DAVID ROSSI/ Chi è il responsabile comunicazione di Mps morto nel 2013 di cui parla Report

- La Redazione

La morte di David Rossi, manager del Monte Paschi di Siena, impaurito dallo scandalo e dalle perquisizioni. Ma si è davveros suicidato? Ne parla stasera Milena Gabanelli a Report

Milena_Gabanelli_Report
Milena Gabanelli, conduttrice di Report

Questa sera a Report si parlerà ampiamente della morte di David Rossi, responsabile delle comunicazioni del Monte Paschi di Siena. Per la Procura di Siena la morte di David Rossi sarebbe un suicidio ma le perizie hanno rivelato numerose incongruenze e lacune nelle indagini. L’analisi degli hard disk, gli ultimi scambi di email: questo e molto altro sembra essere sfuggito agli inquirenti. Perchè? Sono stati anche diffusi dei video delle telecamere di sorveglianza che mostrano come sia palesemente errata, sempre secondo i tecnici della difesa, la dinamica della caduta ipotizzata dalla procura. Inoltre, stando ad alcune testimonianze, nei giorni precedenti alla sua morte, Rossi temeva di essere coinvolto nello scandalo Mps di cui si sentiva estraneo. Era impaurito dalle indagini soprattutto dopo la perquisizione subita il 16 febbraio, seppure non fosse indagato. Profondamente preoccupato sì, ma non al punto tale da pensare al suicidio, almeno secondo la moglie e altri conoscenti. La magistratura ha invece accolto la ricostruzione secondo cui Rossi aveva chiesto aiuto all’amministratore delegato della banca, Fabrizio Viola, paventando il suo suicidio. Non avendo una risposta soddisfacente si sarebbe quindi tolto la vita gettandosi dalla finestra del suo ufficio nella sede di Mps. A inizio novembre la Procura generale di Siena ha negato alla famiglia la riapertura dell’inchiesta, nonostante anche l’autospia sul corpo di Rossi mostri lesioni ritenuti incompatibili con la dinamica della caduta. Un quadro che somiglia molto a un giallo e che ha spinto anche qualcuno a teorizzare la presenza della Massoneria o di qualche società occulta dietro la morte di Rossi. Stasera Milena Gabanelli e il suo team ci aiuteranno a fare chiarezza o quantomeno a conoscere ancor meglio le incongruenze di questo caso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori