COME UN DELFINO 2/ Ultima puntata, riassunto: Alessandro e i Ragazzi del Sole sconfiggono la mafia

- La Redazione

Nell’ultima puntata di Come un delfino 2, in onda mercoledì 5 giugno, i Ragazzi del Sole vincono il campionato a squadre, mentre Alessandro si aggiudica il Mondiale

come_un_delfino_439
Come un delfino - La serie

Ieri sera, mercoledì 5 giugno, è andata in onda l’ultima puntata della serie Come un delfino 2, diretta e interpretata da Raoul Bova. Ecco il riassunto dell’ultimo episodio. Inizia il processo nei confronti di Alessandro Dominici (Raoul Bova) per detenzione e spaccio di sostanze dopanti. Grazie al suo avvocato Alessandro viene assolto per spaccio, ma viene condannato a tre ani per la detenzione di sostanze illecite. Ancora una volta sembra che gli Scalese abbiano vinto. Preoccupati per le sorti del processo, Spartaco (Maurizio Mattioli) e i ragazzi non si accorgono dellassenza di Nasca (Jacopo Cavallaro), che ha portato sua figlia Alice al mare. Il ragazzo però capisce di aver fatto un gesto sconsiderato e decide di riportarla dai genitori adottivi. Quando Spartaco capisce cosa ha fatto Nasca avvisa Alessandro e si attivano per ritrovare il ragazzo. Ma Nasca torna alla casa famiglia con bambina, e solo l’intervento Giulia (Simonetta Solder), che riesce a convincere la direttrice e i proprietari dell’auto rubata a non sporgere denuncia nei confronti di Nasca, permette a Nasca di non tornare in carcere. Alessandro cerca conforto e aiuto in don Luca (Ricky Memphis), che si trova sotto protezione, in un convento. Ma per Alessandro le cose stanno per migliorare: alla casa famiglia il suo ex allenatore, Tadini (Antonio Prester), che vuole tesserare lui e i ragazzi nella sua nuova società sportiva. Alessandro non sa se accettare la proposta in quanto non può allenare, con la sospensione a 5 anni, e non può stare a bordo vasca. Ma Tadini ha pensato a tutto: si alleneranno a Malta, non in piscina ma in mare, lui là ha una casa in cui può ospitare tutti. Alessandro accetta la proposta di Tadini, consapevole che è l’unico modo per i Ragazzi del Sole di gareggiare nel campionato a squadre. Mentre Alessandro e i suoi ragazzi si allenano a Malta, alla Taurus Marco (Federico Costantini), deluso dal comportamento dellallenatore Rinaldi (Marco Falaguasta), decide di abbandonare la squadra e di andare a Malto, dove viene accolto da Alessandro e i ragazzi ne loro gruppo. A Roma Anna scopre che uno dei quattro dottori del centro analisi, Maffei (Marco Minetti) potrebbe aver sostituito le analisi di Alessandro, dietro pagamento degli Scalese. La giornalista decide di partire per Malta per dare la notizia al fidanzato e trascorrere qualche giorno insieme. Per i Ragazzi del Sole arriva un’altra buona notizia: Rocco (Gianluca Petrazzi) si è risvegliato e interrogato dal commissario, il ragazzo conferma che Alessandro non gli ha dato alcun farmaco prima del suo malore. Arriva il giorno dei campionati a squadre: nonostante le ottime prestazioni dei ragazzi di Alessandro, vince la Taurus, ma solo perché Rinaldi ha dopato Bibbi (Andrea Troina). Al momento della premiazione Bibbi confessa di essere stato dopato e accusa Rinaldi. La vittoria della Taurus è annullata e assegnata di diritto ai Ragazzi del Sole. Rinaldi viene arrestato, mentre Bibbi rivela al padre di aver visto l’allenatore mettere i farmaci nell’armadietto di Alessandro. Anche il dottor Maffei viene arrestato e ammette le sue colpe. Anche dal punto di vista sentimentale i Ragazzi del Sole trovano un po’ di serenità: Lucia (Claudia Vismara) ritrova Nico (Tommaso Ramenghi), tornato in forze dopo l’operazione, Marina (Valentina Imperatori) si avvicina a Nasca, promettendogli laiuto di sua madre, avvocatodi diritto di famiglia per rivedere sua figlia Alice, mentre Irene (Marianna Di Martino) fa sapere ad Andrea (Gianluca Di Gennaro) di aver lasciato Rinaldi e gli chiede unaltra possibilità. Alla casa famiglia arriva anche Bibbi che rivela ad Alessandro quello che ha visto negli spogliatoi, e si dice disposto ad accusare Rinaldi. Il piano degli Scalese ai danni di Alessandro è così fallito. Ciro Scalese (Paolo Ricca) dice a suo padre che è persino disposto a collaborare con la giustizia pur di uscire di prigione, ma don Scalese (Tony Sperandeo) lo fa uccidere in carcere. Poi ordina a Sergio (Alberto Lo Porto) di rapire Anna, per uccidere sia lei che Alessandro. Dopo essere stato riabilitato dalla Fin, Alessandro ha deciso di partecipare ai mondiali. 

Il giorno prima della finale Ugo (Paolo Conticini) si presenta da Alessandro a cui racconta il suo coinvolgimento con gli Scalese, prima di andare a costituirsi. Ma mentre i due amici discutono, Alessandro riceve un messaggio da Anno che gli chiede di incontrarsi in un luogo isolato. Ugo decide di accompagnarlo e quando arrivano sul posto scoprono che il messaggio era una trappola si Sergio che ha rapito Anna. Fortunatamente la polizia ha seguito Alessandro e interviene tempestivamente. Durante la sparatoria Sergio viene ucciso, ma Alessandro viene ferito a una gamba e Ugo è stato colpito al petto mentre cercava di salvare la vita all’amico. In ospedale Ugo viene operato d’urgenza, mentre Alessandro scopre che non può gareggiare con quella ferita. Ma il nuotatore decide di gareggiare lo stesso. Alla fine Alessandro vince la gara, tra la gioia generale dei suoi ragazzi e di don Luca.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori