AFFARI TUOI / Svelata l’identità della dottoressa, video. Chi giocherà oggi 21 novembre?

- La Redazione

Anche oggi, venerdì 21 novembre 2014, torna il consueto appuntamento con Affari Tuoi, il gioco a premi di Rai Uno condotto dal simpatico Flavio Insinna dalle 20.40

affari-tuoi-insinna-R439
Flavio Insinna conduce Affari Tuoi

La puntata di ieri ha visto l’addio della veterana del Piemonte. La simpatica Colette Federici accetta 33.500 euro a sette pacchi dalla fine: la concorrente ha scelto bene perché nellapertura dei pacchi, avrebbe raddoppiato i 500.000 euro ma poi li avrebbe eliminati, rimanendo con 100 euro nel suo pacco. Al termine del programma come consuetidine Flavio Insinna ha invintato la concorrente a fare i saluti finali, insieme a loro una donna con una maschera da leone: di chi si tratta? Della dottoressa! Clicca qui per vedere il video e scoprire l’identità della “burattinaia” di Affarti tuoi.

Anche oggi, come tutti i giorni, torna il consueto appuntamento con Affari Tuoi, il gioco a premi di Rai 1 condotto da Flavio Insinna dalle 20.30. In attesa di capire chi giocherà questa sera, ecco cosa è successo nella scorsa puntata che ha registrato 5.599.000 telespettatori, per uno share del 20,3%. Flavio Insinna annuncia lo scioglimento del duo Kessler: gioca Colette Federici, concorrente del Piemonte. Nata a Aix Les Bains, in Alta Savoia, Colette si è trasferita in Piemonte, a Ghemme (provincia di Novara) sin da bambina e non è mai stata sposata. Comincia la partita di Colette che sceglie l’Umbria (10.000 euro), la “sorella” Kessler Eva della Liguria (50.000 euro) e la Sicilia, contenente il pacco X. Nella concitazione iniziale Insinna ha dimenticato di far scegliere a Colette la busta del pacco X, ma con il consenso del notaio Pocaterra l’operazione avviene in tempo reale: Colette pesca la busta da 2 centesimi. La serie si conclude con la scelta delle regioni Emilia-Romagna (20.000 euro), Calabria (30.000 euro) e Veneto (una maschera). Nonostante l’emorragia di pacchi rosa, la partita non è compromessa, poichè i premi rossi non sono stati intaccati. La dottoressa offre 23.500 euro, che Colette rifiuta senza alcuna indecisione.Si ricomincia ad aprire i pacchi: Colette sceglie Micaela Fossa da Marina di Pietrasanta (provincia di Lucca), new entry della puntata, rappresentante della regione Toscana, che ha con se un centesimo.

Si prosegue con Friuli Venezia-Giulia (75.000 euro) e Campania (250.000 euro), due chiamate piuttosto dolorose, che riducono l’offerta della dottoressa a 15.500 euro. Prima di effettuare la scelta, Colette rivela di essere presidente di un’associazione che organizza il carnevale e alcune rievocazioni storiche, tra cui quella della Pace di Ghemme, siglata nel 1467 tra il ducato di Savoia e quello di Milano. In passato Colette è stata anche donatrice di sangue e accompagnatrice di malati nei pellegrinaggi a Lourdes. La concorrente rifiuta l’offerta ancora una volta. Dopo aver aperto tre pacchi blu, la dottoressa propone il cambio del pacco ma Colette rifiuta, in quanto il 16 è un numero importante per lei, in quanto rappresenta la data di nascita di suo nipote Diego. Insinna chiede a Colette se nella sua vita c’è ancora spazio per eventuali corteggiatori. Colette precisa di aver avuto molti corteggiatori in passato e ritiene di non avere più l’età, tuttavia non esclude nulla e precisa che il suo uomo ideale deve essere una persona sensibile e affettuosa.

Si ricomincia a scegliere con la Puglia (5.000 euro) e le Marche (una teglia) e l’offerta della dottoressa sale fino a 33.500 euro. Colette ha davanti a sé due pacchi rossi e tanti pacchi blu e decide di accettare, temendo di aprire proprio i pacchi più importanti, vanificando la sua partita. Il professor Matiacic giudica la scelta di Colette molto prudente, da un punto di vista strettamente matematico, considerando che il valore atteso della sua partita è pari a 90.000 euro, e la possibilità di aprire in serie i pacchi da 100.000 e 500.000 euro è pari al 2%. La scelta di Colette si rivela alla fine corretta, in quanto il suo pacco conteneva appena 100 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori