Ballarò, video copertina di Crozza: due mesi di fidanzamento con Renzi. Puntata 22 aprile 2014

- La Redazione

Il video della copertina di Crozza nella puntata di Ballarò di oggi, insieme ai temi e agli ospiti di Floris. Ricordiamo che la trasmissione si può seguire in streaming

Giovanni_Floris
DiMartedì

Ballarò, video copertina di Crozza e riassunto puntata 22 aprile Nella puntata di martedì 22 aprile della trasmissione Ballarò condotta da Giovanni Floris intervengono in qualità di ospiti la Ministro dellIstruzione Stefania Giannini di Scelta Civica, la rappresentante del Partito Democratico Alessandra Moretti, Elisabetta Gardini in rappresentanza di Forza Italia, il presidente della BNL Lugi Abete, il direttore del Ilfattoquotidiano.it Peter Gomez, il direttore del Tg4 Mario Giordano ed il candidato alla Commissione europea Verhofstadt. Dopo un cartello nel quale si riassume la decisione di Matteo Renzi di declassificare i documenti su alcune stragi che hanno caratterizzato la storia italiana come quella di Ustica del 1980 e quella di Piazza della Loggia del 1974, si parte con la classica copertina realizzata da Maurizio Crozza (clicca qui per il video). Crozza ha iniziato ricordando che sono passati esattamente due mesi, era il 22 febbraio, dal giuramento di Renzi come Premier. Noi italiani e Renzi è due mesi che siamo insieme: è il nostro anniversario. Ha quindi ironizzato sulle promesse dellex Sindaco di Firenze dicendo che si potrebbe pensare per lui a un regalo, vista loccasione, che però deve costare meno di 80 euro: magari un foulard come quello che usano i prestigiatori, anche se sicuramente ce lha già. Poi ha parlato del piano segreto per tagliare gli F35 senza che gli americani se ne accorgano, di cui ha scritto Repubblica oggi. Ha imitato quindi Renzi che cerca di convincere Obama a vendergli gli aerei a pezzi, così da poterli vendere mano a mano su ebay insieme alle auto blu per comprare i vari componenti successivi. Quindi ha indirizzato una frecciata a Beppe Grillo, che ha detto che non ci sono le coperture per gli 80 euro in busta paga in più. Il leader del Movimento 5 Stelle, però, ha ricordato Crozza, voleva darne 1.000 di euro al mese come reddito di cittadinanza. Come avrebbe fatto? Infine il comico genovese ha ironizzato sul fatto che il Cardinal Bertone sta facendo restaurare un appartamento di 700 mq di fianco al bilocale di 70 mq del Papa. Quindi ha imitato Bergoglio che apprende che quasi tutti gli ex segretari di Stato vaticani hanno appartamenti molto grandi. Al Papa Crozza fa dire unultima battuta finale che il Pontefice vorrebbe dire al prossimo Angelus: Cari fratelli, care sorelle, ma de che stamo a parlà?.

La discussione in studio parte con la Gardini che rimarca come a suo dire la proposta degli 80 euro non sia del tutto chiara soprattutto sulla copertura finanziaria evidenziando come Renzi sia un grade comunicatore facendo arrivare agli italiani molto di più di quello che si sta facendo. Pronta la replica da parte della Moretti che dal proprio canto fa notare come il Governo sorretto dal Pd stia cercando di rilanciare la domanda interna dando liquidità ai ceti medibassi e soprattutto stia gettando le basi di un rilancio del mondo del lavoro tagliando lIrap di dieci punti percentuali ricordando il cosiddetto pacchetto sobrietà con tetto massimo allo stipendio dei manager pubblici e di quanti lavorano nella cosa pubblica. La Gardini non è daccordo sminuendo limportanza dellintervento e rimarcando come il bonus non sia strutturale in quanto non è detto che nel 2015 possa essere confermato. Daccordo con la Gardini è Mario Giordano che parla di possibili tassazioni maggiori per i contribuenti ed in particolare dei pensionati. Replica immediata della Moretti che parla di disinformazione evidenziando come soltanto le rendite verranno ritoccate. Dello stesso parere della Moretti è Luigi Abete che sottolinea come nel decreto si legga che per la prossima annata le risorse per il bonus debbano essere prese per forza di code dalla spending review. Abete dopo aver evidenziato come parte del bonus arrivi da un aumento della tassazione sulle banche da parte del Governo Renzi, fa presente alla Gardini che sia singolare da parte sua attaccare un Presidente del Consiglio in carica soltanto da due mesi definendolo solo un comunicatore che fa promesse quando in realtà Forza Italia venga da un ventennio di promesse tutte disattese. Secondo Peter Gomez, Matteo Renzi non abbia ancora in mente come operare da un punto di vista industriale mentre prevede che Renzi nel 2015 possa reperire le risorse per il bonus tagliando i servizi di cui normalmente hanno usufruito le persone che beneficeranno in busta paga di questo denaro. La Ministro Giannini dopo aver rimarcato come le azioni del Governo sia tese a portare una ristrutturazione dellItalia, rimarca come tutto quello che sta avvenendo non è soltanto merito di Renzi e del Pd bensì di tutta la coalizione che sostiene lo stesso Governo. La Giannini poi parla del fatto che non ci saranno tagli nei servizi resi dallo Stato. La Moretti dopo aver rimarcato come possa dar fastidio che finalmente si passi dalla parole ai fatti, evidenzia come non ci sia nessun allarmismo da lanciare agli italiani su presunte nuove tassazioni in quanto non si sta facendo che altro che dare maggiore risorse a ceti che in passato hanno ricevuto meno. Gomez trova che la scelta di indirizzare le risorse per i lavoratori che hanno uno stipendio da 8000 mila euro a 24 mila euro abbia un fine elettorale, Moretti sottolinea come presto saranno aiutate anche le altre categorie e come comunque le altre non vengono gravate di ulteriori tasse. Abete evidenzia come leconomia stia ripartendo piano piano ipotizzando circa 200 mila nuovi posti di lavoro entro lanno grazie ai provvedimenti del Ministro Poletti. Gomez ritorna sui fini elettorali del bonus degli 80 euro con la Moretti che ribadisce come Renzi ha promesso molto presto provvedimenti a supporto dei cosiddetti incapienti ossia quanti percepiscono meno di 80 mila euro allanno.

Lultima parte della puntata è dedicata a una intervista che Giovanni Floris realizza al Ministro dellEconomia Padoan, il quale rimarca come gli 80 euro di bonus andranno a regime a partire dal prossimo anno. Il Ministro evidenzia inoltre come questa manovra in cui si tagliano di fatto le tasse dando nuove risorse a cittadini ed imprese, il tutto viene finanziato grazie ai tagli alle spese che dovrebbe portare ad un pareggio strutturale entro tre anni. Padoan rassicura sulle coperture finanziarie rimarcando come i tagli della spesa pubblica verranno concordati con gli enti locali con lobiettivo di evitare tagli lineari. Padoan si dice al tempo stesso preoccupato e molto fiducioso rimarcando la convinzione che leconomia possa crescere meglio di quanto il Governo stesso crede.

Ballarò, anticipazioni e ospiti puntata 22 aprile 2014 Questa sera, martedì 22 aprile 2014, alle 21.05 su Rai 3 va in onda un nuovo appuntamento con Ballarò, il talk show condotto da Giovanni Floris. In studio ci sarà il ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan che, in un’intervista con Floris, spiegherà i contenuti della manovra fiscale del governo Renzi che porterà 80 euro di bonus nelle buste paga degli italiani. Nel corso della puntata si affronterà anche il decreto della riforma del lavoro al voto, la politica economica di Renzi e si cercherà di spiegare tutto quello che cè da sapere sulla prossima busta paga. Parteciperanno al dibattito come ospiti in studio: il ministro dellIstruzione Stefania Giannini, Alessandra Moretti del Partito Democratico, Elisabetta Gardini di Forza Italia, il presidente della BNL Luigi Abete, il giornalista e scrittore Mario Giordano, il direttore del Fatto quotidiano.it Peter Gomez, il candidato alla presidenza della Commissione Europea Guy Verhofstadt. Come sempre la copertina satirica sarà affidata a Maurizio Crozza e non mancheranno i sondaggi del presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori