MATTEO GRANDI/ Vincitore Hell’s Kitchen Italia 2014: i fan lo incoronano!

- La Redazione

Matteo Grandi è uno dei finalisti di Hell’s Kitchen Italia 2014 condotto da Carlo Cracco. Nonostante abbia 24 anni, Matteo ha già una lunga esperienza accumulata anche all’estero

matteo-grandiR439
Matteo Grandi

Anche Hell’s Kitchen Italia è giunto alla fine. La finale di ieri ha decretato Matteo Grandi vincitore della prima edizione del programma. Una vittoria quasi annunciata o comunque che non lascia stupiti i fan del reality di Sky, che sulla pagina ufficiale di Facebook, Hell’s Kitchen Italia lo eleggono a pieni voti come il migliore concorrente della stagione. Ha colpito tutti per il suo carattere deciso, fondamentale per un ruolo di comando all’interno della cucina. Ora per lui inizia una nuova avventura… Clicca qui per leggere i commenti dei fan

Matteo Grandi è uno dei finalisti del talent condotto da Carlo Cracco. Nato il 25 aprile 1990 a Vicenza, Matteo ha già una lunga esperienza nella professione che ha deciso di inseguire fin da quando si è iscritto all’Istituto Alberghiero del Chievo, a Verona, e che gli è nata da bambino, quando aiutava sua nonna a preparare i pasti. In seguito si è formato sul campo, lavorando in due locali storici di Verona, l’Arco dei Gavi e il Torcolo.

Eppure non si è voluto limitare ai confini nostrani: infatti ha fatto esperienze anche all’esterno, a Shangai dove ha lavorato in un prestigioso ristorante, Da Marco, e poi in Kuwait, al Signor Sassi, e infine in India al Park Hyatt. Marco ricorda soprattutto quest’ultima esperienza, per il rigore con cui la cucina doveva essere organizzata in modo tale che non ci fossero mai contrattempi o intoppi.
Tornato in Italia, oggi Marco risiede a Soave ed è titolare di un ristorante, il De Gusto, ad Arcole, nel veronese.

Durante le interviste che ha rilasciato ha dimostrato di essere un po’ intimorito dalla figura di Cracco, e soprattutto dalla sua costante attenzione su ogni mossa che viene fatta dai concorrenti. Ciononostante, ha dimostrato sempre di saper padroneggiare l’ansia, visto che anche nella sua cucina è abituato al rigore e alla professionalità, tanto che alcuni l’hanno paragonata proprio a quella di Hell’s Kitchen.

In questo modo è sempre riuscito a districarsi brillantemente all’interno delle varie prove dovute affrontare con la sua squadra, la blu. Il momento più critico, a dimostrazione che la tensione della gara ha iniziato però pian piano a logorare anche lui, lo ha vissuto nel corso della puntata andata in onda l’8 maggio. Infatti durante la preparazione del filetto flambè è caduto nella gestione di un ingrediente fondamentale, il sale, tanto da rischiare l’eliminazione. Alla fine però Cracco ha deciso di lasciarlo in gara, e ora si giocherà la vittoria finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori