Nel centro del mirino, su La7 il film con Clint Eastwood e John Malkovich. Video trailer

- La Redazione

Questa sera, martedì 29 luglio, su La7 va in onda il film Nel centro del mirino, diretto da Wolfgang Petersen e con protagonisti Clint Eastwood e John Malkovich

Nel-centro-del-mirino-R439
Clint Eastwood nel film

Stasera La 7 propone in prima serata il film Nel centro del mirino (titolo originale: In the Line of fire). Le pellicola è del 1993, diretta da Wolfgang Petersen con Clint Eastwood, John Malkovich e Rene Russo. Frank Horrigan è un anziano agente dei servizi segreti, che è tormentato dai sensi di colpa per non aver protetto trentanni prima John Kennedy a Dallas. Ora Horrigan deve trovare Mitch Leary per impedirgli di uccidere il nuovo presidente. 

Questa sera, martedì 29 luglio, su La7 va in onda Nel centro del mirino (titolare originale: In the line of fire), film thriller del 1993 diretto da Wolfgang Petersen mentre sceneggiatura e soggetto sono state curate da Jeff Maguire. Nel film ci sono diversi attori di primo piano oltre ai due principali protagonisti Clint Eastwood e John Malkovich, come Dylan McDermott, Rene Russo, John Mahoney e Jim Curley. La pellicola ha ottenuto diversi riconoscimenti e in particolare tre nomination ai Premi Oscar del 1994 per il miglior attor non protagonista (John Malkovich), la migliore sceneggiatura originale (Jeff Maguire) e il miglior montaggio (Anne V. Coates). Ha ottenuto anche una nomination ai Golden Globe sempre per linterpretazione di John Malkovich. Frank Horrigan (Clint Eastwood) è uno degli agenti segreti di punta degli Stati Uniti dAmerica negli anni ’60. Un periodo molto controverso non solo per le tensioni a livello internazionale esistenti con lUnione Sovietica ma anche per una serie di situazioni interne allo stesso Paese Americano dovute in parte a movimenti di natura ideologica contrari ad alcuni provvedimenti presi dal Governo. Horrigan è deputato a valutare le situazioni allinterno del Paese al fine di tenere sotto controllo lordine pubblico a stelle e strisce. Nello specifico il compito dellagente Horrigan è quello di anticipare possibili manifestazioni di violenza nei riguardi degli uomini maggiormente di influenza a partire dal Presidente. Purtroppo proprio negli anni in cui Horrigan svolge questo compito allinterno dei servizi segreti e per lesattezza nel 1963, avviene uno dei fatti più critici e drammatici della storia americana nel dopo guerra. A Dallas lallora presidente degli Stati Uniti, John Kennedy, è vittima di un attentato con una pallottola che lo centra in pieno mentre si trova a bordo dellautomobile presidenziale al fianco della propria moglie. Kennedy muore praticamente sul colpo. Horrigan si ritiene in parte responsabile di quello che è accaduto al Presidente Kennedy, in quanto non è stato capace di prevedere per tempo l’attentato. Passano gli anni e Hoorigan incomincia ad affogare i propri sensi di colpa nellalcol diventando un uomo molto diverso rispetto al passato. Sono tantissime le sere che rientra a casa dalla propria famiglia completamente ubriaco, tenendo un atteggiamento poco rispettoso nei riguardi dei propri familiari. Ben presto viene allontanato dalla moglie per via de suo modo di fare via via sempre più violento. Tuttavia riesce in qualche maniera a mantenere il proprio lavoro anche se in virtù del suo stato emotivo gli vengono assegnati compiti di routine. Una sera mentre si trova nel proprio appartamento, riceve una telefonata da una misteriosa persona che dice di chiamarsi Booth (John Malkovich). La cosa appare immediatamente molto strana in quanto Booth è il nome di quello che è stato lassassino di Abraham Lincoln. Infatti, Booth il cui vero nome è Mitch Leary, palesa allagente l’intenzione di assassinare il nuovo Presidente degli Stati Uniti e lo sfida a fermarlo in tempo. Hoorigan ha subito la consapevolezza di avere lopportunità di riscattare quello che era successo con Kennedy. Le telefonate di Booth si fanno sempre più insistenti e hanno come risultato un sempre maggiore nervosismo nellagente che diventa praticamente ossessionato dalla cosa. Horrigan riesce a farsi assegnare alla scorta personale del Presidente al fine di proteggerlo. Lagente è deciso a non trascurare nessunaspetto tantè che diventa troppo apprensivo rendendola la vita praticamente impossibile agli agenti della scorta. La situazione si aggrava sempre di più anche per effetto delle continue minacce che riceve quotidianamente da Booth, fino a che non viene sospeso dal proprio incarico. Nonostante questo lagente non si arrende e continua a tenere sotto controllo la situazione fino a che non va in scena effettivamente lattentato da parte del mitomane con Horrigan che però riesce a farsi trovare pronto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori