CASTLE 6/ Anticipazioni puntata di oggi 29 novembre 2014: doppio caso per Castle e Beckett. Streaming

- La Redazione

Questa sera, sabato 29 novembre 2014, alle 21.10 su Rai Due va in onda una nuova puntata della sesta stagione di Castle, la serie con Nathan Fillion e Stana Katic

Castle
Castle 8, in prima Tv assoluta su Fox

Siamo agli sgoccioli: tutti i fan della serie tv Castle non devono aspettare ancora molto per la messa in onda di una nuova puntata della sesta stagione, con altre avventure dello scrittore di gialli Richard Castle (Nathan Fillion) e della perspicace e attraente detective Beckett (Stana Katic). I due abili investigatori avranno a che fare con due casi di omicidio negli episodi “Sotto i riflettori” e “Omicidio d’alta moda”. Clicca qui per seguire la diretta di Castle dal sito Rai.tv.

Questa sera, sabato 29  novembre, alle 21.10 su Rai Due va in onda una nuova puntata della sesta stagione di Castle, la serie con Nathan Fillion e Stana Katic. Prima di scoprire le anticipazioni degli episodi “Sotto i riflettori” e “Omicidio dalta moda“, rivediamo quanto successo settimana scorsa. Richard Castle (Nathan Fillion), Kate Beckett (Stana Katic) e Kevin Ryan (Seamus Dever) si recano su una scena del crimine incendiata. Sulla scena sono presenti anche il medico patologo Lanie Parish (Tamala Jones) e il tenente Dalia Burton, incaricata di indagare sugli incendi per conto dei vigili del fuoco. Lanie riferisce a Kate che l’uomo è morto dopo un colpo di arma da fuoco alla testa e che il fuoco è stato appiccato in seguito. Tuttavia, Dalia riferisce che manca l’accelerante sul corpo della vittima, presente, invece ai piani inferiori dell’edificio, circostanza che fa pensare che la vittima abbia sorpreso il piromane e che quest’ultimo abbia ucciso l’uomo per eliminare un testimone. Nel frattempo, Lanie ha effettuato l’autopsia sul cadavere e riferisce a Castle e Beckett che la causa del decesso è senza dubbio il colpo di arma da fuoco alla testa e che l’uomo era già morto quando è stato appiccato il fuoco, in quanto i suoi polmoni non presentato tracce di fumo. La donna non ha ancora scoperto l’identità della vittima ma, attraverso delle lastre, ha evidenziato la presenza di placche di metallo agli arti inferiori, per cui sta cercando di risalire al nome dell’ospedale che ha operato l’uomo. In laboratorio arriva anche il tenente Burton, che dice di aver scoperto l’identità dell’uomo: si tratta dell’investigatore di incendi Blake McCann, partner della Burton. L’impronta dentale corrisponde all’investigatore perciò Kate domanda a Burton se è a conoscenza di qualcuno che possa aver fatto del male a McCann.

A questo punto, Dalia riferisce a Beckett che McCann era sulle tracce di un piromane seriale da molto tempo, un tizio che lasciava una sorta di firma sulle scene dove appiccava il fuoco, e aggiunge che anche sul luogo dov’è morto l’investigatore ha trovato la stessa firma del maniaco. Dalia non sa nient’altro a parte il fatto che Blake aveva soprannominato il piromane “Il fantasma” per le sue straordinarie capacità di passare inosservato sui luoghi degli incendi.Dopo essere entrato in possesso dei fascicoli di Blake, Castle trova un nome annotato su degli appunti, Adam Ferguson. Intanto, Kevin Ryan e Javier Esposito (Jon Huertas) si recano presso l’abitazione di Blake e scoprono che è già stata messa a soqquadro, perciò prendono in considerazione l’idea di ispezionare l’auto della vittima, in cerca di prove. Kate cerca sul database il nome trovato da Castle e trova la corrispondenza con un uomo con precedenti per incendio doloso, uscito di prigione proprio quando sono iniziati i roghi del “fantasma”. Inoltre, attraverso i tabulati, Beckett scopre che Blake ha chiamato Ferguson il giorno prima di essere ucciso. Ferguson viene convocato in ufficio per essere interrogato ma sostiene di non essere il responsabile della morte di Blake e di essere stato chiamato per offrire il suo aiuto in cambio di denaro. Dopo il colloquio con Ferguson, Victoria Gates (Penny Johnson Jerald) chiede a Beckett quali siano le novità e spinge la donna a trovare degli indizi concreti.Dopo aver trovato dei fascicoli in macchina di Blake, Ryan ed Esposito, si recano su un posto menzionato in uno dei documenti dell’investigatore e qui scoprono un locale pieno di esplosivi e acceleranti, il laboratorio del piromane. Poco dopo, i due uomini vengono travolti da un’esplosione causata da un allarme appositamente posizionato. Nel frattempo, Castle ha trovato su internet un video che riprende la scena dell’incendio e Beckett, dopo aver notato alcuni particolari sospetti, cerca di risalire all’identità dell’uomo che ha caricato il video in rete. Attraverso alcune indagini, emerge che il video è stato caricato circa un’ora dopo dell’incendio su un sito gestito da un piromane, Milo Pavlik. Castle e Beckett si recano subito a casa di Pavlik ma quest’ultimo afferma di aver ricevuto il filmato in maniera anonima e di averlo pubblicato. 

Venuti a conoscenza del fatto che è scoppiato un altro incendio presso l’edificio dov’erano presenti Ryan ed Esposito, Richard e Kate corrono sul luogo per avere notizie dei due colleghi. Giunta sul posto, Kate non è in grado di stabilire se i due uomini stanno bene, in quanto le fiamme non sono ancora state domate e i vigili del fuoco non possono entrare nell’edificio. A questo punto, Kate riceve la telefonata di Jenny O’Malley (Juliana Dever), la compagna di Ryan incita di nove mesi, e messa alle strette, comunica che Kevin potrebbe essere in pericolo. Jenny si fionda immediatamente sul posto e, dopo aver avuto qualche contrazione, viene accompagnata da Lanie all’interno di un’ambulanza per tenere sotto controllo le sue condizioni di salute. Sopravvissuti all’esplosione e alle fiamme, Ryan ed Esposito riescono a chiamare Beckett per comunicarle che sono all’interno dell’edificio, in un piano interrato, e che hanno bisogno di essere tirati fuori da lì al più presto. Beckett capisce che se vuole salvare i suoi uomini deve trovare il piromane affinchè indichi una via di fuga alternativa per farli mettere in salvo. Dopo aver interrogato nuovamente Pavlik, Gates e Burton scoprono che il piromane conosceva personalmente gli edifici e, attraverso i fascicoli recuperati da Kevin e Javier, salta fuori il nome di un ispettore edile, Mark Kimball. Attraverso una veloce ricerca, Beckett scopre che Kimball è presente sul luogo e, dopo averlo riconosciuto, gli intima di confessare quale sia la via di fuga alternativa dall’edificio. In seguito alla confessione dell’uomo, i vigili del fuoco riescono a trarre in salvo i due uomini e Kevin può riabbracciare Jenny che, nel frattempo, ha partorito la loro bambina, Sarah Grace.

Trama puntata 29 novembre 2014 – In “Sotto i riflettori” Mandy Sutton, una giovane pop star, viene assassinata. Dalle indagini emerge che la vittima è in realtà una sosia, ingaggiata per tenere a bada i paparazzi. Intanto, Alexis, la figlia di Castle, è in crisi con il fidanzato. In “Omicidio d’alta moda” l’assistente del direttore di “Modern Fashion”, nota rivista di moda newyorchese, viene uccisa. Castle e Beckett si occupano del caso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori