Ulisse – Il piacere della scoperta. I segreti e i misteri di Parigi. Riassunto puntata 7 giugno 2014

- La Redazione

Ieri sera su Rai Tre è andata in onda una nuova puntata di Ulisse-Il piacere della scoperta. Alberto Angela ci ha portato alla scoperta di Parigi e dei suoi segreti

Ulisse-alberto-angela
ulisse il piace della scoperta

La puntata del 7 giugno della trasmissione di Rai 3 Ulisse – Il piacere della scoperta , condotta da Alberto Angela, si intitola Le meraviglie e i segreti di Parigi  ed è dedicata alla capitale francese, la città più visitata al mondo. Dopo la conquista della Gallia i Romani fondarono Lutetia Parisorum (la palude dei Parisi), in una posizione strategica, su un’isola che consentiva di guadare con facilità la Senna. I Romani favorirono l’emigrazione di 8.000 persone provenienti dalle campagne circostanti nella città, che crebbe progressivamente grazie al suo ruolo fondamentale nei commerci. La dominazione romana è testimoniata da alcuni resti storici come le terme, sulla riva gauche. Le terme sono state depredate in epoca medioevale ma secondo la ricostruzione la struttura funzionavano grazie al lavoro di molti schiavi che bruciavano legname per riscaldare l’acqua proveniente dalla Senna, utilizzata per scopi ricreativi. Dopo l’introduzione storica il documentario si concentra su alcuni luoghi conosciuti (e meno) della capitale francese. 

Si comincia con il Pont de Grenelle, dove si trova la Statua della Libertà, una copia identica (in dimensioni ridotte) di quella ben più nota di New York.  Il simbolo di Parigi è sicuramente la Tour Eiffel, uno dei monumenti a pagamento più visitati al mondo (250 milioni di visitatori all’anno). Progettata da Gustave Eiffel, fu inaugurata nel 1889, in occasione dell’Esposizione Universale per dimostrare al mondo la potenza industriale della Francia. La torre è alta 324 metri, ha un peso superiore alle 10.000 tonnellate, e poggia su fondamenta di soli 15 metri. Fu eretta grazie al lavoro di 132 operai ed è costituita da oltre 18.000 pezzi di ferro e 2,5 milioni di bulloni. L’opera non fu ben vista da una parte dell’opinione pubblica che chiedeva l’abbattimento dell’ inutile lampadario , evitato dallo sviluppo delle telecomunicazioni. La torre è molto elastica ed è leggermente piegata verso sud-est. Gli oltre 1600 scalini sono stati più volte percorsi nell’ambito di manifestazioni sportive (il record dell’ascesa è pari a 8 minuti e 51 secondi). Ogni 7 anni la torre viene ripulita da 25 pittori con 60 tonnellate di pittura (impressa rigorosamente in maniera manuale).

Si passa poi a parlare del Pont de l’Alma, portato alla ribalta delle cronache negli ultimi anni, a seguito della morte di Lady Diana, avvenuta in un incidente stradale nel 1997 nei pressi del ponte. 

Gli Champs-lysées è uno dei viali più famosi al mondo e collega Place de la Concorde all’Arco di Trionfo. Ideati da Maria de Medici, sono lunghi 2 chilometri e luogo di importanti manifestazioni, come la parata militare del 14 luglio, Festa Nazionale francese. Frequentati da oltre 300.000 persone al giorno, sono diventati una zona strettamente commerciale, in cui i residenti sono pochissimi. L’Arco di Trionfo, alto 50 metri, è ispirato all’Arco di Tito e venne costruito durante il dominio di Napoleone Bonaparte per celebrare le proprie vittorie militari. Napoleone fu sepolto nell’Hôtel des Invalides, in 5 sarcofagi costituiti da materiali diversi.

Un altro dei luoghi più visitati di Parigi è il gigantesco Cimitero del Père-Lachaise, costituito da un dedalo di strade (15 chilometri considerando solo i viali principali) in cui sono conservate 70.000 tombe, tra cui quelle di numerosi personaggi illustri, tra cui lo scultore Amedeo Modigliani, gli scrittori Marcel Proust, Honore de Balzac e Oscar Wilde e l’attore Yves Montand. La presenza della tomba del cantante Jim Morrison crea problemi di ordine pubblico, a causa delle intemperanze di alcuni fan che si ubriacano, si denudano, spacciano droga e addirittura staccano pezzi della tomba (da rivendere su internet) a martellate. La tomba più visitata in assoluto è quella del pianista polacco Chopin. Molte le leggende metropolitane riguardanti il cimitero, tra cui quella dell’uomo che avrebbe voluto essere sepolto assieme alla moglie ma pare sia finito, per sbaglio, assieme alla suocera.

Dopo una breve descrizione di luoghi significativi come Place de la Concorde, Place Vendome, l’Eliseo e il Teatro dell’Opera, Alberto Angela si è recato al famoso locale Moulin Rouge per seguire la preparazione dello spettacolo. Il local e è visitato da 600.000 persone all’anno, con un consumo complessivo di 240.000 bottiglie di champagne (quasi 800 al giorno). I ballerini devono possedere determinati requisiti fisici (altezza non inferiore a 1.75 metri per le donne e a 1,85 per gli uomini) e vengono scelti dopo audizioni che si tengono in tutto il mondo, aperti a chi possiede un’età compresa tra i 18 e i 35 anni. La ballerina Matilde Tutiaux ha mostrato alcuni passi dell’irriverente Can-Can, tra cui il Porto d’Armi e la Cattedrale, che prendono in giro, rispettivamente l’esercito e il clero. Dopo aver visto alcune immagini di Montmartre, Alberto Angela ha mostrato i sotterranei di Parigi, famosi per aver ambientato il famoso romanzo I miserabili  di Victor Hugo. Il sistema fognario fu ideato da Napoleone e attualmente è costituito da 2.300 chilometri di cunicoli, controllati elettronicamente. 

La puntata si chiude con un approfondimento sul Louvre, museo più visitato al mondo in cui sono conservate opere di valore inestimabile tra cui molte della scuola italiana. Oltre alla celebre Monna Lisa di Leonardo da Vinci (la donna più fotografata della storia) spiccano le opere di Giotto (Stigmate di San Francesco), Piero della Francesca (Ritratto di Sigismondo Pandolfo Malatesta), Andrea Mantegna (San Sebastiano), e le sculture di Michelangelo (i Prigioni) e Antonio Canova (Amore e Psiche).

Va in onda questa sera su Rai Tre, a partire dalle 21.05, una nuova puntata di Ulisse-Il piacere della scoperta. In questo appuntamento, Alberto Angela ci porterà alla scoperta di Parigi, dei suoi segreti e delle sue meraviglie. Vedremo infatti il conduttore percorrere la Senna a bordo di un battello d’epoca, utilizzando il fiume come un percorso nel tempo. La storia della capitale francese verrà esplorata in diverse tappe, partendo dalla sommità dell’Arco di Trionfo fino alla Torre Eiffel e alle torri della cattedrale di Nôtre Dame. Il programma ci porterà poi anche nel sottosuolo della città, svelando i suoi mondi sotterranei ma anche le sue origini più antiche quando era una città romana di nome Lutetia. Osserveremo quindi le tracce che i romani vi hanno lasciato, a partire dalle grandiose terme di Cluny, ma anche come la caotica città medievale è stata trasformata nel corso del Seicento dai re della famiglia Borbone  Luigi XIV e XV  amanti delle arti e della grandeur. Alberto Angela ci guiderà poi attraverso il complesso del Louvre, prima residenza nobiliare e oggi il museo più frequentato del mondo. Infine non mancherà una sosta al Moulin Rouge, simbolo della ville lumière, la città delle mille luci, dell’amore e della musica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori