STORIE VERE/ Eleonora Daniele e gli ospiti parlano di Genova. Puntata 13 ottobre 2014

- La Redazione

Gli ospiti di Eleonora Danielenella puntata del 13 ottobre di “Storie vere” sono la showgirl genovese Carmen Russo e il Garante nazionale dell’Infanzia Vincenzo Spadafora

eleonora_daniele_storie_vere_R439
Eleonora Daniele, conduttrice di Storie Vere

Eleonora Daniele introduce gli ospiti della puntata del 13 ottobre di “Storie vere“, la showgirl genovese Carmen Russo e il Garante nazionale dell’Infanzia Vincenzo Spadafora. Si comincia con le ultime notizie da Genova, in collegamento diretto con l’inviata del Tg 3 Liguria. Fortunatamente nella notte non ci sono state precipitazioni significative ma l’allerta meteo resta alto, così come il pericolo di frane. In studio una coppia genovese che ha perso tutto a causa dell’alluvione, lamentano la mancanza di allerta meteo e di interventi per prevenire l’alluvione. A 3 anni di distanza dall’alluvione del 2011, che causò 6 vittime, i fondi sono stati stanziati ma i lavori non sono stati eseguiti per questioni burocratiche. Spatafora sottolinea che le energie degli adolescenti, che privi di mezzi adeguati stanno lavorando incessantemente per aiutare gli adulti e le loro attività commerciali, dovrebbero essere canalizzati in altre attività e sottolinea che è vergognoso che nel 2014 in un paese avanzato come l’Italia accadano ancora cose di questo genere. La showgirl genovese Carmen Russo ringrazia i giovani per il loro intervento ma sottolinea che è necessaria la presenza delle istituzioni per risolvere definitivamente la questione. La città di Genova, pur trovandosi per gran parte in una zona collinare, si affaccia sul mare e deve essere trovata una soluzione per permettere a fiumi e torrenti di scorrere liberamente verso il mare, senza distruggere le attività umane. Novità sull’aggressione nella zona della Balduina, a Roma, di cui è stato vittima la scorsa settimana il 28enne Enrico Aurili. Le forze dell’ordine hanno identificato e arrestato i 4 componenti della gang che, nascosti dietro alcune impalcature, hanno massacrato Enrico senza alcun motivo. I residenti nella zona hanno paura e sottolineano che soprattutto la zona attorno alla stazione è frequentata da gruppi di balordi che fanno uso di alcool e droghe. Secondo Spadafora in questo caso non possiamo parlare di bullismo ma di delinquenza e i colpevoli devono essere puniti severamente, senza appellarsi a cavilli o altri stratagemmi. Il fenomeno è sempre più diffuso, soprattutto nelle periferie delle grandi città.Da alcuni mesi Annamaria Franzoni, condannata a 16 anni per aver ucciso suo figlio Samuele Lorenzi nella casa di Cogne, sta scontando gli arresti domiciliari a Ripoli Santa Cristina, nell’appennino bolognese. La donna, che si è sempre proclamata innocente, vive assieme al marito e ai due figli e lavora come sarta per una società cooperativa. Intanto l’avvocato Taormina ha richiesta il pagamento della parcella per la difesa della donna, pari a 771.000 euro. La donna ritiene la cifra non dovuta, in quanto l’avvocato avrebbe offerto la difesa gratuitamente.Fabio Savi, uno dei componenti della banda della Uno Bianca, l’organizzazione che ha compiuto 105 azioni criminali e provocato la morte di 24 persone, ha chiesto uno sconto di pena. In studio Annamaria, la madre di Otello Stefanini, carabiniere ucciso nella strage del Pilastro, ritiene la richiesta vergognosa e ricorda che i componenti della banda uccidevano per il solo gusto di uccidere, come da loro dichiarato, e ciò non potrà mai essere perdonato. In chiusura Lucia Frisone, mamma d Fulvio, il 49enne fisico nucleare disabile, ha lanciato un appello affinchè il progetto di suo figlio sulla fusione a bassa energia venga realizzato. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori