AMICI 13/ Chi è Riccardo Scamarcio, quarto giudice per la quinta puntata serale

- La Redazione

Riccardo Scamarcio sarà presente, in qualità di giudice, alla puntata di Amici 13 in onda questa sera. Si affiancherà a Gabry Ponte, Sabrina Ferilli e Luca Argentero

scamarcio_r439
Riccardo Scamarcio (Infophoto)

Riccardo Scamarcio sarà presente, in qualità di giudice, alla puntata di Amici 13 in onda questa sera. Nato ad Andria nel novembre del 1979, l’attore pugliese è un vero e proprio sex symbol del cinema italiano. Dopo aver esordito partecipando ad alcuni fotoromanzi, ha avuto una prima ondata di popolarità grazie alla serie televisiva Compagni di scuola, andata in onda su Rai Uno nel 2002, ove ha lavorato insieme ad attori già noti come Massimo Lopez e Paolo Sassanelli e molte giovanissime promesse come Cristiana Capotondi, Samuela Sardo, Laura Chiatti e Camilla Filippi. Dopo aver abbandonato la Scuola Sperimentale di Cinematografia, senza peraltro conseguire il diploma, ha quindi preso parte nel 2003 a La meglio gioventù, di Marco Tullio Giordana, facendosi notare nei pochi minuti della sua prova, per poi girare la sua prima parte da protagonista in Prova a volare, un film uscito però solo nel 2007. La grande notorietà è arrivata nel 2004, quando ha recitato in Tre metri sopra il cielo, film di Luca Lucini tratto dal testo di Federico Moccia. Nell’anno successivo ha poi preso parte a Texas, conoscendo sul set Valeria Golino, con cui ha formato coppia anche nella vita privata, e a Romanzo criminale, alle dipendenze di Michele Placido.

Nel 2006 è tornato sul piccolo schermo, prendendo parte a La freccia nera, remake di Canale 5 del celebre sceneggiato che lanciò Loretta Goggi alla fine degli anni ’60, affiancando Martina Stella. Nel corso dell’anno successivo ha recitato addirittura in quattro pellicole, tra cui Mio fratello è figlio unico, diretto da Daniele Luchetti e tratto dal romanzo “Il fasciocomunista” di Antonio Pennacchi, dando vita a un personaggio duramente contestato dallo scrittore di Latina. Ancora più corposo il suo ruolino di marcia nel 2009, quando le pellicole sono diventate cinque, tra le quali hanno spiccato Verso l’Eden, di Costa Gavras, Il grande sogno di Michele Placido e L’uomo nero di Sergio Rubini. L’anno successivo lo ha quindi visto limitarsi a Le mine vaganti, di Ferzan Ozpetek, mentre nel 2011 ha preso parte tra gli altri a Manuale d’amore 3, diretto da Giovanni Veronesi, in cui ha recitato in uno degli episodi con Monica Bellucci, oltre a prendere parte alla fiction televisiva Il segreto dell’acqua, con Valentina Lodovini, nella parte di un commissario odioso nel carattere quanto bravo nell’indagare. 

Nel 2012 ha poi recitato in To Rome with love, alle dipendenze del grande Woody Allen, e ne Il rosso e il blu, per la regia di Giuseppe Piccioni. Infine il 2013, in cui ha preso parte a quattro progetti, tra i quali Third person, diretto da Paul Haggis e Un ragazzo d’oro, di Pupi Avati. Nello stesso anno ha anche esordito come produttore per Miele, il film che ha segnato l’esordio in regia di Valeria Golino. Tra le notizie che lo hanno riguardato ultimamente, c’è quella in base alla quale Laura Chiatti lo vorrebbe come testimone per il suo matrimonio con Marco Bocci, a conferma della grande amicizia la quale lega i due dai tempi di Compagni di scuola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori