SYBIL CARBONE/ Chi è la finalista di Hells Kitchen Italia che ha pianto più volte

- La Redazione

Tra i finalisti di Hell’s Kitchen Italia, il talent show culinario affidato al perfido Carlo Cracco c’è anche Sybil Carbone, che in alcune occasioni è scoppiata in lacrime

Sybil_CarboneR439
Sybil Carbone

Tra i finalisti di Hell’s Kitchen Italia, il talent show culinario affidato al perfido Carlo Cracco, intento a rinverdire i fasti del suo collega d’oltremanica Gordon Ramsay, c’è anche Sybil Carbone. Nata a Sanremo il 15 novembre 1980, attualmente vive ad Alassio, soprattutto per motivi di lavoro. La ragazza è infatti chef all’interno del ristorante da lei stessa gestito, il Papèi Da Turta. Il locale, in realtà, era nato come friggitoria per poi trasformarsi con il passare del tempo in un luogo raccolto e caratterizzato da una suggestiva atmosfera che punta soprattutto sull’intimità, con una spiccata attenzione per la cucina legata al territorio. La sua passione è nata grazie al tempo trascorso sui fornelli con la nonna, di cui ha fatto tesoro. Una passione lasciata in via temporanea, al fine di studiare e laurearsi all’Accademia delle Belle Arti, ma poi tornato prepotentemente nella sua vita, sino a trasformarsi in una passione unica e divorante.

Dopo aver passato le selezioni e superato indenne il primo taglio Sybil è entrata ufficialmente nella cucina rossa. Nella prima puntata, quella del 17 aprile, ha esordito spegnando per sbaglio il gas usato da Amelia. per poi balbettare di fronte al filetto alla Rossini. Nella puntata del 24 aprile, dopo aver litigato con Sara per il riso, ha operato in veste di responsabile per i primi, senza eccessivo successo coi suoi risi al salto, aspramente rimbeccata da Cracco, rischiando molto quando si è trovata a parlare sopra la voce del conduttore e finendo in lacrime.

La puntata del primo maggio l’ha vista iniziare con cinque filetti praticamente distrutti, tanto da essere rimandata in cucina a pelare le cipolle, con nuovo abbondante versamento di lacrime, probabilmente di rabbia. Una frustrazione resa in confessionale, tanto da farle dire che chi guarda la trasmissione da fuori non riesce a comprendere il livello di stress che può essere raggiunto. Per sua fortuna a salvare la serata è stata Lorenza, la vincitrice della serata che ha deciso di tenerla in squadra, scelta confermata da Cracco.

Nella puntata dell’8 maggio si è vista addossare la colpa da Lorenza per le capesante ritenute non fresche, dando però prova di non abbattersi mai, soprattutto davanti alle pressioni di Cracco, ricevendone alla fine i complimenti. Un idillio durato poco, in quanto nella fase successiva il conduttore si è dichiarato in fase depressiva per il suo antipasto. Il 15 maggio ha esordito cambiando squadra, ormai in rotta con Carmelo, per poi sbagliare sulle orecchie di maiale e sulla salsa, esagerando con l’olio. Nonostante tutto, è poi riuscita a guadagnarsi il diritto di scegliere i suoi compagni alla fine della puntata. 

La prova del 22 maggio l’ha invece vista iniziare in maniera brillante, sbagliando però sul merluzzo, troppo salato e bruciando la salsa al vino rosso. Una puntata terrificante per lei, troppo presa ormai dall’ansia, mitigata però sul finale dall’inaspettato sostegno di Cracco, in uno dei suoi rari sprazzi di umanità e, soprattutto, dall’arrivo della giacca nera riservata ai finalisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori