Riassunto Zelig/ Puntata 13 novembre: Vergassola intervista Ilary Blasi

- La Redazione

Giovedì 13 novembre è andata in onda una nuova puntata di Zelig, condotta da Ficarra & Picone e Ilary Blasi. Rivediamo gli sketch dei comici che sono saliti sul palco

Zelig_R439
Zelig Remix

Giovedì 13 novembre è andata in onda una nuova puntata di Zelig, condotta da Ficarra & Picone e Ilary Blasi. Rivediamo gli sketch della serata. Arrivano sul palco i tre conduttori vengono interrotti quasi subito dai primi comici della serata, ovvero il duo dei Beoni che mette in scena la solita pubblicità regresso, chiedendo aiuto al pubblico. Si va avanti parlando di musica, con Andrea Perroni, che imbraccia la propria chitarra e inizia a imitare Zucchero e Baglioni, prendendosela però con il pubblico che va ai loro concerti, ipotizzando le loro reazioni. Tra il pubblico c’è anche un ospite vip, Mario Biondi, e Perrone non perde occasione per imitarlo. Biondi però poi sale sul palco, e la sua mole mette in fuga il comico. Tocca poi al mago più assurdo della televisione, il mago Forest, che se la prende subito con i conduttori, definendoli come una iena e due carogne. Le risate con lui sono assicurate, e il suo gioco di prestidigitazione con le carte passa quasi in secondo piano dinanzi alla sua verve. Il gioco però alla fine riesce, come sempre. Si arriva in Romagna, con Giuseppe Giacobazzi che si diverte a parlare della sua terra, piena di personaggi da teatro, amanti dei motori, ma stavolta, invece di trattare il solito argomento moto, per le quali c’è una venerazione in Emilia, si parla di auto, con racconti di avventure pazzesche. Si fa un salto nel passato, con due storici comici quali Ale e Franz, che stasera vestono gli abiti dei due noti anziani seduti al tavolino, parlando un po’ di tutto, secondo il loro stralunato punto di vista.

E’ tempo di speed date, con Marta che incontra Gianluca. Lei organizza matrimoni da favola per i suoi clienti, ovvero è una wedding planner, mentre lui solitamente li rovina i matrimoni, e si definisce un metting corna. Lo sketch viene allungato dall’intervento dei tre conduttori, che partecipano all’appuntamento al buio, con scene come Gianluca e Picone faccia a faccia nel tentativo di conquistarsi. Ancora musica, con l’arrivo sul palco dei Borotalco. Questa settimana hanno deciso di omaggiare i Blues Brothers, presentandosi con dei costumi decisamente enormi, che richiamano nei dettagli gli abiti del film con Akroyd e Belushi, mentre sullo sfondo compare la mitica auto della polizia usata per la loro missione per conto di Dio. Anche stavolta interviene uno dei conduttori, ovvero la Blasi, che prende parte alla scenetta sul finale. 

Ancora un volto decisamente noto, ovvero Gioele Dix, che se la prende con il mondo odierni dei social, dove tutti si sentono in diritto di dire ogni cosa passi loro per la testa. Tantissimi sconosciuti lo hanno contattato negli anni, dandogli materiale per creare questo monologo. Sul finale prende un po’ in giro anche Banderas, del quale critica la gestione della fattoria. In pratica ha circa tremila ettari di terre da gestire ma una sola gallina a produrre le uova. Un genio insomma. Da Radio Deejay arriva il Trio Medusa, che propone un gioco esilarante che è nato durante il loro programma radiofonico, le canzoni travisate. In pratica una parte di una canzone inglese viene riascoltata come se fosse cantata in italiano. Dal pubblico i Boiler mettono in mezzo i conduttori, tormentandoli con un’intervista assurda e improponibile. Al termine ritornano i Beoni, che giocano con la pubblicità regresso. 

Si passa a parlare dei precari che lavorano in Italia, con Chicco Paglionico che elenca alcune esperienze assurde vissute all’Ikea, dove lavora. La gente crede che gli svedesi vendano tutto quello che c’è in quei capannoni, e che ogni cosa possa essere riutilizzata in casa propria. Una volta ad esempio gli hanno chiesto informazioni in merito a dei portaoggetti realizzati in cartone, ma in reatà si trattava di semplici scatoloni d’imballaggio. La Blasi rassicura gli altri due conduttori d’essere una grande imitatrice. Vorrebbe imitare Elisa, e allora va via per truccarsi, ma al suo posto entra la vera Elisa. Il monologo di Antonio D’Ausilio è incentrato su Napoli, e in particolare sul modo di fare dei napoletani e sulla passione di alcuni di loro per il mondo dei cantanti neomelodici. Una luce viene gettata sull’universo femminile dalle Scemette, che si riuniscono per prendersi un po’ in giro.

Momento intervista semiseria con Vergassola e la Blasi. Il comico parla soprattutto del rapporto morboso che c’è tra le vip di oggi e i giornali scandalistici. Si pensi solo alla questione gelato su Chi. Vergassola, scherzando, le chiede se quando dimentica dove sia la sua auto in un parcheggio vada a sfogliare Novella 2000 per vedere se qualche paparazzo l’abbia fotografata pochi minuti prima. 

Si passa poi al momento di Elisa, che torna fuori da uno sketch per cantare A modo tuo, chiudendo questa nuova puntata di Zelig.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori