POMERIGGIO 5/ Anticipazioni puntata 14 ottobre: Barbara d’Urso e la Chiesa “più avanti della politica”

- La Redazione

Oggi, martedì 14 ottobre 2014, alle 17.00, su Canale 5 va in onda un nuovo appuntamento con Pomeriggio 5, il programma di infotainment condotto da Barbara D’Urso

pomeriggio-5
pomeriggio 5

“La Chiesa è più avanti della politica” twitta Barbara d’Urso in merito alla volontà della Chiesa cattolica di riconoscere dei diritti alle coppie gay pur senza equiparare le unioni civili al matrimonio tra uomo e donna. Il Vaticano concede aperture nel corso dell’ultimo Sinodo convocato da Papa Francesco.

Pomeriggio 5 torna anche oggi con al timone Barbara D’Urso che, volente o nolente, riesce a portare a casa sempre risultati importanti con il suo contenitore pomeridiano. Anche oggi la puntata partirà all’insegna della cronaca per chiudersi con una parte leggera dedicata allo spettacolo e al gossip. Intanto, anche ieri la puntata ha portato a casa 2.412.000 spettatori con il 22.12% di share nella prima parte e 2.173.000 con il 16.93% nella seconda. Non male, vero?

Oggi, martedì 14 ottobre, alle 17.00, su Canale 5 va in onda un nuovo appuntamento con Pomeriggio 5, il programma di infotainment condotto da Barbara D’Urso. In attesa di scoprire quali saranno i temi affrontati oggi in studio, rivediamo i temi affrontati ieri in studio. Si parte dal violento nubifragio che ha colpito la città di Genova portando a una devastante alluvione che ha riportato alla mente quanto avvenuto tre anni fa. Viene effettuato un collegamento in diretta e da quando si apprende, la situazione sembra essere fortunatamente sotto controllo. Si cambia argomento con un collegamento in diretta con la città di Napoli per parlare del caso del 14enne seviziato da una gang di ragazzi molto più grandi di lui. Le violenze hanno geenrato dei problemi di salute piuttosto seri tantè che è stato sottoposto a un lungo intervento chirurgico per lasportazione di parte dell’intestino e tra qualche mese dovrà essere sottoposto a un delicato intervento per ricostruire il colon. In collegamento da Napoli ci sono lo zio Luigi e la zia Antonietta, i quali dopo aver ascoltate le interviste del padre e della madre dellaggressore che ora si trova in carcere, sottolineano come le scuse palesate non possono essere accettate e che sia giusto che debbano pagare quanti hanno sbagliato. Viene sentita una piccola intervista rilasciata dalla mamma della vittima. Inoltre, la donna vuole fare un appello affinchè qualche medico possa aiutarla nel capire come agire ora per il prossimo intervento chirurgico che come detto riguarderà la ricostruzione del colon. Si cambia argomento parlando della morte della sorella di Alberto Sordi, Aurelia, avvenuta alletà di 97 anni e per la ressa che si è scatenata per la caccia alleredità con tantissimi parenti che stanno spuntando da ogni parte. In collegamento cè Paola Comin che è stata laddetta stampa di Alberto Sordi nei suoi ultimi dieci anni di vita. La vicenda delleredità di Sordi parte nel 2013 quando lautista personale di Aurelia e che era stato in precedenza dello stesso Alberto Sordi e che questultimo aveva portato con sé dal Perù, è stato indagato per presunto appropriamento indebito del patrimonio della famiglia. In realtà come spiega la Comin, Arturo era un uomo di fiducia della famiglia Sordi che lo ha praticamente cresciuto e lui non aveva fatto altro che consegnare una delega presso la banca da un notaio come un atto dovuto. La Comin sottolinea come i conti fossero in regola e della proprie estrema convinzione che Aurelia si sia lasciata morire quando il tribunale a partire dallo scorso 1 ottobre abbia impedito ad Arturo di starle vicino. Si cambia storia con le violenze e il pestaggio che Francesca insieme al proprio compagno hanno subito da una coppia di malviventi mentre si trovavano sulla litoranea di Salerno. I malviventi li hanno aggrediti colpendo ripetutamente luomo che ora si trova ricoverato in ospedale in coma farmacologico e poi non riuscendo a scappare con lauto perché dotata di cambio automatico, si sono accaniti contro la donna facendole delle violenze sessuali. Infine, si chiude con la storia dellex tronista Alessio Lo Passo, picchiato da quattro ragazzi mentre lui tentava di difendere la propria ragazza. Per lui setto nasale rotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori