CUORE RIBELLE/ Anticipazioni puntata 10 settembre 2014: Miguel uccide Melgar

- La Redazione

Mercoledì 10 settembre 2014 alle 8.15 su Rete 4 andrà in onda una nuova puntata della soap Cuore ribelle in cui assisteremo a un duro scontro tra Miguel e Melgar

cuore_ribelle_r439
Cuore Ribelle in onda su Rete 4

Domani, mercoledì 10 settembre, alle 8.15 su Rete 4 andrà in onda una nuova puntata della soap Cuore ribelle. Ma prima di scoprire le anticipazioni, rivediamo quanto successo oggi agli abitanti di Arzana. Il sergente Morales (Tomas Del Estal) si trova allinterno della locanda prendendo appunti su tutte le denunce che stanno palesando i cittadini che hanno subito durante la notte. A un certo punto nella locanda arriva anche la signorina Flor che rimarca il fatto che anche la scuola è stata fatta oggetto di una visita notturna durante la quale tutti i banchi sono stati buttati per terra e sono stati distrutti i pochi calamai presenti. Flor mostra anche un volantino lasciato sul luogo nel quale campeggia il simbolo di una mano nera e con sotto uno scritto nel quale si legge dellesistenza di una sorta di tribunale popolare che si prefigge lobiettivo di perseguire i potenti proprietari terrieri. Lo stesso volantino è arrivato nella mani di Alvaro (Ivan Hermes) che chiede delle spiegazioni in merito al capitano Olmedo (Eugenio Barona) presupponendo che ci possa essere lui dietro tutto questo. In effetti Olmedo ammettere che questa della Mano Nera sia stata una sua trovata allo scopo di fare in modo che il popolo non possa schierarsi al fiano degli anarchici vedendosi distrutti da questultimi i propri raccolti e quantaltro. Olmedo crede che in questo modo si possa arrivare a unauto-distruzione degli anarchici che non trovando più lappoggio da parte del popolo, non avranno vita facile per portare avanti le proprie lotte. Olmedo ha inoltre una buona notizia per Alvaro ossia ha preparato la cartella relativa a Fermin. Alvaro si dice compiaciuto della cosa e soprattutto brinda alla grande collaborazione che è in atto con lo stesso Olmedo sottolineando come lui possa fare in modo di farlo arrivare presto nella tanta desiderata Madrid. Nel frattempo nel centro della piazzetta anche Padre Damian (Joaquin Hinojosa) sembra essere affascinato dalla invenzione di Juanito e infatti si dimostra disposto a pagare pur di provarla anche se poi non riuscendo a guidare al meglio il velocipede, finisce per sbattere contro il muro. Flor va da Carmen (Pastora Vega) non solo per parlarle bene del proprio figlio Juanito ma anche per metterla al corrente di una importantissima novità che lo riguarda ed ossia che il professore con cui lo stesso Juanito ha interagito durante il concorso di Siviglia, è rimasto favorevolmente impressionato di lui per cui lo vuole assolutamente allUniversità. Flor sottolinea come i soldi non sarebbero un problema perché ad attenderlo cè una borsa di studi. Carmen è molto felice anche se è consapevole che sarà necessario stringere la cinghia per mettere a disposizione di Juanito i soldi necessari per le spese extra. Intanto Olmedo incontra di nascosto Melgar per complimentarsi dellottimo lavoro fatto nel corso della notte e di come sia importante che non debba mai essere scoperto che dietro tutto questo ci siano loro anche perché risulterebbe molto difficile tirarlo nuovamente fuori dal carcere. Intanto Alvaro è molto contento del rapporto di Olmedo su Fermin rimarcando di aver trovato una informazione con cui inchiodarlo. Intanto alla villa arriva Thomas per incontrare Alvaro. Thomas è venuto per sottolineare come i braccianti non sono disposti a farsi carico di ulteriori 5 ore di lavoro a settimana. Alvaro però è irremovibile rispetto alla propria decisione e soprattutto notando linsubordinazione da parte delluomo lo licenzia in tronco rimarcando come non abbia paura di una loro nuova rappresaglia. Pepe (Juanjo Cucalon) in qualità di sindaco del paese si rivolge a Miguel (Carles Francino) affinchè la Guardia Civile faccia qualcosa e proprio in quel momento arriva Olmedo che incomincia la sua opera persuasiva per convincere il sindaco che dietro tutto questo ci siano dei lavoratori anarchici. 

Miguel incrocia tra le vie del paese Melgar e gli fa presente di sapere la verità sulla morte del padre. Roberto (Isaak Ferriz) riprende il proprio fratello Juanito reo di far pagare amici e parenti per un giro sulla propria invenzione, intravvdendo in lui un piccolo capitalista. Lo stesso Juanito riceverà più tardi la visita di Alvaro che lo vorrebbe assoldare per la costruzione di un moderno sistema per innaffiare le terre. Juanito sembra molto attratto dall’idea di guadagnare molto denaro. Intanto, nella sua casa scoppiano nuovi problemi in quanto Carmen parla a Thomas della possibile iscrizione del figlio all’Università di Siviglia, che a questo punto è resa ancora più difficile perché lui è rimasto senza lavoro. Olmedo e Melgar intanto tramano alle spalle di Miguel con il secondo che vuole ucciderlo. Olmedo gli offre l’occasione su un piatto d’argento ossia assegnando allo stesso Miguel la missione di indagare su Melgar e su presunti contrabbandi. Mentre Juanito fantastica sulla sua partenza per Siviglia, Thomas ammette a Cosme de suo problema con il lavoro. Miguel si confida con Morales su Melgar e sulla scoperta che sia lui l’assassino del padre.

Trama puntata 9 settembre 2014 – Olmedo incarica Miguel di seguire Melgar nel bosco. Il tenente si trova davanti all’assassino di suo padre e decide di sparargli, ma il fucile è stato manomessa da Olmedo. Avviene uno scontro all’ultimo sangue e Miguel uccide Melgar. Miguel vuole costituirsi, ma Sara cerca di fargli capire che si è trattato di legittima difesa. Margarita litiga con Alvaro e fugge nel bosco: Juan e Chato la rapiscono. Carranza pensa di chiedere un riscatto alla famiglia dei Montoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori