STRISCIA LA NOTIZIA / Anticipazioni puntata 13 ottobre 2014: arriva Ezio Greggio. Michelle Hunziker denunciata

- La Redazione

Striscia la notizia, anticipazioni puntata 13 ottobre 2014: torna alla conduzione del programma di informazione satirica, insieme all’immacabile Michelle Hunziker, Ezio Greggio. 

striscia_scrittar_r439
Striscia la notizia

Piccolo fulmine a ciel sereno per Michelle Hunziker, che con la testa alla luna di miele con il bellissimo Tomaso Trussardi sposato venerdì 10 ottobre, si ritrova con l’ordine di comparire in tribunale dopo essere stata denunciata dal suo ex agente Rodolfo Mirri detto Rodi. Qualche anno fa il tg satirico di Antonio Ricci realizzò un servizio nel quale Max Laudadio scopriva che questo signore reclutava giovani ragazze da lanciare nello showbiz in cambio di favori sessuali. In trasmissione l’ex moglie di Ramazzotti aggiunse che si sarebbe dovuto vergognare. Così il Mirri non ci ha pensato due volte e ha denunciato Ricci e la showgirl più ridanciana del piccolo schermo.

Anche oggi ci aspetta un nuovo appuntamento con il Tg satirico più seguito di tutti i tempi, Striscia la Notizia. Sempre su Canale 5, alle 20.40, ma a partire da questa sera con una novità. Al posto di Piero Chiambretti, che ha affiancato Michelle Hunziker fino ad adesso, vedremo tornare al suo fianco uno degli storici conduttori del programma, ovvero Ezio Greggio. Nellattesa di capire che cosa ci riserverà la puntata di oggi, vediamo che cosa è successo nellultima. Piero Chiambretti introduce la signora Hunziker in Trussardi (la conduttrice si è sposata il giorno precedente) e dichiara di essere ancora provato dal banchetto, dove ha mangiato tutto, anche gli invitati. Si comincia con il servizio di Stefania Petyx, che ha mostrato la situazione critica del verde nella città di Palermo, nonostante alla cura siano proposte 4 società distinte, con 700 addetti (contro i 130 di Milano e Torino, e i 60 di Bologna, ad esempio). L’inviata ha intervistato l’assessore al verde pubblico del capoluogo siciliano, Francesco Maria Raimondo, che ha ammesso la situazione disastrosa e ha spiegato che gli addetti non hanno una cultura funzionale al verde, né un adeguata specializzazione. L’assessore ha promesso di fare il possibile per migliorare la situazione e ha chiesto all’inviata di tornare tra un anno per verificare la situazione, promettendo le sue dimissioni nel caso le condizioni del verde a Palermo non fossero migliorate. Cristian Cocco, da Olbia, ha sentito alcuni dei passeggeri rimasti a terra dalla GOINSARDINIA, il 27 agosto, giorno in cui il traghetto Olbia-Livorno è stato cancellato. Oltre al danno economico, i viaggiatori lamentano la totale mancanza di assistenza nei loro confronti. L’inviato ha intervistato Gian Paolo Scano, amministratore unico della società, che ha spiegato che il disagio è dipeso dall’armatore, con cui c’è un contenzioso in corso, e che entro dicembre tutti i passeggeri riceveranno il rimborso del 100% del costo del biglietto. Mister Neuro ha mostrato quanti testi scolastici vengono buttati ogni anno, a causa dei cambiamenti da parte degli editori, che in molti casi consistono esclusivamente in una diversa impaginazione, in un cambio di numero di esercizi o altri dettagli poco rilevanti. L’inviato ha sentito il professor Mario Ruconi, vice presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, che ritiene auspicabile un comportamento diverso da parte degli editori che consenta di mantenere i testi in vigore per più anni. Edoardo Stoppa, in risposta ad una segnalazione giunta da alcuni telespettatori, si è recato a Dogliani (in provincia di Cuneo), dove in un allevamento cervi, stambecchi e caprioli sono in condizioni critiche, affamati e sotto peso. Un cervo è minacciato da un lungo filo di ferro attaccato alle sue corna. L’allevatore, intervistato dall’inviato, minimizza, asserendo che gli animali siano curati e che la salute di quel cervo non sia in pericolo. L’intervento delle guardie zoofile riesce a salvare il cervo e l’inviato scopre che la struttura, abusiva, ha ricevuto nel 2007 un’ordinanza di demolizione. Altro caso di raccolta indifferenziata fatta in maniera inadeguata, ad Arezzo. Il mago Casanova ha mostrato le immagini di un operatore che lascia i sacchetti per terra, anziché inserirli negli appositi cassonetti. Le immagini hanno rivelato che gli addetti alla raccolta con i camion non raccolgono sacchetti per terra e quindi questi vengono successivamente buttati nell’indifferenziato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori