CUORE RIBELLE / Anticipazioni puntata 12 novembre 2014: Alvaro vuole impedire il matrimonio di Eugenia e Antonio

- La Redazione

Nella porssima puntata della soap opera spagnola Cuore ribelle, in onda mercoledì 12 novembre, Alvaro vuole impedire il matrimonio di sua sorella Eugenia e Antonio

cuore_ribelle_r439
Cuore Ribelle in onda su Rete 4

Domani, mercoledì 12 novembre, alle 8.15 su Rete 4 va in onda un nuovo appuntamento con Cuore ribelle. Ma prima di scoprire le anticipazioni della prossima puntata, rivediamo quanto successo oggi nella soap opera spagnola. Carranza (Juan Gea) non appena messo piede in paese è stato catturato dalla Guardia Civile con il capitano Olmedo (Eugenio Barona) che seppur rimasto sconvolto della cosa, non esita a mostrarsi estremamente duro nei confronti del bandito che peraltro non ricorda assolutamente nulla del proprio passato. Il tenente Miguel (Carles Francino) rendendosi conto di come effettivamente quello che racconta Carranza sia la verità, chiede al proprio capitano di non inveire contro di lui e inoltre di offrire un trattamento secondo legge per cui di chiamare il dottore affinchè si accerti delle sue condizioni fisiche che non sembrano per nulla buone. Olmedo però si dimostra ancora una volta molto duro nelle proprie azioni e sottolinea come non abbia nessuna intenzione di chiamare il medico aggiungendo come una eventuale morte di Carranza non può che essere una notizia positiva. Tuttavia il capitano dovrà rivedere la propria situazione non appena al comando della Guardia Civile arriva il Governatore che chiede il perché non sia stato avvertito dellarresto di Carranza. Olmedo in maniera molto abile riesce a giustificarsi ma non può opporsi al volere dello stesso Governatore che dopo aver fatto visita al detenuto, chiede che venga trattato secondo la legge ed in particolare ordina che venga lavato, con tanto di nuovi abiti e che venga condotto quanto prima il dottore a visitarlo. Olmedo demanda tutti questi compiti a Miguel e che immediatamente se ne fa carico. 

Roberto (Isaak Ferriz) è allettato dallidea di entrare in politica in maniera tale da farsi carico di tutte le lotte sociali che stanno portando avanti per migliorare la condizione dei braccianti e di tutti gli altri lavoratori. Ne parla prima con il padre Thomas che non vede di buon occhio la cosa in quanto sottolinea come il mondo della politica sia pieno di persone corrotte. Roberto obietta rimarcando come i cambiamenti possano essere messi in atto soltanto entrando nel sistema. Più tardi Roberto ne parla anche alla presenza del nonno Cosme che non sembra convinto della cosa, temendo che questo possa portarlo ad avere dei seri guai. Nella discussione si intromette anche Carmen (Pastora Vega) che non appena apprende delle intenzioni del figlio di partire alla volta di Madrid per iniziare la propria avventura in politica, lo invita a lasciare stare la cosa per non minare la tranquillità della famiglia soprattutto dopo che i problemi che sia lo stesso Roberto che Juanito hanno dovuto affrontare e che finalmente hanno risolto. 

Intanto, nella tenuta dei Montoro, Alvaro (Ivan Hermes) parla con sua sorella Eugenia (Sara Rivero) che sembra essere al settimo cielo per il fatto che presto diventerà la moglie di Antonio e della festa di fidanzamento che avrà luogo lindomani. Alvaro però non è per nulla convinto della cosa e chiede alla sorella di spostare la cosa in maniera tale da avere maggior tempo per conoscere Antonio del quale conosce pochissimo e che a suo giudizio ha qualcosa che non quadra. La discussione degenera e per poco Alvaro, dopo aver rimarcato come lui farà il possibile per impedire questa unione lampo, non alza le mani verso la sorella. A fermarlo è larrivo di German (Pep Munnè) che gli fa presente come non debba pensare neppure lontanamente di fare una cosa del genere ad Eugenia. Geman seppur capisce ed è daccordo con lo stesso Alvaro sulleccessiva fretta del matrimonio, non vuole andare contro la felicità della figlia per cui non gli resta che acconsentire alle nozze. 

Marcial visita Carranza che ovviamente ribadisce di non ricordare nulla di lui. Il dottore si accorge dei maltrattamenti subiti e inoltre gli parla della loro banda rassicurandolo sul fatto che presto la memoria gli ritornerà. Intanto, nel covo dei banditi, Juan (Manuel Bandera) si reca da Chato (Alfonso Begara) mettendolo a conoscenza della importante novità ossia che Carranza sia vivo seppur rinchiuso in carcere e senza memoria. Chato vorrebbe immediatamente assalire la caserma ma Juan gli fa presente come l’unico risultato che riuscirebbe a conseguire in questa maniera sarebbe soltanto una tremenda morte. German approfittando del fatto che Thomas sia a lavoro, va a trovare Carmen ufficialmente per vedere come si senta dopo le ultime vicende relative ai suoi due figli. German e Carmen in maniera quasi automatica si abbracciano e proprio in quel momento esce di casa Cosme. German toglie il disturbo e Cosme rimprovera la figlia facendole presente che deve dimenticare per sempre questo suo grande amore altrimenti ci saranno tante difficoltà per la sua famiglia. La donna è abbastanza dispiaciuta del fatto che non può vivere il proprio amore.

Trama puntata 1 novembre 2014 – Juan si presenta alla caserma e cerca di corrompere Morales affinché gli lasci vedere Carranza. Sara ripensa a sua madre e piange fra le braccia di Miguel. A Roberto è stato proposto di entrare a far parte del Partito Socialista, ma la sua famiglia che si oppone fortemente. Nel frattempo, Álvaro chiede a Olmedo informazioni su Antonio: il suo intento è impedire il matrimonio dell’ingegnere con Eugenia. Olmedo però non rivela nulla di ciò che sa su Antonio. Germán fa visita a Roberto nel suo terreno e gli confessa di essere molto orgoglioso di lui. Intanto, Julieta cerca di capire come sia possibile che Juan sia attratto dagli uomini; Sara le presta un libro sulla mitologia greca…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori