STRISCIA LA NOTIZIA/ Fabio e Mingo e gli allagamenti all’ospedale San Giacomo di Monopoli

- La Redazione

Striscia la notizia, il tg satirico ideato da Antonio Ricci e condotto da Ficarra e Picone torna in onda questa sera su Canale 5 a partire dalle 20.40. Ecco cosa trasmesso ieri

ficarra_picone_striscia_r400
Ficarra e Picone - Striscia la notizia

Questa sera, ore 20.40 su Canale 5, va in onda il tradizione appuntamento del prime time televisivo con Striscia la notizia, il tg satirico condotto da Ficarra e Picone. In attesa di assistere alla puntata odierna, facciamo un passo indietro andando a ripercorrere i servizi di ieri. Striscia si apre con il commento delle principali notizie politiche della giornata: i parla della bagarre in Parlamento scoppiata durante l’approvazione della legge sul voto di scambio, dei commenti di Massimo D’Alema sulla vicenda giudiziaria di Silvio Berlusconi, e dell’asino portato davanti alla sede del Consiglio Regionale della Lombardia dai leghisti, per protestare contro le riforme progettate dal governo Renzi (Ficarra precisa che non si trattava del figlio di Umberto Bossi). Dario Ballantini ha interpretato la leader della CGIL Susanna Camusso, che ha tentato di convincere alcuni passanti ad aderire al sindacato. Nel servizio successivo gli inviati Fabio e Mingo si sono recati all’ospedale San Giacomo di Monopoli per verificare di persona i problemi del reparto di Ginecologia e Ostreticia, in cui si verifica una costante perdita d’acqua dal soffitto. Un testimone ha rivelato che a causa di questo problema si sono verificati degli allagamenti che hanno coinvolto anche i macchinari. Ben più grave la situazione nel reparto di Radiologia, dove l’acqua scorre copiosa. Il Dirigente Medico Responsabile, il dottor Vincenzo Fortunato, dichiara di aver dato disposizione all’area tecnica per eseguire gli interventi necessari e il servizio si conclude con il classico nodo al fazzoletto. Gli inviati torneranno tra 15 giorni per verificare la situazione. Dopo il servizio andato in onda su Striscia la notizia la polizia ha arrestato a Pozzuoli il truffatore che prometteva posti di lavoro in cambio di tangenti. L’arresto si è concluso dopo una lunga fuga in cui il malvivente ha persino preso in ostaggio una donna. Viene riproposto il servizio di Luca Abete con la fuga in cui il truffatore simula alcune volte di essersi fatto male, cercando di sfuggire ai microfoni dell’inviato. Un ascoltatore ha segnalato un demolitore di automobili abusivo in provincia di Messina e il correlato rischio ambientale. L’inviata Stefania Petyx ha intervistato il proprietario che ha ammesso di essere abusivo ma di non avere scelta, poiché non riesce ad ottenere le autorizzazioni necessarie per poter agire nella legalità. Nuova polemica tra la trasmissione e l’opinionista di Tv Talk (Rai 3), Sebastiano Pucciarelli, soprannominato “Il saputello barbuto”. Pucciarelli ha messo in dubbio le possibilità da parte di Striscia di criticare aziende sponsorizzatrici, a differenza di ciò che avviene nella tv pubblica. Dura la risposta di Striscia che ha ricordato i casi in cui questo è avvenuto e ha contrattaccato, ricordando la scarsa trasparenza nella trasmissione “Affari tuoi”, certificata da una sentenza del Tribunale di Roma. L’inviato Moreno Morello si è occupato di furti di biciclette, illustrando alcune delle tecniche utilizzate dai ladri per scassinare i negozi. Oltre alla tradizionale rottura della vetrina e al piede di porco, sono stati registrati casi in cui sono state addirittura forate le pareti con un piccone. Un venditore di Fratta Terme, vittima di 4 furti in 2 anni, ha predisposto una camera di sicurezza che separa la vetrina dall’ingresso del negozio. A Carpi un venditore custodisce le bici in un caveau, dopo aver subito 3 furti.  Nella rubrica “Fatti e rifatti” si parla di Simona Ventura e vengono mostrate le differenze nel suo viso tra gli anni dell’esordio e il presente. Le immagini evidenziano le modifiche al naso, alle rughe sotto gli occhi e l’aumento del volume del seno (ridotto recentemente di una taglia).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori