BROTHERS/ Il film con Tobey Maguire, Natalie Portman e Jake Gyllenhaal

- La Redazione

Stasera su Rai tre va in onda Brothers. un film realizzato nel 2009 del regista Jim Sheridan, interpretato da Tobey Maguire, Natalie Portman e Jake Gyllenhaal

natalie_portmanR439
Natalie Portman

Stasera su Rai tre va in onda Brothers. un film realizzato nel 2009 del regista Jim Sheridan, interpretato da Tobey Maguire, Jake Gyllenhaal, Carey Mulligan, Clifton Collins, Natalie Portman e Sam Shepard. Diamo ora uno sguardo alla trama. Sam Cahill (Tobey Maguire) è un marines degli Stati Uniti, sposato con una bellissima moglie di nome Grace (Natalie Portman). Il loro è un matrimonio molto intenso e felice che ha portato alla nascita di due bellissime bambine. Sam può dirsi un uomo fortunato, anche se nella sua esistenza ci sono le preoccupazione per il proprio fratello minore, Tommy (Jake Gyllenhaal), da poco uscito di prigione per un periodo di detenzione abbastanza lungo, dopo aver compiuto una rapina a mano armata. Sam è un servitore dello Stato, che mette al primo posto gli interessi della Patria rispetto alla felicità personale e alla propria famiglia. Al marines viene affidata una missione in Afghanistan che comporta dei rischi, che Sam non ha nessuna paura di assumersi, mentre Grace tenta in ogni maniera possibile di farlo ragionare e tornare sui propri passi. Non cè niente da fare: Sam è deciso a partire. Passano pochissimi giorni dalla partenza di Sam per il Paese Asiatico e alla povera Grace arriva una terribile notizia: lelicottero sul quale viaggiava il marito, nel corso di unoperazione di controllo del territorio, è stato abbattuto da un gruppo di guerriglieri talebani.

Secondo le fonti diplomatiche, seppure non venga ritrovato il corpo, Sam è deceduto. La notizia, sconvolge  Grace, che vede cambiare completamente la propria esistenza: la donna è consapevole che la mancanza improvvisa del marito non avrà un contraccolpo soltanto per laspetto emotivo e sentimentale nel rapporto verso di lei e delle figlie, ma anche per quanto riguarda aspetti più concreti della vita, come quello economico. Dopo la morte del fratello, Tommy decide di prendersi cura di Grace e delle bambine. Inizialmente, Grace non vede di buon occhio la cosa, anche in ragione dei trascorsi di Tommy, ma ben presto si deve ricredere perché il cognato riesce a confortare le figlie, facendogli sentire il calore di una figura paterna. Inoltre, Tommy riesce a rendersi molto utile anche in diversi aspetti come, ad esempio, la restaurazione della vecchia cucina. Insomma, Tommy conquista a poco alla volta la fiducia di Grace, con la quale si instaura un rapporto via via migliore fino a che una sera i due arrivano a baciarsi. Sia Grace che Tommy fanno immediatamente un passo indietro, presi dassalto dai sensi di colpa. Nel frattempo, in Afghanistan, si appura che Sam non è morto ma fatto prigioniero da un gruppo di talebani, insieme al compagno Joe (Patrick Flueger).I due sono sottoposti ad una dura prigionia nel corso della quale non solo vengono torturati ma anche mal nutriti. Per loro ci sono problemi di natura psicologica anche perché i talebani fanno continuamente pressioni nei loro confronti, portandoli a realizzare un video nel quale sottolineano quanto sia ingiusta lazione di guerra mossa dallAmerica e come il popolo afghano sia superiore a quello americano.

Passano le settimane e i carcerieri di Joe e Sam, prendono coscienza dell’inutilità di avere questi due ostaggi per cui vorrebbero ucciderli ed al tempo stesso divertirsi con loro. Così mettono Sam davanti ad una cruenta decisione, ossia scegliere se uccidere il proprio compagno Joe oppure essere ucciso. Sam cerca di resistere ma in ragione delle pressioni, che gli vengono fatte, in un momento di pazzia uccide Joe con delle forti percosse.

Per Sam è un vero e proprio dramma. Qualche giorno più tardi viene tratto in salvo da un commando di soldati americani, che lo riportano in patria dove riabbraccia la propria famiglia. Tuttavia quanto accaduto lo segna tantissimo e soprattutto lo porta a soffrire anche la decisione di non rivelare a nessuno la cosa. Sam è diverso rispetto a quello pre-prigionia e della cosa si rendono conto le figlie che preferiscono lo zio e la stessa moglie, che però non riesce a capirne il motivo. In un momento di gelosia rispetto a delle parole della figlia con cui l’informa di un presunto rapporto sessuale tra la moglie e Tommy, Sam prima sfascia la nuova cucina e quindi punta la pistola prima contro il  fratello e poi alla propria testa. Tommy riesce fortunatamente a farlo ragionare. In seguito Sam va in un ospedale psichiatrico e dice alla moglie il perché del suo problema, trovando grande comprensione per un nuovo inizio per loro.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori