La seconda notte di nozze, stasera in tv su Rai 3 il film con Antonio Albanese. Diretta streaming

- La Redazione

Stasera in tv su Rai 3 troviamo il film La seconda notte di nozze. Vediamo la trama di questa pellicola di Pupi Avati che vede tra i protagonisti Antonio Albanese e Katia Ricciarelli

logorai_R439
Il film in onda su Rai 2

Stasera in tv su Rai 3 troviamo il film La seconda notte di nozze, che vede protagonisti Katia Ricciarelli e Neri Marcorè. La pellicola è visibile anche in diretta streaming. Si tratta della storia di una vedova, ancora piacente, che si prepara a convolare a nuove nozze. Clicca qui per seguire la diretta streaming di La seconda notte di nozze su Rai.tv

Stasera in tv su Rai 3 troviamo il film dal titolo la Seconda notte di nozze. La pellicola narra la storia di una vedova, interpretata da Katia Ricciarelli, che ha un figlio fannullone (Neri Marcorè). La bella signora è corteggiata dallex cognato (Antonio Albanese), che è stato sempre segretamente innamorato di lei. Adesso con una lettera dichiarerà il suo amore alla donna, chiedendola in sposa. I due si sposeranno, anche se lei in un primo momento è restia, ma poi si concederà al neomarito.

Questa sera va in onda su Rai Tre il film La seconda notte di nozze. Si tratta di un film girato nel 2005 in Italia e che vede alla regia Pupi Avati, che ne ha anche curato il soggetto e la sceneggiatura. Fanno parte del cast: Antonio Albanese, Katia Ricciarelli, Neri Marcorè, Robert Madison, Toni Santagata, Sandro Dori e Edoardo Romano. Il film ha ricevuto diversi riconoscimenti tra cui due premi Nastro dargento per la migliore attrice protagonista ed i migliori costumi e quattro nomination al David di Donatello. Vediamo la trama. La seconda guerra mondiale ha lasciato in Italia tantissima povertà e distruzione, causando in tantissimi italiani la necessità di fare i conti con la fame ed una situazione a cui non erano più abituati. Nella città di Bologna vive una bellissima donna di nome Liliana (Katia Ricciarelli) che, nonostante sia un po in là con letà, resta pur sempre in possesso di un certo fascino. Nel corso del conflitto, Liliana perde il proprio marito e rimane da sola a vivere insieme a suo figlio Nino (Neri Marcorè), che un po per necessità ed un po perché non ama tantissimo lavorare, riesce a sopravvivere con piccoli furti e soprattutto sfruttando fino allinverosimile i propri conoscenti, compresa la madre. Con la morte del marito, la situazione per Liana si fa effettivamente molto difficile e la cosa non sembra essere sfuggita al proprio cognato Giordano (Antonio Albanese) residente in Puglia. Giordano sin da quando era un ragazzo ha sempre avuto un certo debole nei confronti di Liliana ed ora che lei si trova senza un marito, lui pensa bene di farsi avanti, inviandole una lettera nella quale spiega i sentimenti che ha nei confronti della donna e le propone di venire a vivere in famiglia come propria moglie. Liliana non è per nulla convinta di questa opzione, mentre il figlio Nino già pensa nella propria mente come poter sfruttare lofferta a proprio vantaggio anche perché ingolosito dal fatto di aver saputo di come lo zio dispone di un patrimonio niente male tra terre, immobili e risparmi messi da parte nel corso degli anni. Nino, insomma, fa pressioni alla madre affinché accetti la generosa offerta di Giordano e per dare una ulteriore spinta al trasferimento in Puglia, ruba unautomobile con la quale porta la madre presso la proprietà dello zio. Il ritorno a distanza di tantissimi anni di Liliana e del figlio in Puglia viene salutato da tutti i componenti dellampia famiglia con tanti festeggiamenti con la sola eccezione di due zie. Si tratta della zia Suntina (Angela Luce) e della zia Eugenia (Marisa Merlin) molto contrarie al matrimonio tra i due, anche perché le due donne non vogliono vedere diviso il patrimonio ora presente nella mani di Giordano. Comunque lavversione di zia Suntina e di zia Eugenia nei confronti di Liliana risale a molti anni prima ed è un qualcosa che non riguarda direttamente loro, ma le famiglie dalle quali discendono.

Liliana inizialmente non apprezza granché Giordano anche perché luomo è reduce da un periodo passato allinterno di una clinica di igiene mentale e passa le proprie giornate aiutando i contadini della zona a disinnescare i residui bellici relativi alla seconda guerra mondiale. Giordano si dimostra tuttavia un ottimo padre per Nino, in quanto prima gli trova un posto di lavoro ottimale come assistente in uno studio notarile e poi lo tira fuori dai guai. Nino, infatti, seduce la figlia del notaio, peraltro già sposata, allo scopo di ottenere da lei la maggior quantità di denaro. Denaro che Nino vorrebbe utilizzare per il sogno della propria vita, ossia recitare in un film. Giordano decide di aiutare Nino dandogli il denaro di cui necessita anche se è perfettamente cosciente che non lo riavrà più indietro. Per amare tranquillamente Liliana, Giordano arriva anche a rinunciare ad un pezzo dei propri averi, che offre alla due zie, riuscendo così a convincere la donna del proprio amore. Infatti, i due si sposano e Liliana decide di concedersi al proprio secondo marito proprio nella prima notte di nozze.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori