PROVACI ANCORA PROF 5/ Anticipazioni seconda puntata: Gaetano viene accusato di omicidio. Riassunto prima

- La Redazione

Nella prossima puntata di Provaci ancora prof 5, in onda giovedì 19 settembre, Gaetano viene accusato dell’omicidio di una ragazza e Camilla inizia le sue indagini

provaciancora4_pivetti-decaroR439
Provaci ancora prof

Ieri sera, giovedì 13 settembre, su Rai Uno è andata in onda la prima puntata della quinta stagione di Provaci ancora Prof 5. Prima di scoprire le anticipazioni del prossimo episodio, rivediamo quanto successo ieri. La professoressa Camilla Baudino (Veronica Pivetti) insieme al marito Renzo (Enzo De Caro), si sono dovuti trasferire per motivi di lavoro a Torino, dove insegnerà presso un istituto Tecnico posto nella periferia. Il marito è molto contento della cosa in quanto spera che non conoscendo nessuna nella nuova città, Camilla riesca a tenersi lontano di guai, non entrando in problematiche che non le competono. La stessa Camilla viene costretta da Renzo a promettere che non si impiccerà mai più di cose che non la riguardano. I buoni propositi, però, durano pochissimo e nello specifico meno di una giornata. Infatti, la professoressa mentre è ferma davanti al semaforo vede entrare dentro la propria auto una ragazza dal volto segnato da percosse. La ragazza, di chiare origini nordafricane, chiede a Camilla aiuto in quanto è stata vittima di molestie e percorse da parte di un uomo. Camilla ovviamente non si tira indietro dinnanzi a una simile richiesta e ingranando la marcia, la porta via con sé. Durante il tragitto in auto, Camilla cerca di farsi spiegare con precisione cosa sia successo ma la ragazza è piuttosto vaga, mostrando un certo timore nel fare il nome di colui che le ha conciato in quella maniera il volto. Camilla vorrebbe convincerla a denunciare la cosa al più vicino commissariato di polizia ma la richiesta viene disattesa. Camilla allora, avendo intuito che la ragazza non vuole nemmeno presentarsi in ospedale per un controllo, si ferma con la macchina davanti a una farmacia per comperare qualcosa per medicarla. Al suo ritorno la ragazza è sparita e con lei anche il suo cellulare. Il mattino seguente Camilla inizia lanno scolastico nel nuovo istituto dove è stata trasferita. Come al solito si presenta in ritardo ma la cosa non infastidisce più di tanto al preside Nanni Montaldo (Paolo Sassanelli), persona piuttosto permissiva e moderna nel pensiero e negli atteggiamenti. Di tuttaltra pasta è invece il professor Ruggero Pellegrini (Luigi Di Fiore), intransigente e severo. Una volta entrata nella propria classe scopre con sua grande sorpresa che la ragazza della sera prima è una sua alunna. Si chiama Naima (Carola Abballa Said) che immediatamente le restituisce il cellulare, giustificando il tutto dal fatto che aveva necessità di prenderlo. Tuttavia, la questione non finisce lì in quanto luomo che stava inseguendo la sera prima Naima altri non era che suo zio, che ora la polizia ha trovato morto. Naima viene così interpellata dalla polizia per cui deve presentarsi in commissariato per fare la sua deposizione e spiegare con chiarezza quanto accaduto. Vedendo la ragazza piuttosto turbata, Camilla si fa avanti per accompagnarla anche perché può comunque fornire una testimonianza utile alle indagini visto che suo malgrado si è trovata a essere parte della storia. Camilla una volta accompagnata in commissariato scopre con sua grande sorpresa e felicità che occupa il ruolo di vice questore Gaetano Berardi (Paolo Conticini). Insomma, la vecchia coppia sembra essere nuovamente riunita per la disperazione di Renzo. Questo è il pretesto giusto per Camilla, per impicciarsi delle indagini della polizia anche perché riguardano una sua alunna alla quale certamente non vuole far mancare il proprio supporto. Camilla vorrebbe tenere nascosto a Renzo il fatto di aver ritrovato Gaetano ma la cosa pare essere impossibile in quanto, come se non bastasse, il vice questore vive nel loro stesso palazzo e quando Renzo scopre che il play boy di cui si vocifera nello stesso stabile in realtà altro non è che Gaetano, ne resta traumatizzato. Gaetano vuole fissare proprio con Camilla alcune regole affinché non si verifichino tutti i malumori e i disguidi che si sono creati in passato e che hanno dato vita a entrambi diversi problemi, anche e soprattutto con i rispettivi partner. 

A completare quella che può essere definita una vera e propria squadra investigativa c’è l’arrivo da Roma dell’ispettore Torre (Pino Ammendola), desideroso di lavorare ancora al fianco di Gaetano e che inoltre si mostra piuttosto contento di aver trovato a Torino anche Camilla. Mentre quest’ultima conosce altre due professoresse dell’istituto, le indagini vanno avanti e si scopre che Naima ha un fidanzato tra l’altro suo compagno di classe, Luca (Giuseppe Bocchino) e di come la loro storia d’amore venisse ostacolata proprio dallo zio che l’aveva promessa in sposa a un conterraneo in cambio di una dote dal valore di 100 mila euro che aveva già incassato. Gli inquirenti sospettano prima della giovane coppia e poi della famiglia del promesso sposo che magari voleva indietro i soldi già sborsati per la dote. Tuttavia le piste seguite da Gaetano per risolvere il caso non convincono Camilla che fidandosi del suo fiuto e facendo leva sulla sua buona volontà, arriva a scoprire la verità: a uccidere lo zio di Naima è stato il padre di una sua compagna di classe in quanto aveva scoperto che la figlia aveva una relazione con l’uomo. Infine, sia Gaetano che Camilla hanno problemi con i rispettivi figli che non sembra essersi ambientati bene nella nuova città.

Trama puntata 19 settembre – Il vicequestore Berardi viene accusato dell’omicidio di una ragazza. Camilla convinta che sia stato incastrato inizia a indagare. Così la professoressa si riavvicina all’affascinante poliziotto e le tentazioni di un tempo non tardano a farsi sentire…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori