REPLICA UNA PALLOTTOLA NEL CUORE / Riassunto terza puntata 9 novembre: come vederla in streaming video

- La Redazione

Una pallottola nel cuore, replica in video streaming: ecco come rivedere la puntata della miniserie Rai con Gigi Proietti trasmessa domenica 9 novembre 2014, dal sito Rai.Tv. 

una-pallottola-nel-cuore_R439
Una pallottola nel cuore

Domenica 9 novembre 2014 va in onda la terza puntata della miniserie proposta da Rai, Una pallottola nel cuore, con la straordinaria partecipazione di Gigi Proietti nel ruolo di Bruno Palmieri, un giornalista di cronaca nera che sposta spesso la sua attenzione anche a casi che sembrano risolti o che comunque sono dimenticati, per trovare il vero colpevole. Il titolo riprende proprio una caratteristica fisica del protagonista, in quanto Bruno ha una scheggia di proiettile, impossibile da rimuovere, proprio vicino al cuore. Altri attori del cast sono Francesca Einaudi, nel ruolo di Maddalena, Lucia Maglietta in quelli di Paola e Marco Mazzorca in quello di Fiocchi.

Una pallottola nel cuore, terza puntata. La trama – Ancora una volta il giornalista Bruno Palmieri si trova a svolgere delle indagini su un caso vecchio di 4 anni che torna ad essere al centro della cronaca quando Donata Farinelli, una donna in coma da quattro anni dopo aver subito una aggressione, si risveglia dal coma. Al suo risveglio è presente nella sua stanza, come ha fatto molte volte durante i 4 anni del coma, una sua amica, della quale Donata ha organizzato il matrimonio, grazie alla sua attività di titolare di una agenzia matrimoniale. Il risveglio di Donata viene prontamente riferito alla polizia ed al giudice, ed anche al marito, che intanto ha una relazione con Livia, dalla quale ha avuto anche un figlio. La notizia, grazie ad un infermiere dellospedale, arriva anche a Bruno, che si reca in ospedale per avere delle informazioni. La notizia del risveglio dal coma di Donata viene trasmessa anche dalla radio, ed in carcere la sente anche Lea Baldini, amica e dipendente di Donata, che è stata accusata dellaggressione e condannata. La donna lo comunica immediatamente al marito, un bancario, che si reca in ospedale dove trova Gabriele Morelli, il marito di Donata. I due sono protagonisti di un litigio, al quale assiste Bruno, che poi parla con il marito di Lea e successivamente, insieme a lui, con la donna in carcere. Dalle parole e dallatteggiamento della donna, Bruno si convince che non è colpevole e prende ad indagare sullaccaduto. Da Lea viene a sapere che si era recata in ufficio a tarda sera, chiamata da Donata, ma che laveva trovata a terra, colpita con il posacenere che si trovava sulla sua scrivanie e che portava le sue impronte. Il movente di Lea è in alcune fatture false, emesse per coprire un ammanco di cassa dellagenzia, a causa dei soldi che Donata aveva prestato a Lea per aiutare il marito, rimasto preso in una speculazione sbagliata. La polizia però pensa che laccordo tra Lea e Donata non ci sia e incrimina la donna. Lea spera che dopo il risveglio si possa chiarire tutto, ma Donata non si ricorda laccaduto, e questo tranquillizza anche il marito che dovrebbe confessare di convivere con Livia e di avere un figlio con lei. Bruno continua ad indagare e parla con Gabriele Morelli e Livia durante uno “speed-date” organizzato proprio dallagenzia matrimoniale. Intanto le indagini si intrecciano con le vicende personali, con Paola, la madre di Maddalena, che le trova una sistemazione in un garage riadattato di un suo conoscente e spasimante. Bruno non sopporta di vedere partire la figlia ed il nipote, e si oppone, ma Paola è irremovibile, e Bruno allora deve fare ricorso alle sue conoscenze, per far intervenire i vigili, in quanto il garage non è stato destinato ad abitazione e quindi il trasferimento non avviene con Maddalena ed il nipote che restano a vivere a casa di Bruno. Intanto il figlio cardiologo di Bruno, che lavora nello stesso ospedale dove è ricoverata Donata, ha una relazione con una collega, e vorrebbe parlarne al padre, ma non ci riesce. Il vice-questore che indaga sullaggressione a Donata è Enrico, lamico di Bruno, ma anche lui non riesce a fare chiarezza, dato che Donata gli comunica di non ricordare niente, e lui per ordine del giudice non le può comunicare che Lea è in carcere riconosciuta colpevole dellaggressione. Bruno indaga e si reca ad intervistare lamica di Donata, ed il marito nella loro villa e qualcosa nellatteggiamento delluomo non lo convince. Intanto, alla parrocchia dove Paola svolge opera di volontariato, viene organizzata una gara di ballo e Paola partecipa con il suo spasimante, quindi Bruno, dopo aver inizialmente rifiutato, si trova a partecipare anche lui, in coppia con una amica della donna. Nella vita di Maddalena fa ritorno per breve tempo anche il padre di suo figlio, un sassofonista dal quale è separata, a Roma per cercare di entrare a far parte di un gruppo. Nel frattempo si ferma anche lui a casa di Bruno ed un giorno va a prendere a scuola il figlio, poi si trova implicato in una discussione con un guidatore di carrozzelle che non vuole pagare. La vicenda si chiarisce in commissariato davanti ad Enrico, e per lintervento di Bruno e Maddalena, per la quale il vice-questore prova della simpatia. Intanto Lea, che non riesce ad ottenere il permesso di parlare con Donata, inizia uno sciopero della sete in carcere ed il marito avverte Bruno dellaccaduto, cercando il suo aiuto. Lea poi peggiora e viene portata in terapia intensiva nello stesso ospedale. Chiamato dal figlio, che gli riferisce la notizia di Lea, riesce a convincerlo a farlo parlare con Donata e le spiega tutto quanto accaduto, ma la donna continua a non ricordare. Bruno, intanto, continua le indagini aiutato dal suo fotografo di fiducia, scova una ex iscritta allagenzia matrimoniale che aveva parlato con Donata il giorno della sua aggressione, e riesce a sapere da lei che aveva comunicato a Donata il nome di un farabutto che truffava le donne, ed è ora il marito dellamica di Donata. Larticolo che Bruno pubblica sul giornale, e che contiene delle allusioni sul caso di Donata, induce luomo a cercare di ucciderla in ospedale, ma Bruno ha allertato Enrico che lo coglie sul fatto e lo arresta come responsabile del tentato omicidio. Alla fine Donata e Lea si rivedono e torneranno presto a lavorare insieme nellagenzia matrimoniale, mentre si ricompone anche il rapporto tra i mariti delle due donne, con le scuse da parte del marito di Lea, e Donata che accetta la relazione del marito, che le dice anche del figlio avuto da Livia. Al termine delle indagini è il momento della gara di ballo in parrocchia, ed alla fine le due coppie che si contendono la vittoria sono quelle di Paola e Bruno, ma lui per lo sforzo sviene e la gara viene sospesa. Quando si risveglia in ospedale, Bruno trova al suo fianco Paola, che non può più nascondere il suo affetto per lui ed i due si abbracciano e si baciano.

Una pallottola nel cuore, la replica in video streaming – E possibile rivedere la puntata trasmessa domenica 9 novembre di Una pallottola nel cuore sul sito Rai.Tv, nella sezione dedicata alla serie.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori