Piazzapulita/ Puntata di oggi 22 settembre, Cofferati: “servono forti investimenti pubblici su scuola”

- La Redazione

Stasera su La 7 va in onda una nuova puntata di Piazzapulita. Con le anticipazioni vediamo chi saranno gli ospiti della trasmissione di Formigli, che si può seguire anche in streaming

Corrado_Formigli_LA7_-_19_R439
Corrado Formigli
Pubblicità

Nella puntata di lunedì 22 settembre 2014 della trasmissione di approfondimento Piazzapulita condotta da Corrado Formigli ci sono come ospiti Sergio Cofferati e Alessandra Moretti entrambi del Partito Democratico, Francesco Giavazzi economista, Giorgia Meloni presidente di Fratelli dItalia, Alfredo Robledo procuratore aggiunto di Milano, Peter Gomez direttore de Ilfattoquotidiano.it, il giornalista Claudio Velardi di The Front Page e Alberto Forchielli dellOsservatorio Asia. La puntata ha inizio parlando della false cooperative presenti nel Mondo che di fatto schiavizzano italiani ma non solo con Cofferati che sottolinea come questo fenomeno non sia da attribuire ai sindacati bensì alla politica che ha permesso che questo potesse accadere. Cofferati parla anche dellimportanza di investire nel mondo della scuola mentre sullannosa faccenda dellarticolo 18, lex segretario sembra avere una visione differente rispetto a quella di Renzi e dello stesso Governo sottolineando come non sia esso il vero motivo per il quale non ci sono più investitori esteri che vengono in Italia bensì la palese mancanza di innovazioni tecnologiche. Cofferati continua nella propria disamina mettendo in guardia da una tendenza che nellultimo periodo a suo dire, abbia trovato molto presa nellopinione pubblica per cui si dovrebbe dare completa libertà allimprenditore di fare quello che vuole nellambito lavorativo.

Pubblicità

Giavazzi sottolinea come i precari abbiano rappresentato lasse portante dellItalia soprattutto in questo periodo di crisi economica per cui sarebbe opportuno aumentare la flessibilità a chi non ha dovuto sopportare in questa fase la precarietà. Leconomista inoltre presenta i costi che lItalia dovrebbe farsi carico (circa 40 miliardi di euro) per abbassare le tasse in maniera consistente e quindi dare nuovo slancio a tutto il Paese in tutti i settori. Meloni rimarca come il vero problema del lavoro non sia larticolo 18 bensì il fatto che esso abbia un costo effettivamente eccessivo. Forchielli è ancora maggiormente esplicito sottolineando con parole piuttosto forti come allestero dellarticolo 18 non importi praticamente nulla. Dopo un servizio che parla della volontà di parte della popolazione del Veneto di arrivare allindipendenza, vengono mandati in sovraimpressione una serie di dati piuttosto emblematici che sottolineano come la crisi sia ancora molto forte come ad esempio il -0,1% del pil nel primo trimestre diventato poi -0,2% nel secondo trimestre e la disoccupazione giovanile arrivata allesorbitante 43,7 %. Giavazzi parla delle dichiarazioni di Grillo che a suo dire ha attaccato in maniera del tutto ingiustificata la BCE e Draghi che invece vanno ringraziati perché hanno consentito allItalia e agli italiani di pagare tasse decisamente più basse. 

Pubblicità

Si attacca loperato del Governo con la Moretti che sottolinea come sia necessario del tempo affinchè le misure messe in atto possano dare i propri frutti. La Meloni continua ad attaccare Renzi rimarcando come le riforme che fuoriescono dai Consigli dei Ministri ci mettono tante settimane per poter arrivare in Parlamento e tra laltro molto cambiate cita il caso della riforma del lavoro con la Meloni che si dice certa che Renzi sappia benissimo che non ci siano le coperture economiche per poterla attuare per cui sarebbe bloccata perché incostituzionale. Si parla quindi della questione della nomina dei membri della Corte Costituzionale con il Parlamento che fa fatica a trovare un accordo sui nomi. Moretti ci tiene però a difendere loperato del Parlamento rimarcando come nonostante tutte le difficoltà ne siano stati eletti sei sui otto per cui mancano soltanto gli ultimi due. Gomez punta il dito contro il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in quanto non avrebbe dovuto nominare Amato e tentato di far nominare due politico come lo sono Violante e Bruno rimarcando come tra laltro questultimo sia un indagato. Gomez però viene attaccato da parte degli ospiti in studio e in particolare con Velardi che rimarca come ilfattoquotidiano con alcuni magistrato abbia commesso una illegalità parlando di un presunto avviso di garanzia che non cè mai stato. Anche la Moretti è polemica con Gomez invitandolo a decidere lui chi sia il candidato ideale per entrare nella Corte Costituzionale. Robledo sottolinea che della Corte Costituzionale non se ne debba nemmeno sentir parlare mentre ribadisce come le intercettazioni siano necessarie ed allo stesso tempo sia praticamente impossibile che esse possano essere pubblicate sui giornali. Robledo è critico nei riguardi della riforma della giustizia civile che vuole mettere in atto il Governo Renzi ed inoltre sottolinea come i magistrati italiani non vadano mai in ferie palesando dati secondo i quali siano i primi in Europa nello smaltire le cause penali ed i secondi per le cause civili. Viene quindi mandato in onda un servizio che punta il dito nei riguardi degli sprechi del Parlamento Europeo.

Parlando di Europa la Meloni vorrebbe che lUnione Europea facesse in modo che si certificasse e si controllasse che effettivamente i soldi messi a disposizione dalla BCE alla banche italiane siano destinati ad aiutare famiglie in difficoltà ed aziende in difficoltà. La puntata si chiude con lintervento di Gomez che ammette come Renzi abbia previsto lintelaiatura delle varie riforme da effettuare ma allo stesso tempo sottolinea come non sia stato ancora messo in essere nulla mentre Velardi rimarca come l’Italia sia un Paese fermo da oltre venti anni per cui occorre lavorare su tanissimi aspetti per rimetterlo in moto e non fermarsi soltanto su uno specifico.

Ospite di questa puntata sarà l’onorevole del Partito Democratico Alessandra Moretti, che ha espresso solidarietà alle famiglie dei 4 operai di Rovigo rimasti uccisi in seguito a un incidente in fabbrica per le esalazioni di acido solforico. Si parlerà anche di sicurezza sul lavoro nella puntata di oggi?

Sarà visibile anche in diretta streaming la puntata di Piazzapulita dal titolo “Bye bye Europa”, in onda questa sera su La7. Questa sera Corrado Formigli e i suoi ospiti parleranno di degli sprechi della casta europea. Clicca qui per vedere la puntata in streaming sul sito di La7.

Braccato dai giornalisti il leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo ha detto la sua sulla soppressione dell’articolo 18 dallo Statuto dei Lavoratori, voluta dal Governo Renzi. “Il ricatto sullarticolo 18 è fatto dalla Bce. Noi siamo sotto scacco di questa gente qua”. L’ex comico non vuole pronunciarsi sull’opportunità di tale mossa politica, ma aggiunge che non accetta ricatti dalla Banca Centrale Europea. Inoltre, sostiene che dalla crisi finanziaria del 2008 ad oggi non sia cambiato nulla e che settori come la sanità, la scuola e il lavoro rappresentino per il governo un costo. I tagli quindi sarebbero stati operati per pareggiare il crac finanziario. Questo uno dei passaggi che sentiremo questa sera a Piazzapulita. Clicca qui per il video dell’anteprima.

Questa sera, lunedì 22 settembre 2014, andrà in onda la seconda puntata di Piazzapulita, il programma di approfondimento politico condotto da Corrado Formigli: la diretta inizierà alle 21.10 su La7. Largomento principale che verrà trattato in prima serata nello studio di Formigli sarà quello dellarticolo 18 e dellelezione dei giudici della Corte Costituzionale. Il programma avrà loccasione di ospitare molti politici e altre personalità di rilievo, come per esempio Alessandra Moretti e Sergio Cofferati, esponenti del Pd, rispettivamente neo-eletti alle elezioni europee 2014 nella Circoscrizione Italia nord – orientale luna, e nella Circoscrizione di nord – ovest laltro. In studio ci saranno anche Cluadio Velardi di The Front Page , il direttore del ilfattoquotidiano.it Peter Gomez, Giorgia Meloni, esponente di Forza Italia; senza tralasciare Alberto Forchielli, giornalista presso Osservatorio Asia e Alfredo Robeldo, procuratore aggiunto del capoluogo lombardo. Durante tutta la trasmissione, oltre allo spazio dedicato alle discussioni e al dibattito, ci saranno anche un servizio di inchiesta che si occuperà di andare a fondo di tutte le mancanze e gli sperperi dellEuropa e di chi ne è al comando. Il titolo della puntata – Bye bye Europa – è in grado di racchiudere bene gli argomenti che in essa verranno trattati: unaltra cosa da non dimenticare è che sarà possibile seguire questo secondo appuntamento tramite la diretta su PolisBlog.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori