PORTA A PORTA/ Video, D’Alema: chi è meno potente di Berlusconi va in prigione per meno

- La Redazione

L’esponente del Partito democratico Massimo D’Alema commenta la sentenza che ha condannato Silvio Berlusconi a un anno di servizio presso un centro di accoglienza per anziani

dalema_doppioR400
Massimo D'Alema (Infophoto)

Il commento di Massimo D’Alema durante il programma televisivo Porta a porta relativo alla condanna attribuita a Silvio Berlusconi, un anno di assistenza in un centro per anziani quattro ore una volta alla settimana. L’esponente del Pd ha detto come la magistratura abbia deciso il tipo di pena dando particolare attenzione al ruolo politico di Berlusconi, cosa che, ha aggiunto, è comprensibile. Ma, ha detto ancora, “viene da pensare che cittadini meno fortunati, meno ricchi e potenti per reati molto minori vanno semplicemente in prigione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori