A DANGEROUS MAN-SOLO CONTRO TUTTI/ Il film d’azione con Steven Seagal

- La Redazione

Va in onda questa sera su Rete 4 uno dei classici film d’azione targato Steven Seagal. Stiamo parlando di “A Dangerous Man”, pellicola americana del 2009 diretta da Keoni Waxman

Fotolia_telecomando_R439
Fotolia

Va in onda questa sera su Rete 4 uno dei classici film d’azione targato Steven Seagal. Stiamo parlando di “A Dangerous Man”, pellicola americana del 2009 diretta dal regista hawaiano Keoni Waxman. Ecco la trama: Shane Daniels (Steven Seagal) deve incontrarsi con sua moglie sotto casa, quando un balordo si avvicina alla donna per rubarle lauto. Shane interviene e mette in fuga luomo, ma laggressore viene ritrovato dalla polizia morto ammazzato. Tutti gli indizi sono contro Shane, il quale viene ritenuto colpevole e condannato a scontare una grave pena in carcere. Dopo sei anni passati in prigione, si scopre che Shane è innocente e che ad aver ucciso la vittima è unaltra persona. Lo stato dellArizona si scusa e lo risarcisce con 300 mila dollari. Una volta in libertà la sventura sembra perseguitarlo, trovandosi al posto sbagliato al momento sbagliat: due cinesi vengono fermati dalla polizia e, durante il controllo, nel portabagagli della loro auto viene rinvenuta una valigia piena di soldi. I criminali disarmano lagente e, mentre si stanno sbarazzando di lui, scoprono che due giovani hanno assistito allo scontro. Inizia una sparatoria per eliminare il testimone: Shane sopra a un ponte partecipa alla scena e corre in soccorso dei due sventurati. Dopo aver messo fuori combattimento i due orientali, trova nel bagagliaio non solo i soldi ma anche una ragazza priva di sensi. La polizia intanto interviene sul luogo della sparatoria e per nascondere come realmente sono accaduti i fatti ricostruisce una finta verità facendo intendere alle autorità che il collega poliziotto è morto durante uno scontro a fuoco con un malvivente cinese. Quando Tia (Marlajna Mah) ritorna in sé, Shane pretende che gli racconti come sono andate le cose, altrimenti non potrà darle il suo aiuto. Oramai lui ha perso tutto, i sei anni di carcere lo hanno allontanato da una vita normale e privato di amici e dell’amore di sua moglie, che ha preferito troncare la relazione per ricominciare a viaggiare su una nuova strada senza di lui. La giovane racconta come sia finita rinchiusa in un portabagagli di un’auto: doveva incontrarsi con un uomo di nome Chen (Terry Chen) che lavrebbe aiutata a far entrare suo zio negli Stati Uniti illegalmente poiché per la sua professione lo stato americano non gli concedeva il permesso di soggiorno. Suo zio fa il contabile e lavora per importanti esponenti dellesercito cinese, questi signori controllano unarea conosciuta come “Il triangolo doro” dove viene coltivato loppio. L’uomo è a conoscenza di importanti segreti, molto utili per chi gestisce il traffico di stupefacenti. Come stabilito, Tia si presentò sul luogo stabilito in compagnia di alcuni amici. In realtà era una trappola, in cui i suoi uomini sono stati uccisi da alcuni poliziotti corrotti. La donna è stata quindi trascinata davanti a un narcotrafficante cinese che l’ha tenuta in ostaggio fino all’arrivo di suo zio, poiché luomo doveva fornirgli delle informazioni importanti e Tia rappresentava una sorta di garanzia. Localizzati da un micro chip contenuto nella borsa dei soldi, Shane fugge con Tia e si mette alla ricerca di Vlad (Vitaly Kravchenko) un capo russo e padre di Sergej (Jesse Hutch), il ragazzo salvato da Shane durante lo scontro con i cinesi. I due uomini decidono di collaborare e unire le forze per dichiarare guerra ai poliziotti corrotti e sgominare la banda di narco-trafficanti cinesi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori