Superfantozzi, stasera su Italia 1 il quinto film della serie con Paolo Vilaggio. Video promo

- La Redazione

Stasera su Italia 1 va in onda il film Superfantozzi, con Paolo Villaggio. Si tratta del quinto capitolo della saga dedicata a quello che resta il ragioniere più famoso d’Italia

paolovillaggio
Paolo Villaggio, oggi in 'Pappa e ciccia' su Rai 3

Stasera su Italia 1 va in onda il film Superfantozzi che narra le vicende dellimbranato ragionier Ugo Fantozzi, interpretato da Paolo Villaggio, nel corso della storia. La scena si apre quando Dio crea Fantozzi e allora per riparare allerrore crea Adamo. Così dà loro due mogli. Ma Fantozzi è innamorato di Eva, tanto che commette il peccato e raccoglie il frutto proibito. Così viene cacciato dal Paradiso Terrestre. Fantozzi si ritrova poi durante letà della pietra e nel frattempo ha messo su famiglia: ha una figlia, Mariangela. Si ritrova quindi a lavorare allinvenzione della ruota. Poi nellantica Grecia. Quindi in Palestina. E ancora: nel Medioevo, poi durante la rivoluzione francese, la Breccia di Porta Pia, nel periodo della Prima Guerra Mondiale quando viene inventato il cinema, nellAmerica degli anni Venti e infine negli anni Ottanta. Cliccando qui è possibile vedere il promo di Mediaset, che lancia anche Fantozzi va in pensione, film che andrà in onda in seconda serata.

Va in onda stasera su Italia 1 il film Superfantozzi, con Paolo Villaggio. Superfantozzi è il quinto capitolo della saga dedicata a quello che resta il ragioniere più famoso e sfortunato dItalia. Il film è stato girato nel 1986 sotto la regia di Neri Parenti. Vediamo la trama. Il Signore Dio dopo aver creato il giorno, la notte ed il Mondo decise di modellare il primo uomo: Ugo Fantozzi (Paolo Villaggio). Resosi conto di come questa forma di vita avesse molte imprecisioni e non fosse per nulla soddisfacente, ne creò un altro, Adamo (Luc Merenda) che, a differenza del primo, aveva un aspetto migliore. Dio decise di dargli una compagna, Eva (Eva Lena), che potesse stargli sempre accanto nel Paradiso Terrestre. Fantozzi vedendo la gioia nel volto di Adamo, chiese al Signore che anche a lui fosse data una compagna. Dio allora creò da una costola dello stesso Fantozzi, Pina (Liù Bosisio), che di certo non ricalcava le aspettative di Fantozzi, che infatti era ammaliato dalla bella Eva. Per lei Fantozzi raccolse il frutto proibitivo per poi venire punito dal Signore con lallontanamento dal Paradiso Terrestre. La storia prosegue durante letà della Pietra, nella quale Fantozzi che, nel frattempo, ha messo su famiglia dando alla luce la propria figlia Mariangela (Plinio Fernando), si ritrova a fare i conti con il solito Filini (Gigi Reder) e linvenzione della ruota che avviene in maniera del tutto casuale e che si porterà dietro per tutta la storia. Fantozzi nellantica Grecia è il nobile Filippine, che dopo aver visto vincere la battaglia nei pressi di Maratona, percorre tutti i 42 km e 195 metri per raggiungere Atene ed informare di quanto avvenuto. Fantozzi nellultimissima parte della sua corsa si ritrova sfinito senza neppure un minimo di energia a barcollare, senza nessuno che possa dargli un aiuto, altrimenti viene squalificato proprio come succede nelle moderne olimpiadi. Il successivo episodio vede Fantozzi catapultato nella Palestina nei giorni in cui si sta compiendo la Passione di Gesù Cristo. Fantozzi è vittima di una serie di situazioni riportarte nel Vangelo come, ad esempio, il fatto che bruci casa dopo aver saputo della morte di suo zio Lazaro e di come abbia ereditato tutto il suo patrimonio. Peccato che poi  Gesù lo riporta in vita per la disperazione di Fantozzi. Nel corso del Medioevo, Fantozzi riesce a ritornare vivo dalle crociate cristiane in Terra Santa e non appena mette piede in casa cerca in ogni modo di aprire la cintura di castità in ferro, che ha posizionato sul corpo della propria moglie. La passione però gli passa quando vede la bellissima principessa che andrà in sposa a chi vincerà un torneo tra cavalieri. Fantozzi potendo contare sulla leggendaria Excalibur vi partecipa e vince ma rendendosi conto di aver spezzato il cuore della moglie, rifiuta la mano della principessa per tornare da lei. Fantozzi si ritrova ad avere a che fare con il leggendario Robin Hood, il quale prima gli consegna dei soldi in quanto ridotto in miseria per poi toglierglieli nel giro di pochi minuti, visto che Fantozzi grida ai quattro venti di essere diventato ricco. Il successivo episodio fa riferimento alla Rivoluzione Francese, con Fantozzi tra i più accaniti detrattori dei nobili.

Durante l’esecuzione di uno di essi, la ghigliottina si blocca con Fantozzi che sale sul patibolo e nel tentativo di sbloccarla rimane evirato. Siamo poi catapultati nella Roma della metà del 1800 con Fantozzi che ha acquistato una casa proprio nella prossimità di Porta Pia e manco a dirlo la breccia viene fatta proprio all’altezza della sua cucina, mentre lui sta mangiando insieme ai propri familiari. Fantozzi poi si ritrova coinvolto prima nella invenzione del Cinema, quindi nella Prima Guerra Mondiale, nell’America degli anni Venti alle prese con la ricerca del lavoro ed una casa, quindi è uno dei Kamikaze giapponesi, durante il secondo conflitto mondiale, mentre negli anni Ottanta è il ragioniere Ugo Fantozzi mentre si reca allo stadio per vedere la partita di calcio tra l’Italia e la Scozia, che si tramuta in una vera e propria guerriglia tra le opposte tifoserie, con Fantozzi che ha la peggio insieme al ragionier Filini. Il finale vede Fantozzi in una casa spaziale, in un futuro ipertecnologico ma comunque sottomesso dal proprio capo in azienda.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori