SUPERQUARK/ Puntata 4 luglio: a Mozambico con Nicolas Hulotil e la visita al parco archeologico di Vulci

Piero Angela e il figlio Alberto ci portano nuovamente alla scoperta di mondi sconosciuti e di natura selvaggia con documentari, reportages e le nuove scoperte archeologiche

04.07.2013 - La Redazione
infophoto_piero_angela_superquark_R439
Piero Angela - Infophoto

Prende nuovamente il via su Rai Uno, da stasera, giovedì 4 giugno 2013, una nuova stagione di Superquarquark, che andrà per dieci puntate alle 21.15. Al timone del noto programma di divulgazione scientifica nato nel ’95, ci sarà l’immancabile Piero Angela che torna in gran spolvero in compagnia del figlio Alberto per portare i telespettatori tra i misteri della natura, della scienza e della tecnologia. La nuova edizione si aprirà con i documentari della serie Ushuaia girati da Nicolas Hulot: questa sera potremo avventurarci con lesploratore francese nel canale del Mozambico, tra lAfrica e il Madagascar, mentre nelle prossime puntate ci condurrà in Chad, in Kamchatka e in Amazzonia e non mancheranno due documentari della BBC sulla vita dei pinguini e un reportage sullIndia e sul regno delle piante. A seguire, assisteremo a un servizio sulle morti avvenute in incidenti stradali negli ultimi anni realizzato da Lorenzo Pinna e Andrea Pasquini, che illustrerà come negli ultimi dieci anni essi si siano quasi dimezzate e che precauzioni vadano messe in pratica per far scendere ulteriormente il numero dei decessi sulle strade.

Alberto Angela, invece, si occuperà di farci visitare il parco archeologico di Vulci, in provincia di Viterbo, dove sono recentemente state scoperte due tombe di oltre 2600 anni fa, e Comacchio, dove è stata ritrovata una nave mercantile romana, affondata nellAdriatico. Infine, oltre alle rubriche di approfondimento con specialisti come Emanuele Ceccarelli, unico italiano ammesso per il prossimo anno al MIT di Boston, il professor Giovanni Bignami e la dottoressa Bernardi, ci sarà spazio anche per un servizio di Cristiano Barbarossa in cui parlerà della Città della Scienza di Napoli, che è stata devastata da un incendio che ha distrutto gran parte del Museo che ha già riaperto al pubblico.

Per tutto questo e per molto altro, appuntamento a stasera: la scienza – e la curiosità – non aspetta nessuno!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori