TUTTO PER MIO MARITO/ Il film dove a una donna viene rapito il consorte

- La Redazione

Questa sera Rai Due manderà in onda alle 21.10 in prima tv il film Tutto per mio marito (titolo originale: We have your husband), una pellicola del 2011 diretta da Eric Bross

Tv_Telecomando_DiagonaleR439
Fotolia
Pubblicità

Questa sera, giovedì 15 agosto 2013, nellambito del ciclo Il difficile mondo delle donne, Rai Due manderà in onda alle 21.10 in prima tv il film Tutto per mio marito (titolo originale: We have your husband), una pellicola del 2011 diretta da Eric Bross. La trama del film si basa su un reale fatto di cronaca: il rapimento di Edoardo Garcia Valseca, erede di un editore messicano, avvenuto nel 2007. Un rapimento che va a rompere la pacifica vita di una coppia e dei loro figli, gettando la famiglia in un vero e proprio incubo. A farsi carico di tutto il peso della situazione è la moglie di Edoardo, Jayne (Teri Polo), la quale rimane per giorni senza notizie del marito. Il sequestro avviene proprio mentre luomo si avvia a prendere i figli a scuola, a opera di alcuni uomini del posto. Il pagamento di otto milioni di dollari da parte della famiglia riesce infine a riportare le cose, almeno parzialmente, a posto, dissolvendo lincubo della possibile uccisione di Edoardo, ma la storia non avrà comunque un lieto fine.

Contattata da Lifetime dopo aver scritto un libro sulla vicenda, in cui ha raccontato le sue angosce, Jayne Valseca, proprio pochi giorni dopo luscita della pellicola, ha rivelato di avere contratto un tumore. In uno spot fatto per pubblicizzare la lotta contro il cancro ha poi specificato la sua sicurezza di aver contratto il male proprio per lo stress indotto dal rapimento del marito. Quando sembrava che la sua lotta stesse per avere successo, il 26 maggio del 2012, a soli quarantasei anni è deceduta lasciando nello sconforto il marito e i figli.

Pubblicità

La terribile storia narrata dal film di Rai Due, contenderà audience a una programmazione di buon livello. Su Rai Uno, infatti, a partire dalle 21.15, andrà in onda Superquark, il programma di divulgazione condotto da Piero Angela. La programmazione Rai è completata da Sulle tracce del crimine, dalle 21.10 sulla terza rete, una serie francese incentrata sulle avventure di una squadra della gendarmeria francese operante tra Bordeaux e la Costa dArgento e chiamata a sbrogliare crimini odiosi.

Per quanto riguarda invece la programmazione Mediaset, Canale 5 si affida alla replica de Lonore e il rispetto, dalle 21.15 in avanti, con il fascinoso Gabriel Garko nella parte del mafioso Tonio Fortebracci. La serie è giunta alla sua terza serie e stasera va in onda in replica la terza puntata. Rete 4 trasmette invece, dalle 21.10, la consueta doppia puntata di The Mentalist, la serie che vede protagonista Simon Baker nella parte di Patrick Jane, un consulente del California Bureeau of Investigation il quale è solito risolvere casi intricati partendo da particolari insignificanti per tutti, ma non per lui.

Pubblicità

Completa la programmazione Mediaset Italia 1, che offre alla sua platea, ancora una volta a partire dalle 21.10, il grande cinema di Rocky V. Si tratta del quinto capitolo della saga di Rocky Balboa, il pugile italo-americano interpretato da Sylvester Stallone, il quale ormai arrivato alla risoluzione di abbandonare la boxe, a causa dei danni riportati nel titanico scontro con Ivan Drago, scopre con costernazione di essere sul lastrico.

Infine, La7 affida le sue carte a un film ormai mitico, A qualcuno piace caldo, dalle 21.10 in poi. La pellicola è ambientata a Chicago, ove nel febbraio del 1929 i gangster di Al Capone uccidono sei uomini appartenenti ad una banda rivale. Alla mattanza assistono però in maniera del tutto involontaria due musicisti, Joe (interpretato da Tony Curtis) e Jerry (Jack Lemmon), i quali sono perciò costretti a nascondersi, travestendosi con abiti femminili, con l’aiuto di Sugar (Marylin Monroe), una suonatrice di ukulele in fuga anche lei, ma da relazioni amorose finite male.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori