SI PU FARE/ Chi è Catherine Spaak, attrice francese naturalizzata italiana

- La Redazione

Tra i concorrenti di Si può fare, il nuovo programma condotto da Carlo Conti su Rai 1 in prima serata, cè anche Catherine Spaak, attrice francese naturalizzata italiana

CatherineSpaakR439
Cathrine Spaak
Pubblicità

Tra i concorrenti di Si può fare, il nuovo programma condotto da Carlo Conti su Rai 1, cè anche Catherine Spaak, attrice francese naturalizzata italiana e attiva ormai dalla fine degli anni 50 nel mondo dello spettacolo. Nata a Boulogne-Billancourt nellaprile del 1945 in una famiglia di artisti, è nipote di Paul-Henri, più volte primo ministro del Belgio. A soli 14 anni ha recitato una piccola parte ne Il buco, un film di Jacques Becker, per poi raggiungere il nostro Paese lanno successivo al fine di partecipare a I dolci inganni, una pellicola di Alberto Lattuada. La parte da lei interpretata, quella di unadolescente estremamente spregiudicata, ha quindi condizionato la fase successiva della sua carriera, tanto da esserle riproposto per film come Il sorpasso (1962), La parmigiana (1963) o La noia (dello stesso anno). 

Pubblicità

Nel 1966 ha poi preso parte a Larmata Brancaleone e ad Adulterio allitaliana, diventando una presenza fissa allinterno di molte delle commedie allitaliana delepoca. Gli anni 70 lhanno invece vista partecipare a horror come Il gatto a nove code di Dario Argento (1971) o pellicole a sfondo erotico come Storia di una monaca di clausura di Domenico Paolella. Nel 1976 è però apparsa in Febbre di cavallo, storica commedia di Steno ambientata nel mondo delle corse in cui ha ricoperto la parte di Gabriella, fidanzata di Mandrake (Gigi Proietti), in una parte che è probabilmente la più importante della sua carriera. Anche negli anni 80 ha preso parte ad alcune pellicole di rilievo, tra le quali Io e Caterina, diretta da Alberto Sordi nel 1980. 

Già nel corso del decennio precedente aveva però iniziato a collaborare in veste di giornalista per alcune testate come Il Corriere della Sera, Marie Claire, TV Sorrisi e canzoni, Amica e Il Mattino. Inoltre, il diradarsi dellattività cinematografica lha spinta a rivolgersi alla televisione non solo come conduttrice, nella cui veste ha condotto le prime tre edizioni di Forum al fianco di Santi Licheri, ma anche come autrice. stata proprio lei, infatti, a ideare Harem, talk show di grande successo andato in onda per quindici anni, a partire dal 1986. Nel 2007 ha preso parte a Ballando con le stelle, mentre nel 2013 ha partecipato a Un medico in famiglia.

Pubblicità

Ha inoltre inciso in qualità di cantante sette album, tra il 1963 e il 2011, oltre a una lunga sequenza di singoli. Tra questi, vanno ricordati in particolare Quelli della mia età, cover di un brano di Francoise Hardy e Lesercito del surf, coi quali ha raggiunto le posizioni di testa della hit tricolore negli anni 60.

Per quanto concerne la sua vita sentimentale, ha sposato nel 1963 Fabrizio Capucci, dopo averlo conosciuto sul set di La voglia matta, da cui ha avuto la figlia Sabrina, anche lei attrice, prima del rapido divorzio. Dal 1968 ha invece instaurato un lungo legame con Johnny Dorelli, sposandosi nel 1972, dal quale è nato il produttore Gabriele Guidi. Inoltre ha contratto un terzo matrimonio con Daniel Rey, nel 1991. È attualmente sposata con Vladimiro Tuselli, di diciotto anni più giovane, ex comandante di navi con il quale si è da poco sposata a Erice. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori