LE IENE SHOW/ Video: il Ministro Lorenzin e la campagna contro le slot machine. Puntata 2 giugno 2013

- La Redazione

Ieri sera, domenica 2 giugno, è andata in onda l’ultima puntata stagionale de Le Iene Show, la trasmissione di Italia 1 condotta da Ilary Blasi e Teo Mammucari

iene-show
Ilary Blasi e Teo Mammucari - Infophoto

Lultima puntata stagionale della trasmissione Le Iene show, in onda domenica 2 giugno, condotta da Ilary Blasi e Teo Mammuccari ha proposto diverse tematiche a partire dallo spot anti slot consegnato alla Ministro Lorenzin, il caso della misteriosa morte di Giuseppe Uva, il produttore di film che offre parti nei propri film in cambio di prestazioni sessuali, l’utilizzo del metodo Stamina per la cura di bambini affetti da patologie particolari e tanto altro ancora. Il primo servizio realizzato dalla iena Nadia Toffia parla del caso di una madre e della propria figlia che hanno deciso di abitare nel proprio appartamento con 60 gatti. Ovviamente questo crea enormi disagi anche ai vicini di casi che stanno cercando di far ragionare in qualsiasi modo le due donne arrivando anche a proporre loro un pezzo di terreno dover poter accudire i loro gatti ma niente da fare. Linviata fa notare anche le condizioni in cui vivono le due donne, poco igieniche visto anche il forte odore che gli animali emanano allinterno dellappartamento che ne risulta particolarmente impregnato. La iena dopo qualche discussione di troppo soprattutto con la madre, riesce a far capire alle due donne come questa situazione non sia più sostenibili sia per loro che per i loro vicini. Linviata riesce a portare la figlia a visionare il terreno offerto per lo scopo da un vicino di casa e nel quale possono essere sistemati tutti e sessanta i gatti. Alla fine le due donne si convincono e incominciano a portare la sera stessa i gatti nella loro nuova sistemazione. Il secondo servizio proposto è quello realizzato da Giulio Golia e che lo vede protagonista a Napoli per scovare delle persone che falsificano le marche da bollo. Golia identifica una persona che effettua questa tipologia di illecito e camuffandosi compra da lui una decina di marche da bollo evidentemente a un costo molto più basso rispetto al valore della marca da bollo. Dopo aver acquistato le marche da bollo, Giulia Golia torna dalluomo nelle vesti di iena e ovviamente laccoglienza non è delle migliori. Golia gli fa presente come questa situazione sia dannosa per lo Stato e come non vada fatta ma la predica serve a poco. Il servizio termina con Golia che fa appendere nellufficio anagrafe del Comune di Napoli un cartello nel quale viene scritto che le marche da bollo vanno comprate nei punti vendita ufficiali. Luomo infatti, si aggira in maniera indisturbata allinterno dello stesso ufficio anagrafe. Il terzo servizio della serata è firmato da Filippo Roma e ha come obiettivo le case appartenute allo Stato che vengono acquistate da alcuni rappresentanti della cosiddetta casta politica. Come fa notare il servizio, nel quale vengono intervistati in merito alcuni politici tra cui Pier Ferdinando Casini e Rosy Bindi, i prezzi a cui vengono acquisiti questi immobili sono davvero molto bassi rispetto al loro reale valore di mercato. Insomma, sono dei veri e propri affari sui quali si fiondano rappresentanti politici, nella maggior parte dei casi. Il prossimo servizio è dedicato alla misteriosa morte di Giuseppe Uva, deceduto circa quattro anni e mezzo fa allinterno di una caserma. La sorella, intervista dalla iena Mauro Casciari, parla di come la morte di Giuseppe sia stata provocata dalle tante lesioni subite e provocate da possibili violenti maltrattamenti. La sorella mostra delle foto che lei ha scattato al corpo del fratello al momento del riconoscimento del cadavere e che mostrerebbero evidenti segni di martoriamento fisico. La donna sta portando avanti una battaglia legale per arrivare alla verità e non accettare la situazione per cui le cause del decesso sarebbero state attribuite a un errore medico nella prescrizione di uno psicofarmaco. Al momento la cosa incredibile è che le accuse mosse dalla sorella e che hanno avuto come mezzo di comunicazione per sensibilizzare lopinione pubblica la trasmissione Le Iene, hanno prodotto soltanto una denuncia nei confronti della stessa donna, per linviato Mauro Casciari e del direttore di Italia 1 per la messa in onda di immagini lesive della polizia. Da sottolineare che la donna ha dovuto vendere parte dei propri beni per andare avanti in questa battaglia sempre più ardua da vincere. Il successivo servizio parla delle donne sedotte e derubate dei propri soldi da parte di un uomo che si mostrava molto carino nei loro confronti ma che aveva come unico scopo quello di attingere da loro quanto più denaro possibile. Luomo, tra laltro condannato, fruiva del web per adescare le proprie vittime. Il successivo servizio è dedicato a Stefano Gambaccini, un uomo che a Prato e Carpi ha truffato tantissime persone aprendo e chiudendo una palestra nel giro di 30 giorni. Lo stesso stava facendo anche a Perugia ma grazie allintervento delle Iene è stato smascherato in tempo. Il prossimo servizio è realizzato da Giulio Golia sulle cellule staminali e di come il metodo Stamina sta avendo risultati positivi sui pazienti. Il successivo servizio è rivolto agli errori che sovente commettono alcuni istituti bancari che chiedono a detraggono ai propri clienti costi superiori a quelli che dovrebbero essere richiesti nella realtà. Il sevizio fa capire che per aver indietro il maltolto occorre rivolgersi allarbitro bancario. Il prossimo servizio è della iena Angelo Duro che con le sue Olimpiadi dellillegalità cerca di capire, per mezzo di un espediente, quali sia tra alcune città quelle più illegale. Alla fine la spunta addirittura Lourdes. Il prossimo servizio riguarda un produttore cinematografico che va in giro facendo casting e promettendo alle provette attrici una parte in cambio di prestazioni sessuali. Il successivo servizio è di Nadia Toffa e è rivolto contro le slot-machine, sempre più una piaga sociale. Linviata incontra il Ministro Lorenzin e poi fa realizzare uno spot contro le slot che la stessa Lorenzin si impegna a far mandare in onda (clicca qui per vedere l’incontro tra Nadia Toffa e il Ministro Beatrice Lorenzin).

Poi viene effettuata un’intervista al regista dell’eros Tinto Brass che parla soprattutto della sua predilezione per il lato b femminile. Il prossimo servizio riguarda due ragazzi accusati da una ragazza di violenza sessuale ma i due si professano innocenti in quanto è stata la stessa donna a proporre loro un rapporto a tre e da quando si capisce dai testimoni presenti davanti alla discoteca, le cose potrebbero essere andate come detto da loro. Il successivo servizio è di Enrico Lucci e riguarda la storia di due donne che per avere un bambino sono andate in Olanda. Poi tocca al servizio su Fonzie, grande protagonista della famosa serie americana Happy Days, e che dice di essere dislessico e parla di come si possa vivere bene anche con questo problema. L’ultimo servizio riguarda la storia della mamma di una bambina di nome Letizia che essendo affetta da una malattia molto rara, deve accudirla full time. Il suo problema è che abitando al quarto piano e non riuscendo agevolmente a portare la figlia per le scalinate, ha chiesto al Comune un appartamento a piano terra senza ricevere risposta.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori