L’INCREDIBILE STORIA DI WINTER IL DELFINO/ Su Italia 1 il film ispirato a una storia vera

- La Redazione

Su Italia 1 stasera va in onda il film L’incredibile storia di Winter il delfino. La trama è ispirata alla storia vera di un delfino e della comunità che si è unita per salvargli la vita

delfino-winter-R439
L'incredibile storia di Winter il delfino

Su Italia 1 stasera, sabato 19 aprile, va in onda il film L’incredibile storia di Winter il delfino (titolo originale: Dolphin Tale), una pellicola diretta nel 2011 da Charles Martin Smith. Il film è liberamente ispirato alla vera storia di Winter, una femmina di delfino la quale dopo essere stata salvata durante il dicembre del 2005 al largo delle coste della Florida è stata presa in affidamento dal Clearwater Marine Aquarium. La storia inizia quando Sawyer Nelson (Nathan Gamble) che sta passeggiando in bicicletta lungo la spiaggia, viene richiamato da un pescatore, il quale chiede aiuto dopo aver trovato un delfino ferito e aggrovigliato in una trappola riservata ai granchi. Tratto in salvo, il delfino viene affidato alle cure del Clearwater Marine Hospital, e in particolare del dottor Clay Haskett (Harry Cornick Jr.), che lo dirige. Sua figlia, Hazel (Cozi Zuehlsdorff) decide di dare al delfino il nome di Winter, ideale seguito di quello (Summer e Autumn) dato ai delfini che dopo essere stati curati dalla struttura erano già stati rilasciati con successo nell’oceano. A Sawyer viene data la possibilità di vedere il delfino, anche se all’inizio il dottor Haskett non è d’accordo, poiché il ragazzo non è mai stato addestrato per la cura degli animali marini.

La sua iniziale decisione muta di segno quando capisce che Winter reagisce in maniera positiva alle visite di Sawyer, il quale, dal canto suo, inizia a saltare le lezioni della scuola estiva a cui è iscritto. Quando la madre, Lorraine (Ashley Judd) scopre che continua a saltare le lezioni, inizia a indagare sulle cause, ma dopo aver constatato che il rapporto con la femmina di delfino migliora sensibilmente il suo stato di benessere, reso precario dall’abbandono del padre, gli consente di prestare opera in qualità di volontario nell’ospedale.

Nel frattempo le condizioni di Winter peggiorano, a causa dei danni riportati dalla coda nel contatto con la trappola per granchi, e occore quindi una amputazione. La reazione di Winter non si fa attendere e il delfino impara a nuotare senza la coda, adottando il movimento che distingue il movimento dei pesci. Il movimento in questione, però, gli procura uno stress alla spina dorsale, problematica evidenziata da una radiografia e che potrebbe condurla alla morte. Il ritorno di Kyle (Austin Stowell), un cugino di Sawyer campione di nuoto che ha appena concluso il servizio militare riportando l’amputazione di una gamba a seguito dell’esplosione di una bomba, spinge il ragazzo a fargli visita presso il centro medico ove è stato ricoverato. Nel corso di questa visita, Kyle fa la conoscenza con il dottor Cameron McCarthy (Morgan Freeman), specializzato in protesi. Lo stesso Sawyer inizia perciò a pensare alla possibilità di una coda protesica per Winter, e chiede l’aiuto del dottor McCarthy, il quale, a sua volta, riesce a far accettare al suo fornitore di rilasciargli le parti necessarie, senza alcun costo.

Il primo tentativo, un modello provvisorio, vede un sostanziale fallimento, tanto che il delfino si ferisce andando a sbattere sul muro della piscina. Quando addirittura sembra che la struttura sia ormai sul punto di chiudere, dopo i danneggiamenti inferti da un uragano e la decisione del consiglio di amministrazione contrario a proseguire una esperienza sino a quel momento fallimentare dal punto di vista economico, la salvezza arriva da un incontro casuale. Proprio mentre sembra che il terreno su cui sorge l’ospedale debba essere venduto, una madre e la figlia, le quali appresa la storia di Winter sono giunte sul posto da Atlanta, in quanto la ragazza ha perso da parte sua la gamba sinistra, convincono Sawyer, che non si è mai arreso all’idea, a dare vita a una ultima azione, l’organizzazione di una giornata per salvare il delfino e l’impianto.

La giornata viene anche ripresa dall’emittente televisiva Bay News 9 e coronata da successo. Quando finalmente tutto sembra pronto per il definitivo innesto della protesi, i problemi non sono però finiti, in quanto la guaina irrita la pelle di Winter. Il guaio verrà infine risolto con una guaina gelatinosa, mentre anche l’ospedale viene salvato dalla decisione dell’imprenditore di annullare l’affare immobiliare e impegnarsi affinché la struttura rimanga aperta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori