AFFARI TUOI / Anticipazioni puntata 10 ottobre 2014: video, il backstage dopo la delusione di ieri

- La Redazione

Affari tuoi, anticipazioni venerdì 10 ottobre 2014: continua il quiz televisivo su Rai Uno, condotto da Flavio Insinna. Ieri Veneto e Toscanno hanno fallito, ma oggi…

affari-tuoi-insinna-R439
Flavio Insinna conduce Affari Tuoi

Delusione ieri sera per un concorrente di Affari Tuoi che si è trovato a giocare a partita iniziata con soli 20.000 euro sul tabellone e tre pacchi blu. Al primo tiro ha fatto fuori i soldi, così è tornato a casa senza niente. Nel video backstage cè solo Flavio Insinna, il conduttore del programma di Rai Uno, che spiega appunto della delusione dei concorrenti, che sono andati tutti via a consolare lo sfortunato giocatore che è incappato nella matta. Così si augura che domani sera vada meglio: speriamo di rifarci con unaltra partita, dice il conduttore.

Anche oggi, 10 ottobre 2014, ci aspetta un nuovo appuntamento con Affari Tuoi, il quiz televisivo ondotto da Flavio Insinna su Rai Uno. In attesa di scoprire che cosa succederà oggi, vediamo che cosa è successo ieri. La puntata di giovedì 9 ottobre 2014 del quiz televisivo è ricca di colpi di scena, nonché di un momento di grande tensione, soprattutto nel finale. Il sorteggio effettuato dal notaio Pocaterra, ha stabilito che in questa serata a tentare la fortuna sia la bella ed affascinante concorrente della regione Veneto, Beatrice Rossetto, che viene chiamata simpaticamente con il nome di Miley Cyrus per via della somiglianza nel look rispetto alla famosa cantante americana. Beatrice Rossetto che incomincia immediatamente la propria ricerca nei primi tre pacchi per intercettare i Pachitos, che gli consentirebbero di accedere immediatamente a 5 mila euro di premio che verrebbero dati a prescindere dallesito della partita. La partenza non è delle migliori in quanto Beatrice Rossetto non solo non riesce a trovare i Pachitos, ma elimina immediatamente vari premi della zona rossa anche se intramezzati da due premi blu e quindi di scarso valore. Questo consente alla dottoressa nella prima chiamata della serata, dopo aver parlato della vita di Beatrice Rossetto, dei suoi interessi e di alcuni eventi che hanno riguardato il suo passato, di proporre unofferta un po bassina che viene scartata immediatamente. Si riparte con la ricerca che vedrà la concorrente mandare in pezzi il premio da 250 mila euro e due premi blu da 1 centesimo di euro e da 20 centesimi di euro. Proprio nella seconda telefonata da parte della dottoressa arriva la parte più incredibile della puntata in quanto a Beatrice Rossetto viene offerta la possibilità di cambiare pacco e la donna accetta di buon grado lasciando il proprio pacco per prendere in dote il pacco numero 12. Nelle successive chiamate, come spesso accade, in queste situazione la concorrente della Regione Veneto decide di andare a scopre quale fosse il contenuto del proprio pacco e si accorge che cerano nascosti ben 500 mila euro. La partita gioco forza diventa ancora più in salita e diventa ancora più thriller quando a cinque pacchi dalla fine chiamata il pacco nel quale vi era la Matta. Il momento è di grande tensione in quanto in gioco ci sono solo 20 mila euro e tre premi blu come il Banco, i Pachitos e la Mistocca. La matta fa uscire a Beatrice Rossetto probabilmente lopzione in cui lei sperava e di conseguenza maggiormente tenuta dagli altri concorrenti Resti o vai. Beatrice Rossetto dopo qualche istante di esitazione decide di andare via lasciando una partita decisamente negativa al concorrente della Toscana Alessio Giusti, che dal proprio canto si trova in una situazione decisamente complicata. La dottoressa gli offre la possibilità di cambiare e lui prende a volo questa occasione, ma non si dimostra vincente in quanto alla prima chiamata trova immediatamente i 20 mila euro che azzerano ogni possibilità di vincita. Alla fine nel proprio pacco ci sarà semplicemente il banco per una chiusura molto amara e che lascia anche il pubblico abbastanza interdetto per quanto avvenuto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori