UN DETECTIVE… PARTICOLARE/ Su La7 il film con Kevin Kline e Harvey Keitel. Video trailer

- La Redazione

Su La7 va in onda il film Un detective… particolare, diretto nel 1989 dal regista Pat OConnor. Nel cast spiccano i nomi di Kevin Kline e Harvey Keitel. Vediamo la trama

la7-logo
Il film è in onda su La7 in prima serata

Stasera, sabato 29 novembre 2014, su La7 dalle 21.10 andrà in onda il film Un detective particolare, che racconta la storia di Nick Starkey (Kevin Kline), un ex agente della polizia che viene re integrato da suo fratello Frank Strarkey (Harvey Keitel) per occuparsi di alcuni difficili casi di omicidio che sembrano essere riconducibili allo stesso killer e stanno sconvolgendo lopinione pubblica newyorkese. Nick dovrà però occuparsi anche delle opposizioni che troverà nel corpo delle forze dellordine, la maggior parte ricevute da parte del capito Alcoa (Danny Aiello), che non lha mai visto di buon occhio. La pellicola è un lavoro del 1989 diretto da Pat OConnor, ecco una scena del film:

Su La7 va in onda il film Un detective… particolare (titolo originale: “The January Man“).  un film di genere thriller, diretto nel 1989 dal regista Pat OConnor e che il cui soggetto è in parte tratto dal romanzo Blondes Requiem dello scrittore James Hadley Chase con la sceneggiatura che invece porta la firma di John Patrick Shanley. La durata del film è di 1 ora e 37 minuti e tra gli interpreti figurano Alan Rickman, Brian Tarantina, Bill Cobbs e Kenneth Welsh. Vediamo la trama. La vigilia di Capodanno, a Manhattan, nella propria principesca abitazione, Alison Hawkins appena tornata dalla relativa nonché consueta festa per salutare larrivo del nuovo anno, sta dando da mangiare al proprio pesce prima di andare a letto, quando allimprovviso nellombra si materializza la sagoma di uno sconosciuto che la strangola a morte. Lunico segno distintivo dellassassino è un nastro di color azzurro. La morte della signora Alison Hawkins è solo lultimo omicidio messo in atto, in ordine cronologico, da un serial killer che sta terrorizzando tutta la città di New York da ormai undici mesi. Il sindaco di New York, Flynn (Rod Steiger), è frustrato ed arrabbiato per la mancanza di progressi nelle indagini per arrivare al killer, e per questo riceve nel proprio ufficio il commissario Frank Starkey (Harvey Keitel) al quale di fatto ha ordinato di contattare, per risolvere il caso prima che altre innocenti possono perdere la vita, il tenente Nick Starkey (Kevin Kline) nonché suo fratello, ritenendolo l’unico agente della polizia di New York abbastanza brillante per la cattura di questo assassino. Frank non è del tutto convinto della bontà della decisione presa dal sindaco, in quanto Nick è entrato in disgrazia per via di uno scandalo, ed espulso dalla forze di polizia ormai da un anno essendo ritenuto un poliziotto corrotto.

Tuttavia non potendo fare altrimenti Frank va alla ricerca di Nick, che nel frattempo ha cambiato decisamente vita diventando un pompiere. Frank mette al corrente della situazione Nick parlandogli della possibilità di poter ritornare a tutti gli effetti in polizia. I due sembrano essere comunque in buoni rapporti visto che Frank scherza con il fratello facendogli presente come possa tornare in polizia ma solo a condizione che egli sia in grado di cucinare per la cena della sera successiva in onore delle moglie di Frank, Christine (Susan Sarandon), che tra le altre cose è anche l’ex fidanzata di Nick. Dopo la conferenza stampa per la reintegrazione di Nick, ci sono le prime reazioni alla notizia con il capitano di polizia Alcoa (Danny Aiello) per nulla felice del ritorno di Nick, che non ha mai approvato il modo di condurre le indagini da parte di questultimo. Tuttavia deve farsene una ragione. Nick inizia a lavorare sul caso cominciando con linterrogare la figlia del sindaco, Bernadette (Mary Elizabeth Mastrantonio), che era una cara amica dellultima vittima ossia Alison Hawkins. Nick si rende conto che tutti gli omicidi precedenti si sono verificati in date che hanno la caratteristica matematica di essere numeri primi e che ci sia una perversa correlazione tra di loro che intravede come chiave per prevenire la mossa del killer e metterlo con le spalle al muro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori