IL CASTELLO/ Stasera, Retequattro. Il film con Robert Redford

- La Redazione

Nella prima serata di martedì 3 giugno, Rete 4 manda in onda Il castello (The last castle), film drammatico diretto da Rod Lurie nel 2001. Ecco la trama.

Fotolia_telecomando_R439
Fotolia

Nella prima serata di martedì 3 giugno, Rete 4 manda in onda Il castello (The last castle), film drammatico diretto da Rod Lurie nel 2001. La trama racconta di un popolare generale dell’esercito, Eugene Irwin (Robert Redford), condannato dalla Corte Marziale e inviato in un carcere militare di massima sicurezza. Nella sua nuova destinazione viene subito omaggiato da tutti per il valore ampiamente dimostrato durante il servizio, provocando però l’immediata risposta della direzione, in particolare contro l’ex soldato Aguilar (Clifton Collins Jr.), reo di averlo salutato militarmente. Se in un primo momento il direttore, colonnello Winter (James Gandolfini) dimostra rispetto per il generale caduto in disgrazia, ben presto la stima generale da questi goduta lo spinge a cambiare del tutto il suo atteggiamento, soprattutto quando Irwin incoraggia i detenuti a ricostruire il vecchio muro del castello situato all’interno del penitenziario. La fazione che si raduna intorno a lui porta avanti ideali di vera giustizia e solidarietà, i quali sono invece contrastati da quella che continua a omaggiare il direttore, sperando in un trattamento migliore. Proprio i soldati legati al direttore danno poi vita alla distruzione del muro costruito dai seguaci di Irwin, portando alle stelle la tensione. Sarà proprio Aguilar, figlio di un muratore, a pagare con la vita venendo schiacciato dal mezzo corazzato usato per l’azione, sotto gli occhi degli attoniti compagni. La sua uccisione rappresenta però la goccia che fa traboccare il vaso, spingendo la fazione di Irwin a passare al contrattacco, al fine di occupare il castello e mutare radicalmente la situazione. Il piano studiato nei minimi dettagli, porta ben presto risultati concreti, di fronte ai quali il direttore decide di rivolgersi al suo superiore, un tempo sottoposto dello stesso Irwin, per poter avere a sua disposizione i cecchini. Il generale e i suoi uomini decidono quindi di arrendersi, ma quando Irwin decide di innalzare comunque il vessillo degli Stati Uniti, lo stesso direttore ordina ai cecchini di ucciderlo. Accortosi che non hanno nessuna intenzione di rispettare l’ordine, sarà perciò lui stesso ad abbattere il generale, finendo arrestato per il suo gesto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori