OUT OF TIME/ Il film con Denzel Washington e Eva Mendes su Rete 4

- La Redazione

Questa sera, lunedì 21 aprile 2014, su Rete 4 va in onda il film del 2003 “Out of Time”, diretto dal regista Carl Franklin, con Denzel Washington ed Eva Mendes

out-of-time_filmR439
Out of time

La prima serata di lunedì 21 aprile, vedrà Rete 4 trasmettere Out of Time, una pellicola di azione diretta nel 2003 da Carl Franklin. La vicenda è ambientata a Banyan Key, una piccola località della Florida e vede protagonista Matthias Whitlock (Denzel Washington), il capo della polizia locale. Proprio lui, nel corso di una complessa operazione antidroga riesce a sequestrare denaro e altro materiale il quale risulterà determinante per portare alla condanna di Scarcetti, un boss della malavita. Se la vita professionale risulta per lui estremamente appagante, la vita privata di Whitlock è invece di tutt’altro segno. La sua relazione con Ann Merai Harrison (Sanaa Lathan), è infatti soprattutto una reazione alla separazione in corso dalla moglie Alex Diaa (Eva Mendes), anche lei poliziotta. La notizia della promozione della moglie in qualità di detective della squadra omicidi, e il suo definitivo abbandono del tetto coniugale, si accompagna a un certo punto a quella più drammatica riguardante Ann, la quale sta morendo di cancro. Avendo appreso la notizia, la donna ha peraltro deciso di cambiare l’intestatario della sua polizza di assicurazione sulla vita, estromettendo il marito che la maltratta da sempre a vantaggio dello stesso Matthias. La cifra prevista, alla morte di Ann, è di un milione di dollari. Proprio per aiutare la donna, Whitlock decide allora di prelevare dalla cassaforte del suo comando i soldi che erano stati sequestrati nel corso dell’operazione la quale aveva portato in galera Scarcetti, in modo da permettere ad Ann di curarsi. L’appuntamento concordato tra i due, però, vede la donna non presentarsi destando la preoccupazione e il sospetto del poliziotto, il quale decide di conseguenza di recarsi nell’abitazione della sua amante. Proprio mentre si aggira intorno alla casa, per capire se sia presente qualcuno, viene avvistato dalla vicina di casa e costretto ad allontanarsi in tutta fretta. Il giorno dopo, le sirene dei pompieri annunciano quello che è successo nel corso della notte: Ann e il marito, infatti, sono rimasti coinvolti nell’incendio doloso della loro abitazione, trovando la morte. A indagare sull’episodio, viene chiamata proprio Alex. Avendo compreso di poter diventare il sospettato principale, proprio per il gran numero di indizi che conducono alla sua persona, Whitlock decide quindi di passare al contrattacco al fine di eliminare le eventuali tracce in grado di collegarlo ad Ann, iniziando a indagare per capire cosa sia successo realmente.Proprio nel corso della sua investigazione, viene a scoprire che Ann non era malata e si mette alla ricerca del medico che le aveva diagnosticato il cancro. Il medico che aveva comunicato la notizia risulta però scomparso e il poliziotto capisce che era un falso dottore, recuperando però una penna sulla quale potrebbe aver lasciato delle impronte digitali in grado di identificarlo. Una volta venuto a conoscenza della vera identità del falso dottore, che si chiama in realtà Paul Cabot, si pone sulle sue tracce, trovandolo in un albergo proprio poco prima dell’arrivo di Alex.Entrato nella stanza di Cabot, ha una colluttazione con l’uomo, nel corso della quale il suo avversario viene ucciso, precipitando dal settimo piano. Subito dopo, Whitlock recupera la valigetta contenente i soldi di Scarcetti e lascia la struttura alberghiera senza essere visto. Da questo momento, inizia la corsa contro il tempo di Matthias, sempre incalzato da Alex e sempre un passo avanti nel tentativo di sottrarsi alla caccia che è giustificata dalla serie di indizi che lo indicano come un vero e proprio criminale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori