MISTERO/ Adam Kadmon: Rapimenti alieni, cerchi nel grano e pub infestati. Puntata 22 settembre

- La Redazione

Adam Kadmon ci accompagna alla scoperta di forme di vita aliena in contatto con gli esseri umani: cerchi nel grano, rapimenti e “rettiliani” sono alcuni degli argomenti trattati

Kadmon_AdamR439
Adam Kadmon

Ieri sera, per il quarto e penultimo speciale di “Mistero”, Adam Kadmon ha voluto condurre il suo pubblico nel mondo dei fantasmi e degli alieni. Tanti casi sono stati vagliati, dall’accordo Majestic 12, alle presunte porte spazio temporali, fino agli avvistamenti di alieni e ai presunti casi di rapimento da parte degli UFO. Ma parlando della vita extraterrestre, come poteva Adam Kadmon non soffermarsi anche sui mitici cerchi nel grano e sul mistero relativo alla loro realizzazione? Qualche servizio sui fantasmi, infine, ha completato una puntata di Mistero in grado di sollevare dubbi anche nei più scettici. Si parte dunque dal primo servizio, che cerca di approfondire il presunto accordo tra il presidente degli Stati Uniti e gli alieni e che, a detta di Kadmon, sarebbe stato firmato nel dopoguerra. In cambio di preziose informazioni sarebbero stati ceduti degli umani da sottoporre ad esperimenti. E chissà che addirittura l’uccisione di Kennedy non possa avere a che fare con la decisione del presidente di divulgare l’accaduto?La certezza di Kadmon è che i governi internazionali non rendono noto quanto sanno a riguardo degli UFO, tenendo la popolazione completamente all’oscuro. Basti ascoltare in proposito le parole di Paul Hellyer, che qualche anno fa fu ministro della Difesa in Canada. A suo dire, pare che Bush si sia assicurato addirittura una base militare sulla Luna, che sarebbe pronta entro i prossimi 30 anni.Ma quando si parla di UFO, di certo non ci si può non soffermare sugli avvistamenti più strani, quelli che qualche fortunato riesce a volte a fotografare o a filmare con la telecamera. E’ questo il caso di quella che potrebbe sembrare una tromba d’aria: uno strano movimento nel cielo, di forma circolare, ripreso da un videoamatore. E se fosse una sorta di porta spazio-temporale? Sta di fatto che nel giro di pochi secondi si vede nel filmato il vortice che scompare definitivamente senza lasciare di se’ alcuna traccia.Di certo la scienza può essere d’aiuto ed è sicuramente interessante ascoltare le parole di un fisico, Michiu Kaku, che sostiene l’esistenza di diverse forme di vita al di fuori della Terra.Detto ciò, si passa al mistero relativo alle forme di vita sulla Luna e alle missioni Apollo. L’Apollo 19 e l’Apollo 20, sarebbero missioni segrete che avrebbero portato, a detta di alcuni testimoni anonimi, al rinvenimento di un cadavere alieno. Di certo, se fossero riconosciute come aliene, le tracce più significative del passaggio degli extraterrestri sul nostro Pianeta sarebbero i cerchi nel grano. Strani segni che vengono ritrovati nei campi di grano, in varie zone della Terra, da anni al centro di un dibattito infinito tra chi crede che siano da attribuire al passaggio di navicelle UFO e chi invece li ritiene il lavoro di qualcuno che durante la notte si divertirebbe a farsi beffa del mondo intero.

Poi c’è anche chi con gli UFO ha vissuto per qualche anno, come Erika, che fu vittima di rapimento e che da quando è stata riportata sulla Terra continua a ricevere continue visite da parte degli alieni, che lasciano dei segni tangibili sul suo corpo. Ad intervistarla è andato Daniele Bossari che ha deciso di portare la ragazza da un medico per capire se effettivamente le sue cicatrici potrebbero essere ricondotte ad un impianto di microchip. La ragazza è infatti convinta che gli alieni facciano gli esperimenti sul suo corpo, ma il dottore non è d’accordo. Insieme a Bossari Erika va anche ad aspettare nel bosco l’alieno umanoide con il quale dice di aver fissato un appuntamento, ma quest’ultimo non si presenta.

E’ possibile che alieni metà uomini e metà rettili siano anche alla Casa Bianca? Un filmato sembrerebbe far insorgere qualche dubbio in merito. Ancora una volta in compagnia di Daniele Bossari si passa a parlare di fantasmi, iniziando da quello famoso di Manigunda, la badessa fondatrice del monastero che da lei prese il nome e il cui fantasma pare si aggiri ancora tra quelle mura. Per mettersi in contatto con lo spirito di Manigunda viene chiamata anche una medium. Proprio le sedute spiritiche sono il modo in cui più di frequente anche le persone comuni tentano di mettersi in contatto con il mondo dell’aldilà. Ma cos’è in fin dei conti l’aldilà, dice Kadmon, se non un mondo parallelo che semplicemente viaggia su una frequenza differente dalla nostra?

Di nuovo Bossari viene inviato anche a Londra per un servizio su un fantasma che si manifesta all’interno di un pub, dando segnali di diverso tipo, ad esempio facendo cadere bicchieri vuoti dai tavoli, per mettersi in contatto con i presenti.Ma se sul fantasma del pub resta ancora il mistero, interessate è anche quello del Castello di Fumone. Qui ci sarebbe il fantasma di un bambino della famiglia Caetani, Francesco, ucciso dalle sue sorelle. Attraverso le onde elettromagnetiche si riescono a percepire anche le sue parole. Francesco scambia l’inviata Lucilla Agosti per sua madre e si sente un urlo. E’ così che tra UFO e fantasmi si chiude anche questa puntata di Mistero e ad Adam Kadmon non resta che dare appuntamento alla prossima settimana con nuove inchieste e servizi al limite della realtà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori