LAST COP/ Bacio tra Mike e Chrstine. Lei poi annuncia le dimissioni. Puntata 11 agosto 2013

- La Redazione

Questa settimana Last Cop, il telefilm che va in onda su Rai Uno, è stato anticipato alla domenica, dato che mercoledì sera è in programma la partita di calcio tra Italia e Argentina

Last-Cop
Last Cop - L'ultimo sbirro
Pubblicità

Questa settimana Last Cop, il telefilm che va in onda su Rai Uno, è stato anticipato alla domenica, dato che mercoledì sera è in programma la partita di calcio tra Italia e Argentina. Vediamo il riassunto di quanto accaduto. Nel primo episodio, Sport e motori, Andreas (Maximilian Grill) e Mick (Henning Baum) sono alle prese con lomicidio di un allenatore di scherma, avvenuto in un club dove lo stesso Andreas si allenava in passato e dove ritrova un ex compagno, Daniel Wasselburg, che a 29 anni è in procinto di partecipare alle Olimpiadi. La vittima è stata uccisa da una spada, per cui vengono sequestrate tutte quelle presenti nel club, anche quelle antiche da esposizione, con rammarico del presidente. Uscendo dal club Mick si accorge che la sua auto non parte e accusa Christine di averla rotta, ma lei si discolpa. Mick e Andreas vanno a parlare con la moglie della vittima che racconta che il marito aveva avuto una discussione con Torben, uno schermitore escluso dalla partecipazione delle Olimpiadi. Mick chiede alla donna se il marito aveva uno schedario dei suoi atleti e mentre lo prende nel cassetto della sua scrivania trova due boccette vuote di farmaci che consegna a Mesner (Robert Lohr). Interrogato dai due, Torben afferma che la sera del delitto era a casa sua, ma viene smentito dal presidente del club che dice di averlo visto passare nel corridoio del centro sportivo la sera del delitto. A questo punto latleta è costretto ad ammettere di avere una relazione con il medico sportivo del club, una donna che conferma di essere stata con lui la sera dellomicidio. La sera Mick va dal meccanico che gli comunica che è impossibile aggiustare lauto perché troppo vecchia e usurata e non si trovano più pezzi di ricambio. Mick è davvero dispiaciuto e la sera si sfoga al pub con Christine. Il giorno dopo Tanja dà una nuova auto a Mick, una Smart che lui odia. Nel frattempo dalle analisi delle provette rinvenute a casa della vittima si scopre che il farmaco che vi era contenuto aveva un effetto dopante. La moglie dellallenatore è indignata quando Mick e Andreas vanno a dirle che il marito potrebbe essere implicato in una storia di doping. Andreas ipotizza che lallenatore potrebbe averle sequestrate a qualcuno.

Pubblicità

Finalmente si scopre che larma del delitto è una vecchia spada con limpugnatura di legno, ma a parte il sangue della vittima non vi sono altre tracce. Per trovare indizi nottetempo Mick preleva lo schedario degli atleti in palestra e lo consegna a un recalcitrante Andreas che non approva i suoi metodi e vorrebbe rimettere a posto i fascicoli. Christine ha trovato su internet i pezzi di ricambio dellauto di Mick e lo aiuta ad aggiustarla durante la notte. Quando lauto riparte i due, euforici, si baciano. Il mattino dopo viene interrogata il medico sportivo perché dai fascicoli è emerso che ha prescritto lei il farmaco dopante: lei afferma che lo ha fatto su richiesta del presidente e dietro pagamento di 50.000 euro. Nel frattempo Tanja scopre che Mick ha prelevato i fascicoli senza autorizzazione.

Pubblicità

Mick e Andreas sono convinti che lassassino sia il presidente del club che ha una scheggia di legno nella mano, presumibilmente proveniente dallimpugnatura dellarma del delitto. Nonostante luomo affermi di averla solo ripulita perché era una spada alla quale era molto legato, viene fermato. Mentre Andreas va a comunicare a Daniel lesito delle indagini, Mick prende una lavata di testa da Tanja infuriata per i suoi metodi di indagine poco ortodossi. Andreas parla con Daniel e questi si tradisce nominando la spada antica di cui Andreas non aveva parlato. A questo punto Daniel tenta di uccidere Andreas in un duello, ma Mick, che ha intuito la verità, arriva in tempo e ferma lassassino lanciando un coltello. Lepisodio si chiude con Mick e Christine che brindano al pub per lauto riparata. 

Nel secondo episodio, dal titolo “L’amico ritrovato”, un giardiniere viene assassinato mentre usava un aspiratore per le foglie e tutti gli indizi sembrano portare al padrone di casa, Rudi Moos, un famoso ex calciatore nel frattempo scomparso. Mick non ci crede e si oppone all’idea di Andreas di cercarlo immediatamente. Interrogata, la moglie di Rudi Moos ammette di aver avuto una relazione con il giardiniere, mentre Drakan, fratello della vittima, accusa apertamente Rudi. Mentre la donna viene interrogata le arriva una strana richiesta di riscatto per il rapimento del marito:, la somma richiesta infatti è 48.237 euro e 34 centesimi. Si organizza la consegna del riscatto con la presenza di Mick e Andreas, ma tutto salta perché sul luogo della consegna è presente anche una giornalista che ammette di aver avuto la notizia da Christine. La ragazza ammette con Mick che la notizia le è scappata di bocca a mensa, ma Mick la copre non dicendo nulla a Tanja, infuriata per la presenza di una talpa nel commissariato.

Nel frattempo viene organizzata un’altra consegna del riscatto, il cui importo è stato raddoppiato dal rapitore. Mick e Andreas indagano su un pensionato che sembra aver investito e perso esattamente la somma richiesta, convinto da uno spot pubblicitario il cui protagonista era l’ex calciatore rapito. Anche la seconda consegna va in fumo per la presenza di un rilevatore di microspie nel cestino dei rifiuti dove doveva essere posto il riscatto. Tutto sembra portare al pensionato e al suo compagno di stanza, ex elettricista. I sospetti si fanno ancora più pesanti quando viene finalmente ritrovato il proiettile dove ci sono tracce di due gruppi sanguigni: evidentemente nel tentativo di difendersi, Rudi ha sparato al suo rapitore ferendolo, poi il proiettile vagante ha colpito il giardiniere.

Mick e Andreas vanno a interrogare i due pensionati perché uno dei due ha un braccio offeso, pensando sia stato ferito dal proiettile. Scoprono però che l’uomo ha una paralisi a seguito di un ictus e che la somma che l’altro ha perso nell’investimento è solo simile a quella richiesta dal riscatto: le ultime cifre infatti sono invertite. Nel frattempo la moglie del rapito consegna il riscatto senza dir nulla a Tanja. Interrogata ammette di aver raccontato la storia del pensionato al giardiniere, per cui Mick capisce che il colpevole è il fratello della vittima e arriva nel suo laboratorio appena in tempo per salvare il calciatore. L’episodio si conclude con Rudi Moos che restituisce i soldi al pensionato e autografa una sua figurina a Mick. Christine confessa poi a Tanja di aver passato le informazioni alla giornalista e annuncia le sue dimissioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori