STRISCIA LA NOTIZIA/ Anticipazioni: Dario Ballantini imita Matteo Renzi. Puntata 10 marzo 2014

- La Redazione

Va in onda questa sera, alle ore 20.40 su Canale 5, una nuova puntata di Striscia la notizia, il telegiornale satirico ideato da Antonio Ricci e condotto da Ficarra e Picone

cioni_striscia_velina_r439
Irene Cioni (InfoPhoto)

Alle 20.40 su Canale 5 andrà in onda un nuovo appuntamento con “Striscia la notizia”, condotto da Ficarra e Picone. Come sempre Twitter permette di scoprire qualche anticipazioni sui servizi che verranno proposti nel corso della puntata. “Nichi Vendola si oppone al codice stradale. Stasera su #Striscialanotizia il filmato del parcheggio selvaggio dell’auto del leader di #Sel, è l’ultimo tweet che appare sul profilo del programma. Poi Fabio e Mingo parleranno di capi di vestiario prodotti in Cina che diventano miracolosamente made in Italy. Spazio anche a Matteo Renzi, imitato da Dario Ballantini, che parlerà di tagli alle tasse, quote rosa nella legge elettorale. Infine si parlerà di uno spreco “luminoso” a Roma.

Va in onda questa sera, alle ore 20.40 su Canale 5, una nuova puntata di Striscia la notizia, il telegiornale satirico ideato da Antonio Ricci e condotto dalla coppia comica palermitana composta da Ficarra e Picone. In attesa dellappuntamento di oggi, andiamo a rivivere quanto visto ieri sera. La puntata si è aperta con lingresso dei presentatori che, in occasione dell8 marzo, fanno gli auguri a tutte le donne (e a tutti i venditori di mimose!). Il primo servizio è di Jimmy Ghione che si occupa dei soldi donati alla Sardegna per lalluvione del 2013. Carlo Rienzi, presidente Codacons, spiega dove sono andati a finire i fondi raccolti. Dopo una serie di indagini, si è arrivati alla conclusione che questo denaro confluisce nelle tasche di chi li raccoglie: per esempio il comune di Olbia ha raccolto 1.647.902,40 di euro, ma questi soldi sono stati messi in bilancio e ancora ad oggi non è stata assunta alcuna determinazione in ordine alla destinazione delle suddette somme. Luca Gualtieri ci parla di una sfida pericolosa che gira su internet, il “Neknominate”. Funziona come una web virtuale, una gara a chi riesce a bere tutto di un fiato il più alto numero di cocktail. Lo sfidato viene nominato attraverso un video, se accetta di gareggiare ha un “tot” di tempo per aderire e mettere in video la sua esibizione. I medici sono preoccupati e temono i primi morti. Moreno Morello ci parla di Casa Peota, unassociazione che si trova ad Albignasego in provincia di Padova, dove le persone durante lanno accantonano i loro risparmi che vengono custoditi in una cassa comune con lo scopo di aiutare e sostenere qualche socio. In teoria, a fine anno questi fondi vengono restituiti ma nel 2013, quando gli associati sono andati a riprendere i loro risparmi, si sono visti riconsegnare solo il 20% di quello versato. In cassa mancano 188 mila euro intestati a uno degli associati che non ha restituito. Ci sono in corso indagini penali per conoscere chi si è appropriato delle somme e restituirle ai legittimi proprietari. Stefania Petyx e il bassotto sono a Palermo e ci parlano di una struttura che cura la talassemia: il Campus di dermatologia è costato 5 milioni di euro, finanziati dallAssociazione Piera Cutino e da qualche sponsor, ma funziona al 50% perché la parte che dovrebbe gestire la Regione non è ancora attivo. LAssessore della Regione Sicilia ha promesso di velocizzare liter in maniera tale che la struttura possa lavorare a pieno ritmo. Il mago Casanova torna a Casalbuttano (CR) per una buona notizia. Finalmente Maria Elena, una donna disabile, è riuscita ad ottenere il suo posto di lavoro. Per sei mesi sarà introdotta in un percorso di formazione e poi abilitata a un lavoro retribuito. Il duo inedito Jimmy Ghione e Christian Cocco si sono occupati di alcuni cittadini di Alghero che si sono visti recapitare delle ingiunzioni di pagamento da parte del Comune per conto di Sirti, che non è autorizzata a farlo. La Sirti, con un bando pubblico, ha acquistato una società di riscossione “Italia tributi” e, sulla base della documentazione fornita, ci sono alcuni contribuenti di Alghero. Solo dopo la società si è accorta che il Comune aveva già inviato le comunicazioni di pagamento, pertanto chi è in possesso dellingiunzione non deve pagare e chi ha pagato presto riceverà laccredito della somma versata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori