CHE TEMPO CHE FA/ Chi è Federico Fanti, il ricercatore che ha scoperto il dinosauro Edmontosauraus regalis

- La Redazione

Lapertura della puntata di domenica 2 febbraio 2014 di “Che tempo ce fa”, condotto da Fabio Fazio, è affidata al ricercatore e docente universitario Federico Fanti

federico-fanti-439
Federico Fanti

attesa con molta curiosità la partecipazione di Federico Fanti all’appuntamento domenicale di Che tempo che fa, condotto da Fabio Fazio su Rai Tre. Federico Fanti, nato a Bologna, nel 1981 è un geologo e ricercatore che presta il suo operato presso il Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dellateneo della sua città natale e al Museo Geologico Giovanni Capellini, con cui collabora ormai dal 2006. Dopo aver conseguito la Laurea in Scienze Geologiche, nel corso del 2005 e il Dottorato di Ricerca nel 2009, ha dato vita a una lunga serie di collaborazioni con prestigiose istituzioni di carattere internazionale, partecipando inoltre a campagne di scavo nel continente nordamericano, in Canada, Alaska, Messico e Stati Uniti, oltre che in Mongolia, Turkmenistan e Tunisia. Autore di una lunga serie di pubblicazioni in tema di geologia e paleontologia, ha anche pubblicato molti articoli divulgativi, oltre a una serie di monografie museologiche. La sua grande notorietà a livello internazionale, è dovuta in particolare a una scoperta assolutamente straordinaria fatta di recente, il rinvenimento di un dinosauro dotato di una cresta carnosa sulla testa, simile a quella che caratterizza i galli. Una cresta che a detta dello stesso Federico Fanti, poteva avere come scopo quello di comunicare o di fungere come una sorta di richiamo sessuale e che potrebbe aprire nuovi scenari nello studio relativo ai dinosauri. La sua scoperta è stata diffusa da Current Biology, una prestigiosa rivista di settore, che gli ha anche dedicato la copertina.

La scoperta che lo ha reso famoso è avvenuta nello stato canadese Alberta a opera di una equipe di ricercatori e a farla è stato proprio lui. Avvenuta nel 2011, a essa ha fatto seguito un intenso biennio di studi, che hanno presto fatto trapelare l’importanza del rinvenimento. Il dinosauro è stato catalogato come Edmontosauraus regalis ed è un esemplare mummificato col becco d’anatra, già conosciuto come hadrosauro. Si tratta di una specie che popolava la parte settentrionale del continente americano circa settantacinque milioni di anni fa. La peculiarità della scoperta di Fanti, sta nel fatto che nonostante si tratti di un ritrovamento abbastanza comune, sinora nessuno aveva mai sospettato che questi animali, lunghi sino a dodici metri ed erbivori, fossero dotati di una cresta carnosa all’altezza del cranio. Lo stesso Fanti ha affermato di aver provato grande soddisfazione nella scoperta, ancora più rilevante per una persona come lui cresciuta nel mito dei dinosauri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori