BATES MOTEL/ Anticipazioni: Dylan cerca di tenere Norman lontano dalla madre. Puntata 27 settembre 2013

- La Redazione

Nella prossima puntata della serie “Bates Motel” Dylan cerca di tenere Norman lontano da sua madre perché crede che abbia una cattiva influenza su di lui

bates-motel
Bates Motel

Ieri sera, martedì 24 settembre, è andato in onda il quarto episodio di Bates Motel, dal titolo Fidati di me. Prima di scoprire le anticipazioni della prossima puntata, rivediamo quanto successo ieri. Norman (Freddie Highmore) sta ancora cercando di sfuggire alla presa della ragazza imprigionata nello scantinato di Shelby (Mike Vogel), quando il vice sceriffo torna a casa. Per un inaspettato colpo di fortuna Dylan (Max Thieriot), vedendo Norman uscire dal motel camminando come se fosse in trance, lo aveva seguito, arrivando anche lui da Shelby. Il ragazzo finge che la sua moto sia rimasta a secco e bussa alla casa di Shelby in cerca di aiuto, dando al fratello il tempo di uscire dalla cantina mettendosi in salvo. Non sempre però il tempismo di Dylan gli permette di essere al posto giusto al momento giusto: mentre è in ozio davanti al motel, il ragazzo vede uscire sua madre Norma (Vera Farmiga) da una delle camere proprio insieme a Shelby e intuisce che tra i due cè una relazione, cosa che non vede di buon occhio perché ha saputo da Norman che Shelby tiene una ragazza prigioniera nel suo scantinato. Quando però Dylan, nel primo vero moto dinteresse verso Norma, cerca di avvisarla suggerendole di non fidarsi del poliziotto, la donna lo ignora. Dal canto suo Shelby confessa a Norman di essere preso da Norma e di volerla proteggere. inoltre convinto che, per fare in modo che le cose tra loro vadano bene, loro due debbano conoscersi meglio e gli propone di andare a pesca insieme. Ancora sconvolto per quello che ha visto la sera prima, Norman decide di raccontare tutto a sua madre: il diario, lintrusione nello scantinato, la ragazza incatenata, il suo sospetto che Shelby e Keith Summers (William Earl Brown) gestissero insieme un traffico illegale di ragazze usando il motel per tenerle segregate. Infine accusa la madre di averlo spinto contro la sua volontà a recuperare la cintura di Summers ma Norma gli dice di non averlo fatto e sostiene che negli ultimi tempi gli è capitato spesso di cadere in fasi di trance durante le quali immaginava di vedere e sentire cose che non erano mai accadute, quindi non crede a ciò che le ha raccontato di aver visto nella cantina di Shelby. Ma quando quella stessa notte si trova a restare a dormire a casa del vice sceriffo dopo aver fatto lamore con lui, Norma decide di andare comunque a controllare lo scantinato per verificare quanto cè di vero nelle parole del figlio. Purtroppo per Norman tutto sembra essere normale e non cè traccia alcuna della ragazza. Il mattino dopo, Norman si sta preparando per uscire quando, nel mettersi i calzini, si accorge di avere dei segni rossi sulla caviglia, nel stesso punto in cui la ragazza asiatica rinchiusa nello scantinato laveva afferrato la sera prima per costringerlo a restare e liberarla. Tuttavia, quando va a mostrare i segni a Norma, lei non ne sembra particolarmente sconvolta e in pratica lo obbliga ad andare comunque a pesca da solo con Shelby. Nel frattempo al molo un pescatore rinviene in una delle sue reti una mano mozzata, al polso della quale cè un orologio che lo sceriffo Romero (Nestor Carbonell) riconosce essere appartenuto allamico Keith Summers. Sempre più convinto della colpevolezza di Norma, Romero convoca la donna in centrale e la interroga di nuovo, sostenendo di aver trovato delle fibre di moquette impigliate nellorologio e di avere tutta lintenzione di far analizzare alla scientifica le fibre della moquette che lei stava rimuovendo la sera in cui Summers scomparve nel nulla. Presa in contropiede dal ritrovamento della mano, Norma si risolleva solo quando fa notare allo sceriffo che la moquette è stata ormai gettata e che non ricorda in quale bidone della spazzatura labbia buttata, quindi la polizia dovrà perlustrare le tre discariche presenti in città per capire dove la moquette si trovi. 

Uscita dalla centrale, Norma corre a recuperare Norman e va con lui presso il bidone in cui ha gettato la moquette per poterla recuperare prima che la polizia la trovi, scoprendo che la spazzatura è già stata ritirata e condotta alla discarica. Fingendo di aver perso la fede nella spazzatura, Norma chiama la compagnia responsabile del ritiro e riesce a risalire alla discarica cui è stata destinata la moquette, ma una volta giunta lì trova un cancello invalicabile e chiuso da un pesante lucchetto. Costretta a rinunciare al suo piano, la donna ha una crisi isterica di pianto che si protrae per quasi tutta la notte. Viste le preoccupanti condizioni della madre, Norman finisce per confessare tutto a Dylan, cominciando da quello che accadde la notte in cui Keith Summers abusò di sua madre, e chiede disperatamente il suo aiuto. Il fratello promette di aiutarlo, poi lo incoraggia a rispondere a un messaggio di Bradley (Nicola Peltz) e ad andare a casa della ragazza. Qui Norman finisce per fare sesso con lei. Quando Norma lo scopre, si accanisce su Dylan finché non viene interrotta dal suono del campanello. Romero e Shelby sono venuti ad arrestarla per l’omicidio di Summers.

Trama puntata 27 settembre 2013 – Shelby fa sparire alcune prove a carico di Norma perché a quanto dichiara è innamorato di lei, quindi la donna può uscire dalla prigione. Dylan vorrebbe tenere Norman lontano da sua madre perché crede che abbia una cattiva influenza su di lui. Emma convince Norman a proseguire con le indagini che li portano fino alla barca abbandonata di Summers, dove viene ritrovata la ragazza asiatica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori