelle estenuanti e lunghissime 20 ore in cui lui è rimasto sotto le macerie con la speranza che i soccorritori lo trovassero per essere tratto in salvo. E non solo, perché grazie al suo contributo e alle indicazioni date, anche un suo compagno è uscito vivo dalle rovine. Angelo racconterà anche i dettagli della lunga riabilitazione che gli ha permesso di abbandonare la sedia a rotelle e di tornare alla sua vita normale: oggi fa il dj e organizza le feste.

Il programma, a cura di Simona Ercolani, si soffermerà anche sul caso della donna salvata da un rogo e quello di un centauro sopravvissuto alla schianto dellelicottero di soccorso. Maria Santa Calì ripercorre gli attimi vissuti dopo lincendio causato da unauto a gpl che, il 4 settembre 2012, a Gravina, lha intrappolata allinterno del suo negozio di fotografia.

Attimi concitati, ricorda la donna, esplosioni, fumo, fiamme, la paura di non farcela, gli istanti della propria vita che, come in un film, ti attraversano la mente e poi, il miracolo: lintervento dei pompieri, provvidenziale. I suoi eroi lhanno salvata e con lei anche un prezioso album del marito.

Qualche mese prima, il 22 luglio 2012 Omar D’Amore, barista, centauro di 33 anni si trova a percorrere le strade della Valtellina e perde il controllo del mezzo, venendo sbalzato in una scarpata di 90 metri. A Morbegno arriva un elicottero del 118, di rientro da un’altra operazione: il pilota Augusto Stazzonelli e l’assistente di volo Stefano Turetta decidono di intervenire, facendo scendere gli operatori sanitari. L’elicottero si alza in volo per il rifornimento, ma qualcosa va storto: urta contro alcuni cavi e precipita. Né l’equipe medica, né il ferito vengono colpiti. Si salvano anche Stazzonelli e Turetta. Un salvataggio nel salvataggio. Storie incredibili con un lieto fine per tutti i protagonisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori