Verissimo / Fanny Neguesha racconta il suo fidanzamento con Mario Balotelli. Riassunto puntata 24 gennaio 2015

- La Redazione

La puntata di Verissimo di ieri, sabato 24 gennaio 2015, è stata ricca di ospiti, anticipazioni e curiosità. Ad aprire le danze è Alejandra Onieva alias Soledad, poi Fanny Neguesha e Ruffini

verissimo-2013-toffanin
Silvia Toffanin, a Verissimo
Pubblicità

La puntata di Verissimo di ieri, sabato 24 gennaio 2015, è stata ricca di ospiti, anticipazioni e curiosità. Ad aprire le danze è Alejandra Onieva, la bella attrice spagnola che interpreta Soledad nella fiction “Il segreto”. Silvia Toffanin la accoglie subito con una domanda sullItalia: Alejandra è innamorata del nostro paese, soprattutto della “comida”, cioè il buon cibo, ma anche dellaffabilità della gente. Tolti i convenevoli, lintervista scorre su binari più interessanti per tutte le fan della soap ispanica: siamo al momento in cui la bella Soledad è fuggita a Parigi minacciando il suicidio. La domanda di rito è se tornerà o meno a Puente Viejo e a rispondere sono le immagini in assoluta anteprima. Ebbene sì, Soledad tornerà molto cambiata, con i capelli corti e vestiti più succinti. E le scene della sua permanenza a Parigi la mostrano allegra, mentre canta, balla e beve assenzio. Lattrice ammette che questa versione più ribelle del personaggio da lei interpretato è molto più vicina alla sua personalità. A questo punto non si può non citare Olmo e loccasione è perfetta per una sorpresa a tutte le fan di Iago Garcia: un servizio preparato da “Verissimo” lo vede protagonista di una trasferta romana per alcuni servizi di pubblicità piuttosto “caldi”. Interrogato sulla donna ideale, Iago si professa single ma dice di cercare soprattutto complicità in una compagna e dichiara anche di preferire al corteggiare lessere corteggiato. Tornati in studio, alla domanda su eventuali dissapori sul set della soap, Alejandra nega ogni tipo di problema e parla di un ambiente assolutamente fantastico. Jonathan interviene quindi con qualche domanda direttamente dai social: le fan chiedono ad Alejandra se si farebbe suora per dimenticare un amore e la risposta è ovviamente no e se si vendicherà di Olmo e la risposta attesa da tutti è posìtiva. Silvia Toffanin saluta quindi l’ospite lanciandosi in un assolo sulle note di “Bailando” di Enrique Iglesias. ora il turno di Fanny Neguesha, ex-fidanzata di Balotelli in partenza per “Lisola dei famosi”. Belga, di padre italiano e di madre africana, Fanny dice di sentirsi a casa solo in Italia. Ricorda gli anni trascorsi a Vicenza, si commuove parlando del padre che non cè più e della nonna che lha cresciuta. La sua carriera è esplosa quando aveva solo 19 anni con la copertina di Vogue Germania. Ora Fanny si ritiene una soubrette completa, canta e balla ed è seguitissima per i suoi video su Instagram. Per sua stessa ammissione, è stata la gelosia di Balo, che non voleva che lei lavorasse nello spettacolo, la causa della loro separazione, dopo due anni di storia appassionata, tra Manchester, lItalia e il mondiale in Brasile. Da lì, proprio il giorno del compleanno di Fanny, la coppia aveva lanciato un post sui social annunciando il futuro matrimonio. Un exploit comunicativo finito dopo poco in nulla. Nel ricordare Mario, Fanny parla di lui come di un ragazzo di cuore, che usa l’attacco solo per difesa, a cui vuole tuttora bene e a cui augura il meglio come campione e nella vita. Fanny si dichiara infine single e alla domanda sulla chirurgia plastica, ammette di essersi rifatta il seno. SullIsola incontrerà la maggiorata Charlotte Caniggia, figlia del noto calciatore che, alla domanda su una possibile relazione con Balotelli, risponde “mai”, giudicando negativamente la storia di Fanny. Signorilmente Fanny replica dicendo che sono molte le donne che non starebbero con Balo e che lo consiglia solo a chi vuole veramente cimentarsi in una grossa sfida. Dopo le interviste a due donne bellissime, è la volta di Enzo Iacchetti che con Ezio Greggio forma da 30 anni la coppia più bella di “Striscia la notizia”: il segreto di questo successo, secondo Iacchetti, è il non vedersi troppo e avere sempre in questo modo la voglia di ritrovarsi. Alvin chiede quale velino Iacchetti vorrebbe al suo fianco tra Rocco Siffredi, Valerio Scanu o Alvin stesso e la risposta appare scontata, assolutamente il bellAlberto. Jonathan propone quindi due momenti revival del 1983 e 1985, che vedono Ezio protagonista della pubblicità della “Manzotin” e la sigla di “Risatissima”: Iacchetti è estasiato soprattutto dalla sua magrezza. Per un attimo Silvia Toffanin ripercorre un brutto e falso gossip che aveva visto il nome del conduttore associato al gioco dazzardo. Tutto per il fraintendimento di una dichiarazione di Iacchetti il quale aveva detto di scommettere spesso, intendendo una scommessa professionale sui giovani, durante una conferenza stampa su un musical da lui prodotto e diretto. Lintervista termina con un momento riservato alluomo: Iacchetti ammette di essere anche scorbutico e musone in casa e di farsi sopportare in questa veste insolita da parenti e fidanzata. Infine uno sguardo ai progetti futuri: il ritorno a teatro con un omaggio a Gaber e il progetto Arca per la costruzione di centri di accoglienza per i senzatetto, una raccolta fondi di cui è testimonial da 3 anni con risultati insperati. Lultimo ospite in studio della giornata è Paolo Ruffini vittima del nuovo “Scherzi a parte”. Silvia si finge arrabbiata e delusa per la reazione di Ruffini allo scherzo architettato da Frank Matano. Il conduttore di “Colorado” si è dimostrato molto timoroso e si è lasciato andare allemozione pura della paura, mandando sempre in avanscoperta la moglie per cercare di capire da dove provenissero strani rumori in casa: un limite che il conduttore ammette con candore. Dalla paura alla tristezza, è il momento di salutare Alvin che lascerà per due mesi “Verissimo” per partecipare come inviato all'”Isola dei famosi”. La puntata si conclude quindi con lincontro a Milano di Jonathan con Francesco Sarcina al suo locale, lo Zoo. Il pensiero dell’ex-cantante delle Vibrazioni va al figlio e anche al padre che, mentre la fama lo travolgeva, si era ammalato per rimanere paralizzato per dieci anni prima di morire. Con alcuni pezzi alla chitarra, Sarcina ripropone i maggiori successi della sua carriera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori