Voyager – Ai confini della conoscenza, puntata di oggi 11 agosto. Riassunto ultima puntata

Questa sera su Rai 2 va in onda una nuova puntata di Voyager – Ai confini della conoscenza. Con le anticipazioni vediamo dove ci porterà la trasmissione di Roberto Giacobbo

11.08.2014 - La Redazione

Nella puntata di lunedì 11 agosto 2014 della trasmissione Voyager Ai confini della conoscenza, il conduttore Roberto Giacobbo porta i telespettatori ad effettuare unaffascinante viaggio tra le bellezze di una terra affascinante come la Sicilia. Il primo argomento sul quale viene focalizzata lattenzione è relativa al ruolo storico che hanno svolto i Beati Paoli. Queste figure inizialmente sembravano essere a supporto della povera gente ma poi siano diventati una sorta di giustizieri pronti a colpire quanti non avevano subiti una pena congrua a quello che avevano fatto. Giacobbo racconta di unaltra versione secondo la quale fossero dei giustiziere su commissione ossia venivano pagati da privati affinchè facessero per loro il lavoro sporco per cui sarebbero stati di fatto una sorta di killer. Si entra allinterno di una zona sotterranea indicata come un vero e proprio tribunale nel quale avveniva effettivamente lincontro tra i Beati Paoli, solitamente intorno alla mezzanotte e con tanto di cappuccio in testa proprio come avviene in ogni società segreta. Si cambia decisamente argomento con Giacobbo che riporta quella che viene presentata come una vera e propria leggenda ossia la possibile esistenza nellantichità di una civiltà completamente scomparsa per via di una cataclisma, proprio come nel caso di Atlantide. Quindi si parla di una piramide in fondo al mare che si troverebbe nei pressi di una isola giapponese, Yonaguni, che stando ad alcune ricerche basate per la maggior parte di supposizione, attesterebbero la presenza sulla Terra di una civiltà antecedente di ben settemila anni a quella conosciuta grazie a documenti storici. Viene mostrato il punto dove potrebbe essersi incastrata questa costruzione delluomo che in effetti appare di forma tale da lasciar pensare che possa essere stata fatta dalluomo. Continuando nella ricostruzione a computer della struttura ci si rende conto che sulla parte in alto ci sono due statue che presentano una forma molto simile alle tartarughe. Si ritorna a parlare della Sicilia e della possibilità che anche in questa zona molto secoli prima della presenza attestata dai documenti storici ci fosse una civiltà poi sparita per il presentarsi di un drammatico cataclisma capace di portare alla scomparsa della stessa civiltà, senza lasciare alcuna traccia visibile. Tuttavia vengono mostrate delle iscrizioni rupestri nella grotta del genovese e quindi vengono ascoltate le disamine di diversi storici ed esperti secondi i quali pare ci siano delle basi per ritenere che Atlantide possa essere esistita in Sicilia anche se alcuni parlano della possibilità che questa mitica civiltà si potesse trovare nelle vicinanze della Sardegna. Naturalmente ci sono anche degli scienziati e degli storici che si dicono certi che la teoria non abbia nessun riscontro nella realtà dei fatti. Giacobbo però vuole andare a vedere con i propri occhi nelle profondità del largo dellestrema punta a sud della Sicilia, effettuando delle immersioni nel corso delle quali si intravede una roccia piuttosto particolare, la cosiddetta Palata Bianca, ossia una conformazione rocciosa molto simile ad una muraglia. Si passa a scoprire i segreti dellisola di Malta ed in particolare di una civiltà che avrebbe abitato la piccola isola intorno al 2000 avanti Cristo per poi sparire nel nulla. Secondo quanto ricostruito nel servizio il perché della scomparsa dellantica popolazione di Malta, potrebbe essere riconducibile ad un possibile tsunami di straordinaria intensità che avrebbe letteralmente travolto lisola ed i propri abitanti. Il prossimo servizio ed argomento è dedicato al più grande vulcano attivo di tutta lEuropa, lEtna. Si parla dello strano fenomeno che sta avendo luogo nel piccolo centro di Caronia posto nella provincia di Messina, dove nonostante lassenza di energia elettrica i contatori elettrici prendano inspiegabilmente fuoco. Un altro fenomeno molto simile pare abbia coinvolto un elicottero costretto a tentare un atterraggio di fortuna in quanto le pale durante il volto allimprovviso hanno preso fuoco. Il fenomeno va avanti da diversi anni e per il momento nessuno è riuscito nellimpresa di spiegare il motivo per il quale levento si manifesti. Un altro mistero presente in Sicilia è quello relativo alla galleria Tremonzelli che per lalto ed incredibile tasso di incidente che in essa si verificano, viene detta Galleria del Terrore. Ci sono stati anche casi in cui allimprovviso alcuni veicolo prendano fuoco in maniera del tutto inspiegabile. Secondo alcuni esperti il perché di tutto ciò potrebbe essere riconducibile alla formazione di campi elettromagneti di grande intensità. Il mistero cresce quando vengono mostrate le immagini che attestano la presenza sul luogo di forze militari arrivando a parlare della possibilità che si stiano effettuando dei test per verificare lefficacia di nuove tecnologie belliche. Nella parte finale della trasmissione, Roberto Giacobbo effettua una spettacolare escursione sulle pendici dellEtna parlando di alcuni dati del vulcano come ad esempio quello delleruzione più lunga di sempre di ben 120 giorni. Finale dedicato ad altri vulcani presenti in Sicilia come quello di Marsilli che è sommerso nel mar Tirreno e che una superficie spaventosa (sarebbe il più grande dEuropa) e quello di Stromboli che ancora in attività che nel 2002 è stato minacciato da uno tsunami.

Sarà visibile anche in diretta streaming video la nuova puntata in programma questa sera di Voyager, che va in onda su Rai Due. Protagonista di questa puntata condotta da Roberto Giacobbo è la Sicilia. Lisola viene raccontata a partire dai vicoli di Palermo sino ad arrivare alle pendici dellEtna. E ancora: dai fondali di Linosa alla Cattedrale della Vergine, dalle grotte di Levanzo ai segreti del mare. Si parlerà dei Beati Paoli: chi erano? Voyager ripercorre la storia della setta, seguendo le sue tracce attraverso i sotterranei delle chiese e della città di Palermo. Clicca qui per guardare la puntata in diretta streaming.

Questa sera, lunedì 11 agosto 2014, su Rai 2 va in onda una nuova puntata di Voyager – Ai confini della conoscenza, il programma di divulgazione scientifica condotto da Roberto Giacobbo che in questo appuntamento ci porterà alla scoperta della Sicilia. Dai vicoli di Palermo alle pendici dellEtna, dai fondali di Linosa alla Cattedrale della Vergine, dalle grotte di Levanzo ai segreti del mare.  Come sempre sono tante le domande a cui si cercherà di dare risposta: è possibile che unantica civiltà scomparsa sia nascosta sotto le acque del canale di Sicilia? Atlantide esisteva davvero? Si parlerà anche dei Beati Paoli, la famosa setta di assassini che avrebbe agito a Palermo fino allOttocento. Le telecamere di Voyager ne hanno ripercorso la storia seguendone le tracce nei sotterranei delle chiese e della città. Infine spazio anche alle distruzioni dellEtna: 8.000 anni fa il vulcano ha causato un maremoto capace di distruggere tutto il Mediterraneo Orientale?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori