CUORE RIBELLE/ Anticipazioni puntata 16 settembre: Carranza nomina Sara come suo successore a capo della banda

- La Redazione

Nella prossima puntata della soap opera spagnola “Cuore ribelle”, in onda martedì 16 settembre su Rete 4, Carranza nomina Sara come suo successore a capo della banda

cuore_ribelle_r439
Cuore Ribelle in onda su Rete 4

Domani, martedì 16 settembre, alle 8.15 su Rete 4 andrà in onda una nuova puntata della soap opera Cuore Ribelle. Prima di scoprire le anticipazioni, rivediamo cosa è successo oggi ad Arzana. Nella tenuta dei Montoro, Miguel (Carles Francino) sta cercando di tranquillizzare Alvaro (Ivan Hermes), German (Pep Munnè) e lil padre di Margarita (Carolina Clemente) sulla possibilità che a questultima non sia stato fatto nulla di male soprattutto se si trova nella mani della banda di Carranza (Juan Gea), rimarcando come non siano degli assassini ma soltanto dei banditi in cerca di denaro e ricchezza. Inoltre, il tenente rimarca il grande impegno che sta mettendo insieme agli altri componenti della Guardia Civile per ritrovare Margarita. Alvaro però dimostrare un certo nervosismo rimarcando duri attacchi nei confronti della Guardia Civile e in particolare nei riguardi di Miguel. German cerca di chiudere la bocca al figlio scusandosi con Miguel per latteggiamento eccessivamente aggressivo dettato anche dal nervosismo di vedere in pericolo la vita della propria fidanzata. Miguel prima di andare via ribadisce come faranno il possibile per liberare Margarita nel più breve lasso di tempo possibile. Il tenente uscendo dallo studio di Don German, si ritrova davanti Eugenia (Sara Rivero): la ragazza si dimostra particolarmente aggressiva, facendogli capire di dover temere per se stesso. Carranza nel frattempo è alle prese con i malumori di Chato (Alfonso Begara) e di Juan (Manuel Bandera), che non sono daccordo con il fatto di voler barattare la liberazione di Margarita con quella dei tre braccianti ingiustamente arrestati dal capitano Olmedo (Eugenio Barona) per la questione della Mano Nera. Chato mette in discussione lautorità di Carranza che dal proprio canto ribadisce il fatto di essere il capo e che tale decisione deve essere vista in ottica futuro in quanto consentirà loro di poter contare sempre e comunque sullappoggio del popolo che già in passato li ha aiutati a scappare. Nel frattempo Roberto (Isaak Ferriz) si accorge di una pericolosa postilla fatta mettere nel contratto che firmò con Blass per la coltivazione della terra ossia che la figlia avrebbe potuto vendere se fosse stata in difficoltà economica. Questo significa che per Tomas e Roberto non ci sono speranze in quanto non potranno mai essere in grado di pareggiare lofferta di Alvaro che poco tempo prima aveva palesato grande interesse per le terre. Olmedo va da Sara (Marta Hazas), furioso per larticolo comparso sul giornale nel quale si attacca loperato della Guardia Civile che ha messo in carcere tre braccianti senza alcuna prova. Olmedo pretende una rettifica dellarticolo ma Sara si rifiuta. A questo punto il capitano passa alle minacce neanche troppo velate, rimarcando il fatto che farà di tutto per portare alla chiusura della stamperia. Sara sottolinea però di non avere alcuna paura delle sue minacce ricordando come lui dovrà pagare per quello che ha fatto al povero Peralta e per le indagini sulle morte dello zio Richard. German parla con Alvaro facendogli presente di ben comprendere il suo stato di nervosismo ma allo stesso tempo lo esorta a rimanere tranquillo dicendosi certo che il tutto si risolverà molto presto. Alvaro chiede al padre come sia andato il viaggio di nozze a Granada, palesando una certa gelosia nei riguardi di Martina. Nel frattempo Martina sembra voler mettere un po di distanza tra lei e Alvaro sottolineando a questultimo come lei sia diventata la sua matrigna e che il loro rapporto debba essere necessariamente differente. 

Alvaro riceve la visita di Clara che si dice disposta a vendere le terre ma l’uomo rimarca il fatto di non essere più interessato. Clara allora ritorna presso la famiglia di Roberto non dicendo nulla del rifiuto di Alvaro e palesando la cifra di cui ha bisogno. Una richiesta che per il momento Roberto, Thomas e la stessa Carmen (Pastora Vega) non possono soddisfare. Olmedo va da Pepe (Juanjo Cucalon) chiedendogli di far chiudere la stamperia ma lui si rifiuta incorrendo nella sua ira ma allo stesso tempo trovando gran supporto nel resto dei cittadini. Eugenia si fa spiegare da Martina come preparare una fattura per far innamorare Miguel di lei mentre Carranza e Chato duellano per decidere chi sia il capo. La spunta Carranza che ribadisce il suo ordine ossia Margarita sarà rilasciata in cambio delle liberazione da parte della Guardia Civile dei tre braccianti.

Trama puntata 15 settembre 2014 – Continuano i battibecchi tra Damian e Cosme riguardo la scienza e la religione. Mentre Cosme crede che gli uomini derivino dalle scimmie come dice Darwin, Damian difende la teoria religiosa della discendenza da Adamo ed Eva. Continua il rapimento di Margarita e la banda tramite Rafalin fa avere alla Guardia Civile la loro richiesta di riscatto: la liberazione dei braccianti in cambio di quella di Margarita. Quando Olmedo mostra la richiesta a Don German quest’ultimo non ha alcun dubbio su cosa debbano fare: liberare i braccianti per riavere indietro Margarita sana e salva. Olmedo cerca di opporsi con resistenza ma senza alcun successo. Carranza è preoccupato e pensa che non sarà ancora per molto a capo della banda, decide di annunciare a tutti la sua decisione: se dovesse accadergli qualcosa Sara sarà a capo della banda. Carmen chiede scusa a Don German per il comportamento di suo marito e lui decide di farlo tornare a lavorare alla tenuta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori