QUINTA COLONNA/ Come si fa a vivere con 650 euro al mese? Puntata 3 febbraio 2014

- La Redazione

Questa sera, lunedì 3 febbraio 2014, su Rete 4 va in onda una nuova puntata di Quinta colonna, il talk show condotto da Paolo Del Debbio. Vediamo chi saranno gli ospiti

paolo-del-debbio-439
Paolo Del Debbio (web)

Nella puntata di lunedì 3 febbraio della trasmissione Quinta Colonna intitolata Come si fa a vivere con 650 euro al mese?, e ovviamente condotta da Paolo Del Debbio, sono presenti in studio la cantante Orietta Berti, la rappresentante di Forza Italia Micaela Biancofiore, Gianluca Bonanno della Lega Nord, Gabriella Carlucci, la rappresentante del Partito Democratico Simona Malpezzi, il simpatizzante del Movimento 5 Stelle Davide Martinelli e Vladimir Luxuria. Come consuetudine della trasmissione vengono realizzati dei collegamenti in diretta con un paio di piazza italiane per dare la possibilità ai cittadini di far presente le proprie considerazioni ed in particolare linviata Nausica Della Valle è in un bar di Roma mentre Roberto Poletti si trova in un supermercato di Rosate in provincia di Milano. Dopo la presentazione degli ospiti, si entra nel vivo della puntata con la messa in onda delleditoriale firmato dal direttore Mario Giordano, nel quale vengono evidenziate alcune cose accadute nel corso dellultima settimana rientranti nella categoria Cose da non credere. Giordano parla del fatto che mette lUnione Europa ha rimarcato come in Italia le pensioni minime siano troppo basse per permettere adeguatamente alle persone di vivere, arriva laumento delle pensioni dei consiglieri regionali della Puglia che per effetto della rivalutazione che per tutte le altre categorie di pensionati è stata bloccata, a loro ha consentito un cospicuo aumento di 400 euro al mese portandola a ben 10 mila e 700 euro. Giordano poi parla del Consiglio Regionale del Piemonte che nonostante tutte le difficoltà economiche ed i tanti dissidi nati al propri interno, hanno trovato laccordo per intascare subito la propria di pensione per un costo di 15 milioni di euro. Infine parla delle dimissioni da presidente dellINPS Antonio Mastrapasqua che contava ben 25 poltrone attive insieme alle 27 della moglie e le ben 70 del fratello. Viene quindi mandato un altro servizio che parla di un pensionato di 74 anni che con i 630 euro di pensione che percepisce non riesce ad andare avanti per cui è costretto a fare un po di lavoretti per arrotondare e nello specifico usando un suo furgone fa il trasportatore per conto di un negozio di arredamenti. Viene quindi dato un po di spazio ai cittadini che sottolineano come i politici che rubano i soldi pubblici non vengano arrestati mentre semmai la povera gente che non ha da mangiare porta via un pollo per sfamarsi viene immediatamente portata in galera. Il dibattito per lappunto si sposta sui cosiddetti furbetti della Regione Piemonte che con una delibera che è stata definita Prendi i soldi e scappa, hanno deciso di intascare immediatamente limporto della propria pensione per un costo di 15 milioni di euro per le casse della stessa Regione.

In studio Luxuria fa presente come queste cose facciano pensare che i politici vogliano effettivamente che avvenga una rivoluzione da parte del popolo. Poi si discute in maniera piuttosto accesa sulla decisione del Tar del Piemonte che avendo riscontrato delle anomalie sulle firme raccolte per la presentazione delle liste nellultima tornata elettorale, ha decretato lillegittimità di questo consiglio. Da una parte cè Bonanno che difende loperato del Presidente Roberto Cota e dallaltra cè Luxuria che rimarca come occorrerebbe pensare allinserimento del reato di clandestinità anche perché occupa cariche politiche senza averne diritto. Ovviamente da parte di Luxuria si tratta di una forzatura visto che la Lega ha sempre spinto sulla massima severità verso i clandestini. Poi viene proposto un servizio realizzato dalle Iene che parla degli effetti della crisi con tantissimi italiani che per svariate ragioni hanno deciso di andare a vivere in altri Paesi dove il costo della vita è decisamente meno esoso. Si mostrano aziende che si sono trasferite in Moldavia dove il costo del lavoro è di gran lunga inferiore, pensionati che se ne sono andati a vivere in Bulgaria dove con 800 euro percepiti mensilmente riescono a fare una vita praticamente da super benestanti e tanti casi ancora. Poi si fa un raffronto su i costi di alcuni prodotti come mele, pomodori e zucchine per vedere lincredibile disparità in atto tra Milano e Roma. Prendendo spunto da questo, si rimarca in studio lopportunità di uniformare i costi in tutta Italia anche per rendere più significativi i rapporti tra i redditi percepiti e le stesse pensioni. Poi si passa a parlare di quello che è accaduto in Parlamento nel corso degli ultimi giorni, con la protesta piuttosto violenta del Movimento Cinque Stelle con tanto di attacco alla Presidente Boldrini rea di aver bloccato la loro opposizione. Naturalmente, ogni ospite presente in studio difende la propria posizione con Martinelli che rivendica i presunti errori della Boldrini mentre Simona Malpezzi rimarca gli incredibili attacchi a sfondo sessista dei deputati del Movimento Cinque Stelle. La Malpezzi sottolineano come non corrisponda al vero il fatto che con il decreto Imu Bankitalia vengano regalati 7,5 miliardi di euro ed anzi esso comporterà maggiori tasse per le banche e un maggiore propensione da parte delle banche nel concedere credito ad aziende e privati. Dopo un servizio in cui si calcola che allo stato attuale delle cose, Mastrapasqua ha attive 12 cariche e che nel corso delle ultime periodo è arrivato a conteggiarne circa 59 a cui vanno aggiunte altre 27 della moglie a cui viene dedicato un servizio. Gli ospiti in studio rivendicano colpe su come sia stato possibile tollerare per tantissimo tempo il perpetrare di tale situazione di evidente conflitto di interesse. Si chiude ascoltando diverso cittadini che rimarcano il proprio disagio sociale per le elevate tasse e le cartelle esattoriali di Equitalia e con Orietta Berti che canta “Fin che la barca va”.

Questa sera, lunedì 3 febbraio 2014, su Rete 4 va in onda una nuova puntata di Quinta colonna, il talk show condotto da Paolo Del Debbio. Pensioni da favola e pensioni da fame e lo scandalo Mastrapasqua, sono i temi al centro della puntata. Il Presidente dell’Inps si è dimesso e si è anche scoperto che avrebbe una laurea falsa in Economia e commercio. Con l’occasione sono anche rispuntati timori sul bilancio dell’ente previdenziale italiano, che dopo l’incorporazione dell’Inpdap ha dei conti non proprio solidissimi.

Ospiti in studio e in collegamento saranno: Micaela Biancofiore di Forza Italia, Gianluca Buonanno della Lega Nord, Orietta Berti, Gabriella Carlucci, Vladimir Luxuria, Daniele Martinelli ex responsabile della Comunicazione del Movimento 5 Stelle, Ilona Staller e lOnorevole Simona Malpezzi del Partito Democratico.Oltre al pubblico in studio, la discussione sarà arricchita di spunti dalle persone nelle piazze di Rosate (Milano) e Roma e da giovani militanti di partito. Come sempre i telespettatori potranno inviare i propri messaggi al sito www.quintacolonna.mediaset.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori