MICHELE SERRA/ Chi è il giornalista e scrittore esperto di satira ospite di Che fuori tempo che fa

- La Redazione

Nella puntata di Che fuori tempo che fa in onda stasera su Rai 3 sarà presente in qualità di ospite lo scrittore, giornalista, autore televisivo e umorista italiano Michele Serra

michele-serra
Michele Serra
Pubblicità

Nella puntata di Che fuori tempo che fa in onda stasera su Rai 3 sarà presente in qualità di ospite lo scrittore, giornalista, autore televisivo e umorista italiano Michele Serra. nato a Roma il 10 luglio 1954, città nella quale vivrà per circa cinque anni per poi trasferirsi a Milano, dove praticamente cresce e si forma anche e soprattutto sotto il profilo culturale. Dopo aver conseguito la maturità classica, si iscrive alla facoltà di Lettere Moderne per un percorso di studi che decide di interrompere anzitempo per incominciare a lavorare come giornalista presso la redazione del quotidiano LUnità a partire dal 1975, occupandosi principalmente di eventi di natura sportiva.

I suoi pezzi sono sempre molto originali e taglienti. Naturalmente la visione politica di Michele Serra è indirizzata verso lideologia di sinistra, come del resto conferma il fatto che già nel 1974 si iscrive allallora Partito comunista italiano (Pci) seguendone tutte le evoluzioni da molto vicino fino allanno 1991, nel quale non aderisce al nascente Pds in quanto deluso dalla linea politica portata avanti, anche se poi ha sempre dato il proprio appoggio dallesterno.

Un anno di svolta della propria carriera di giornalista è il 1986, ossia il momento nel quale decide di passare alla satira con risultati ottimali come del resto sottolinea il fatto che nel suo anno di esordio sotto tali vesti, si aggiudica il premio Satira Politica di Forte dei Marmi. Nel 1987 passa a collaborare con la rivista Epoca del Gruppo Mondadori che lascerà dopo tre anni, per la precisione nel momento in cui il gruppo passa sotto il controllo di Silvio Berlusconi

Pubblicità

Nellanno 1989 si candida anche nelle fila del Partito comunista italiano, ma la sua esperienza non sarà positiva visto che non riuscirà a essere eletto. Nello stesso anno pubblica il primo libro, Tutti al mare. Nel 1990, per protestare contro quello che stava accadendo in seno al Pci, Michele Serra si iscrive nel Partito radicale, violando una delle regole dello statuto di adesione al Pci. Michele Serra è in polemica tra gli altri con Piero Fassino, chiedendo che vi sia maggiore coesione nella sinistra italiana.

Con lavvento di Walter Veltroni al ruolo di direttore dellUnità, dopo un primo periodo di scontro tra i due si dà vita a una fattiva collaborazione per mezzo della quale in maniera periodica nella prima pagina del quotidiano gli viene dato ampio spazio con una rubrica chiamata Che tempo fa, nella quale ci sono anche delle divertenti vignette. Nel 1996 inizia a collaborare con un altro grande quotidiano come La Repubblica e quindi per lEspresso.

Pubblicità

Nel 1997 pubblica il suo primo romanzo e scrive lo spettacolo teatrale Giù al Nord, nel quale recitano tra gli altri anche il comico Antonio Albanese. Negli anni seguenti diventa anche un autore televisivo curando tra gli altri il programma C’era un ragazzo, condotto da Gianni Morandi e 125 milioni di caz..te di te con Adriano Celentano e nel 2012 è tra gli autori di un altro programma di Fabio Fazio condiviso con Roberto Saviano sulle frequenze di La7, Quello che (non) ho.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori