LE TRE ROSE DI EVA 3/ Anticipazioni terza stagione: aperto il set e cominciate le riprese

- La Redazione

Le tre rose di Eva 3, anticipazioni: in settimana sono cominciate le riprese della terza stagione della fortunata fiction di Canale 5 che tornerà quindi in onda

anna-safroncik
Anna Safroncik

Hanno avuto inizio in settimana le riprese della terza stagione de Le tre rose di Eva. A testimoniarlo, le foto che la pagina Facebook ufficiale della fiction ha cominciato a pubblicare. Per il momento, sono solamente tre i personaggi apparsi nelle foto: Alessandro (Roberto Farnesi), Edoardo (Luca Capuano) e Laura Sommariva (Elisabetta Pellini), ma sicuramente nelle prossime settimane potrebbero arrivare nuovi scatti per accontentare la gioia dei fan. Che ci sarebbe stata una terza stagione era stato accennato già lo scorso novembre, nel corso della messa in onda della seconda stagione, dalla protagonista Anna Safroncik. Per quanto concerne le anticipazioni sulla terza stagione, ci sarà un ventaglio di situazioni molto ricco, da Veronica (Euridice Axen) che uscirà di prigione a Ruggero Camerana (Luca Ward), pronto a tornare più malvagio di prima, mettendo le premesse per l’arrivo di nuovi personaggi che andranno a rimpiazzare quelli morti nella seconda serie. Non mancheranno naturalmente nuovi grandi misteri che, assieme alla relazione dei protagonisti, costituiscono il nucleo de Le tre rose di Eva. Tuttavia con l’ultima puntata della seconda serie dove eravamo finiti? Ecco una breve sinossi. Aurora, dopo molte vicissitudini e pericoli, scopre chi era sua madre e che suo padre è Ruggero, mentre Alessandro arriva a un’altra tragica verità: sua madre Livia (Fiorenza Marchegiani) è un’assassina, ha ucciso la nonna della donna che ama. Edoardo, dopo un ultimo confronto con la madre Livia, decide di abbandonare Villalba per sempre – ma noi ovviamente sappiamo che torna nella terza stagione – mentre la sorella Elena (Licia Nunez) si è innamorata del maresciallo Antonio (Giulio Pampiglioni).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori