CUORE RIBELLE / Anticipazioni: Miguel viene arrestato per colpa di Eugenia. Puntata 30 luglio 2014. Ascolti ultimo episodio

- La Redazione

Nella prossima puntata di Cuore Ribelle, in onda mercoledì 20 luglio 2014, Miguel viene arrestato e Sara inizia a essere gelosa del rapporto tra il tenente ed Eugenia

cuore_ribelle_r439
Cuore Ribelle in onda su Rete 4

Nella puntata di oggi, mercoledì 30 luglio, Avaro si reca alla caserma per denunciare il tenente Romero dopo che Eugenia gli ha confessato che l’uomo ha tentato di abusare di lei: Miguel viene quindi messo in prigione. Martedì 29 luglio la soap opera ha conquistato 1.340.000 spettatori con l11.07% di share, registrando un calo rispetto al primo appuntamento della settimana che avea segnato il 12.07% di share.

Nella prossima puntata di Cuore Ribelle Miguel viene arrestato e Sara inizia a essere gelosa del rapporto tra il tenente ed Eugenia. Ma proma si scoprire le anticipazioni, rivediamo quanto successo ieri nella soap. Blas decide di rifiutare la proposta di Alvaro (Ivan Hermés) di acquistare i suoi terreni e gli comunica la sua decisione di affitarli a Roberto (Isak Ferriz) e alla famiglia Pérez. Alvaro si sfoga poi con Fermin, ma l’uomo gli fa notare che ha soltanto risparmiato dei soldi, dato che i terreni non valgono molto. Alvaro lo informa allora del fatto che ha insistito per acquistare quei terreni che apparentemente hanno poco valore perché, tra non molto tempo, su quelle proprietà sorgerà una linea ferroviaria che arriverà fino alla capitale. Sara (Marta Hazas) comunica a Roberto di aver stampato i volantini che ha intenzione di diffondere e quando il ragazzo fa cenno di volerla baciare, la ragazza si ritrae infastidita, perché le pare che tutti gli uomini con cui ha avuto a che fare ad Arzana sembrano essere convinti di poterla affascinare con facilità. Il ragazzo ringrazia poi Sara per aver stampato i volantini e per tutto l’aiuto che gli ha dato, e promette di sdebitarsi, un giorno, in un modo o nell’altro. Blas comunica a Cosme (Manuel Galiana) la sua intenzione di affittare i suoi terreni ai Perez e di non venderli ad Alvaro: l’uomo sembra essere molto contento della cosa, mentre Blas, adesso che sa che i suoi terreni sono in buone mani, dice di poter morire in pace. I due, poi, si lasciano andare a una malinconica rievocazione dei ricordi della loro infanzia e adolescenza. Eugenia (Sara Rivero) ringrazia Carmen (Pastora Vega) per tutto l’amore che nel corso degli anni ha dato a lei e a suo fratello, perché è stata capace di non far sentire loro in maniera così forte la mancanza di una madre. Carmen fa presente alla ragazza che, forse, le cose cambieranno, adesso che Martina sta per sposare suo padre German (Pep Munnè), ma Eugenia le fa capire che lei è insostituibile e che nessuna potrà prendere il suo posto. Eugenia si sfoga poi con la domestica, dicendole che teme che rimarrà da sola per tutta la vita, ma Carmen la consola, facendole notare che è ancora giovane e troverà sicuramente qualcuno che fa per lei. Inoltre, per aiutare la ragazza, si fa aiutare nella preparazione delle torrillas, svelandole che per conquistare gli uomini è anche necessario essere capaci di prenderli per la gola. Blas, dopo aver deciso di affittare i terreni, va via da Arazana.

Alvaro vuole vedere d’urgenza padre Damian (Joaquin Hinojosa) per chiedergli di impedire le nozze tra Martina e suo padre, dato che la donna non è battezzata e lo sta anche tenendo nascosto. Il prete dice di esserne a conoscenza e il ragazzo gli spiega che non può acconsentire al matrimonio e che deve assolutamente tentare di far tornare il padre sulla rettavia. Non vista, Martina ascolta tutta la conversazione e sembra essere visibilmente allarmata. Eugenia consegna a Miguel (Carlos Francino) le torrillas che ha fatto per lui con l’aiuto di Carmen, ma l’uomo non sembra accettare il pensiero gentile della ragazza e si giustifica dicendo di non poter accettare nulla mentre si trova in servizio, lasciando molto delusa la ragazza. Carranza (Juan Gea) e i suoi si preparano per l’assalto alla dirigenza che trasporta il vescovo di Cordoba e raccomanda a tutti di stare attenti affinché non scorra del sangue; non sembra inoltre volere Sara al momento dell’azione. Martina e German annunciano a Eugenia e Alvaro che tra qualche giorno si battezzerà, e mentre Eugenia si compliementa con lei, Alvaro sembra essere molto deluso, perché adesso il padre potrà sposare la donna. A un certo punto, sentendo parlare il padre e la sua donna di matrimonio, Eugenia scoppia a piangere e fugge via, continuando a pensare che non riuscirà mai a sposarsi.

Cosme e Roberto cominciano a organizzare lo sfruttamento dei terreni di Blas, ma Tomas sembra essere molto scettico e teme che i due non riescano nella loro impresa. Miguel, intanto, si occupa di vigilare sulla diligenza che trasporta il vescovo, mentre German chiede aiuto a Carmen di occuparsi dell’organizzazione del suo matrimonio perché ha totale fiducia in lei ma la domestica teme che Martina possa avere da ridire. Infine, Carranza e la sua banda si lanciano nell’assalto alla diligenza che trasporta il vescovo, che viene protetto da Miguel, mentre Eugenia finge che quest’ultimo l’abbia aggredita per attirare la sua attenzione.

Trama puntata 30 luglio 2014 – Alvaro si precipita alla caserma per denunciare il tenente Romero dal momento che Eugenia gli ha confessato che questi ha tentato di abusare di lei. Miguel viene quindi messo in prigione davanti allo stupore dei suoi colleghi. Eugenia, però, dopo averne parlato con Carmen si rende conto di aver commesso un errore, solo per attirare l’attenzione del tenente e della sua famiglia e, per questo, si precipita a ritirare la denuncia porgendo le sue più sentite scuse. Nel frattempo, però, Alvaro è concentrato su un’altra questione: infatti ha assunto dei detective privati americani per indagare sul passato di Martina a Cuba e ha scoperto una verità raccapricciante. Mentre Miguel parla con Eugenia in paese, Sara li scorge e nasce in lei una certa gelosia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori