ILARIA RASTRELLI/ Chi è l’unica donna in finale a X Factor 2014

- La Redazione

Pronta per la finale di X Factor 2014 Ilaria Rastrelli, che ha solo 16 anni e canta da quando era piccolissima. Si tratta dell’unica donna giunta all’atto conclusivo del talent

x-factor-8-finale-ilaria_R439
Ilaria Rastrelli

Pronta per la finale di X Factor 8 Ilaria Rastrelli, che ha solo 16 anni e canta da quando era piccolissima. Unica toscana (e unica donna) tra i quattro finalisti di questa nuova stagione di X factor, Ilaria è nata a Firenze dove frequenta il terzo anno del liceo linguistico e dove ha iniziato a cantare all’età di 10 anni, frequentando un laboratorio di canto organizzato dalla parrocchia del suo quartiere (dal nome La Tredicesima Nota), poi esibendosi in recite scolastiche, spettacoli tra amici e parenti fino a partecipare a concorsi canori di piazza ogni volta che se ne è presentata l’occasione. Fin da piccolissima, inoltre, Ilaria ama scrivere le sue canzoni ed è suo l’inedito presentato a X Factor, mentre da poco più di un anno suona la chitarra. La sua incredibile forza l’ha condotta fino alle audizioni del talent show 2014, prima esperienza televisiva per lei, superando con grande successo qualsiasi ostacolo che la sua timidezza possa averle creato. Ma la sua voce potente e originale, che quasi non ci si aspetta, l’ha portata fino alla fine di questa straordinaria avventura.

Il percorso di Ilaria a X Factor 2014 è iniziato con un debutto straordinario durante i casting, dove ha presentato la canzone piuttosto complessa Can’t Find My Way Home, dei Blind Faith, e dove ha riscosso l’approvazione dei quattro giudici che l’hanno subito ammessa ai Bootcamp, benché Morgan l’abbia definita ancora troppo scolastica. Ilaria entra quindi a far parte del gruppo Under Donne capitanato da Vittoria Cabello. E dalla prima puntata si è esibita in pezzi impegnativi che ne hanno valorizzato le qualità canore assolutamente indiscutibili come The Scientist dei Coldplay, Get Lucky dei Daft Punk, Pumped up Kicks dei Foster The People e I’m on Fire di Bruce Springsteen. In genere fortemente apprezzata da tutti e quattro i giudici, al termine di una delle sue performance, Mika l’ha definita troppo lineare e casuale, ossia artefice di performance in cui fin troppa è la salsa ma la carne non è abbastanza. Che questo giudizio sia solo il frutto di una strategia del giudice Mika che vorrebbe eliminarla dalla gara o meno, Ilaria ha presentato sabato scorso, il suo inedito My Name che ha messo daccorto tutti quanti consentendole di superare la prima fase della semifinale durante la quale è invece stato eliminato Leiner.

Ma la conquista della finalissima è stata in salita per Ilaria, che durante la seconda manche si è cimentata nello straordinario pezzo “Nothing Compares to You” senza riscuotere il solito successo tra il pubblico. Quest’ultimo, anzi, tramite televoto ha deciso di mandarla in ballottaggio con Emma. Sulle note di “The house of the rising sun” dei The Animals, Ilaria ce l’ha fatta e ha conquistato l’attesissima finale, grazie al voto di tre giudici (Vittoria, Fedez e Morgan) che l’hanno preferita alla comunque notevole interpretazione di “Love is a losing game” della Winehouse da parte di Emma. Per i tanti fan di Ilaria non resta che attendere qualche giorno e sostenere la propria beniamina verso la vittoria finale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori