ANIMALS UNITED/ Il film danimazione dove gli animali lottano contro gli uomini per la natura. La trama

- La Redazione

Questa sera, sabato 22 giugno, va in onda in prima visione televisiva il film Animals United, tratto dal libro di Erich Kastner La Conferenza degli animali

Animas-United
Animals United

Questa sera, sabato 22 giugno, va in onda in prima visione televisiva alle ore 21.05 su Italia 1 Animals United. Il film è stato prodotto nel 2010 dalla RothKirch Cartoon Film, una casa di produzione tedesca, diretto da Reinhard Klooss insieme a Holger Tappe per una durata complessiva di circa 1 ora e 33 minuti. La pellicola dovrà fronteggiate dei competitor molto agguerriti a partire da Rai Uno dove viene mandata in onda la telecronaca del match di calcio tra Italia e Brasile, valido per la Confederations Cup 2013. Su Rai Due viene trasmesso il film giallo, In fuga per mia figlia. Su Rai Tre è in programmazione il film commedia Ieri, oggi e domani, diretto da Vittorio De Sica. Su Rete 4 spazio alle risate e al divertimento del film Polziotto Super Più con Terence Hill. Su Canale 5 viene trasmesso il film drammatico Via col vento, mentre su La7 viene trasmessa la puntata di In onda con Luca Telese e Nicola Porro.

Ecco la trama di Animals United, tratto dal libro di Erich Kastner La Conferenza degli animali. Ci troviamo in una piccola foresta nelle distese del Botswana, dove vive una popolazione particolarmente felice. Tra i personaggi più influenti di questa piccola comunità e al tempo stesso tra i più bizzarri, cè Billy una mangusta che, nonostante abbia sulla proprie spalle una famiglia piuttosto numerosa a cui badare, si mostra essere un padre snaturato, molto immaturo e che si interessa a situazioni effimere, che non sono certamente da prendere in considerazione per il benessere dei propri figli e più in generale di tutti gli altri abitanti. Poi cè il leone di nome Socrates, che non a caso porta il nome di un filosofo e che sovente, invece, di risolvere le questione con lutilizzo della forza come dovrebbe essere nella propria natura, è più adatto a farlo con luso della parola, con larte delloratoria, trovando sempre le parole giuste per poter appianare dissidi, discussioni e quantaltro.

Il loro villaggio, ubicato in una zona geografica in cui il problema dellacqua è sempre piuttosto centrale, è in febbricitante attesa dellarrivo della piena del fiume che lambisce in lontananza la loro terra. I giorni passano e non solo non piove praticamente da secoli, ma della tanto attesa acqua non cè alcuna traccia gettando la maggior parte della popolazione nel terrore e nello sconforto. Infatti, è universalmente risaputo che senza acqua non ci può essere vita e quindi qualora il corso del fiume dovesse continuare a restare secco, il loro futuro e quello del loro villaggio è in forte pericolo. Dopo diverse riunioni, gli animali decidono di fare qualcosa per porre rimedio alla situazione che si è venuta a creare e a farlo molto in fretta, anche perché tutti i vari sostentamenti stanno finendo.

La soluzione sembra essere quella di mandare una sorta di spedizione risalendo il fiume per capire cosa sia accaduto e quindi porre rimedio. Si offrono volontari per questo lungo e importantissimo viaggio Billy e l’amico Socrates, armati di tanta buona volontà e speranza. Il viaggio come detto sarà lungo, nel corso del quale si imbatteranno in tanti altri piccoli villaggi affetti dallo steso tipo di problema e che quindi si uniranno alla loro impresa. In particolare lungo le varie tappe disseminate nel percorso intrapreso, Billy e Socrates vedranno unirsi a loro Angie, una coraggiosa elefantessa, Gisella, una giraffa molto decisa e pronta a tutto pur di centrare l’obiettivo prefisso, il gallo Charles, una coppia di tartarughe innamorate ormai da secoli, Diablo il diavolo della Tasmania, l’orso Sushi e tanti altri. 

Il folto gruppo di compagni di avventura, arrivati all’inizio del fiume si rendono come il problema sia stato recato loro dall’opera dell’uomo e in particolare dalla costruzione di una diga che non consente all’acqua di avere il proprio naturale corso, restando imprigionata. Inizierà così una dura battaglia contro alcuni uomini che vedrà il gruppo di amici in estrema difficoltà, ma comunque in grado di avere la meglio grazie al fatto di lottare per una giusta causa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori