Master & Commander – Sfida ai confini del mare/ Su Rete 4 il film con Russel Crowe, la scena clou con il capitano Aubrey

- La Redazione

“Master & Commander – Sfida ai confini del mare” è il film proposto questa sera, domenica 11 ottobre 2015, da Rete 4: la pellicola, diretta da Peter Weir, vede protagonista Russel Crowe

Foto-Mediaset
Mediaset

Una scena che è rimasta nell’immaginario collettivo di Master & Commander, film in onda tra poco su Retequattro, è certamente quella in cui il capitano Aubrey parla alla ciurma prima dell’attacco – praticamente suicida – alla nave francese Acheron che, maggiore per stazza, armamenti e marinai combattenti, sembra destinata a spazzare via come una barchetta insignificante l’imbarcazione capitanata da Aubrey. Poche parole, come sempre di grande carisma, all’indirizzo dei marinai, per scaldarli all’impresa impossibile. “Oggi non ci sono vigliacchi tra di voi”, esordisce spiegando la strategia disperata dell’attacco a sorpresa in cui l’impegno di ogni singolo marinaio sarà vitale per la riuscita dell’intera operazione e la sopravvivenza non solo della loro stessa vita, ma dell’Inghilterra. “Anche se siamo agli estremi confini del mare, questa nave è territorio inglese, questa nave è la nostra patria, e noi la difenderemo”. E come per magia, il discorso del capitano ha effetto sulla ciurma, pronta al sacrificio, pronta alla battaglia, piena di fiducia e quasi di buon umore. Imbarcati in una impresa più grande di loro, imbarcati verso il proprio destino e il proprio riscatto. Master & Commander è “tutto” qui.

Il film Master & Commander, in onda stasera domenica 11 ottobre 2015 su Rete 4, venne accolto positivamente dalla critica nel 2003, quando uscì nelle sale cinematografiche. Su Metacritic il film ha ricevuto un giudizio di di 81/100, basato su 42 recensioni, mentre Rotten Tomatoes lo definisce come “un magistrale adattamento dell’opera di Patrick O’Brian, che fa buon uso del fascino rude di Russell Crowe”. Al botteghino italiano la pellicola incassò 12 milioni di euro mentre a livello internazionale il guadagno complessivo fu di 212 milioni di dollari, 94 dei quali negli Stati Uniti.

Prima serata dedicata ai lupi di mare su Rete 4, che stasera trasmette Master & Commander. Il film è uscito sul grande schermo nel 2003, ed è tratto da una saga marinaresca. Ambientato ai tempi di Napoleone, è stato diretto da Peter Weir e la sua durata è di 139 minuti. I due personaggi principali del film sono il capitano di una nave inglese, Jack Aubrey ed il medico della stessa nave Stephen Maturin, che sono interpretati da Russel Crowe e Paul Bettamy. Il film, che ha avuto anche 10 nomination per i premi “Oscar”, vede come protagonisti anche James D’Arcy, Chris Larkin, Edward Woodall, Max Pirkis, Max Benitz, Jack Randall, Richard Pates, Ian Mercer, George Innes, Patrick Gallagher e Tony Dolan. La vicenda è ambientata nel 1805 quando, durante le guerre napoleoniche, la HMS Surprise, una nave della marina reale inglese riceve l’ordine di intercettare una nave francese, la Acheron, che intende arrivare nel pacifico per portare la guerra anche in quelle zone. L’ordine prevede che la nave francese sia affondata oppure catturata come trofeo di guerra. La HMS Surprise è una fregata che ha a bordo 197 membri di equipaggio, ed è armata con 28 cannoni. Il suo comandante è Jack “Lucky” Aubrey ed a bordo c’è anche il suo caro amico, Stephen Maturin, che è il medico della nave. Il primo scontro tra le due navi avviene quando si trovano al largo della costa del Brasile e la nave inglese ha la peggio, con la Acheron che attacca all’improvviso venendo fuori dalla nebbia. La nave corsara francese mostra in questo caso di essere di una classe superiore rispetto a quella britannica, meglio armata e nello stesso tempo più robusta grazie ad uno scafo costruito con una nuova concezione. La HMS Surprise si ritrova ad essere sopraffatta e con il timone distrutto e deve quindi pensare solo a salvarsi, nascondendosi a sua volta nella nebbia. Nonostante abbia notato la disparità di forze tra le due imbarcazioni, il capitano Aubrey non accetta la sconfitta e non vuole quindi ritornare in patria, ma decide di riprendere la caccia all’Acheron, dopo aver riparato i danni subiti in battaglia. Anche nel secondo scontro il capitano della nave francese dimostra di essere molto scaltro e si mette in posizione di sopravvento costringendo quindi alla fuga la nave inglese che riesce a scappare approfittando del buio. In seguito è la HMS Surprise a portarsi nella scia della nave rivale e ad inseguirla. Le due navi arrivano nella zona di Capo Horn, nella quel più che a combattersi tra di loro devono pensare ad uscire indenni dalle acque tempestose della zona, ed entrambe riescono a passare il capo, sia pure subendo alcune perdite umane. Dopo questa prova la nave inglese si porta alle Galapagos, dove fa rifornimento ed attende il momento buono per un nuovo scontro con l’Acheron. L’ufficiale Hollom si suicida proprio nei pressi delle Galapagos, ma grazie ad un avvistamento casuale, la HMS Surprise scopre che l’Acheron è nascosta presso una delle Galapagos. Per affrontare la nave francese il capitano Aubrey deve escogitare un inganno e maschera la sua nave come una baleniera, compreso l’equipaggio. Quando la HMS Surprise mimetizzata riesce ad arrivare vicino all’Acheron la bombarda con i suoi cannoni e fa cadere l’albero maestro e successivamente la abborda e la conquista, pagando un tributo con la morte del nocchiere Allen e di molti marinai. Dopo la conquista il capitano dell’Acheron sembra morto, ed il medico della nave francese consegna la sua spada ad Aubry. In seguito il capitano inglese fa salire sull’Acheron il suo vice e gli affida il comando per condurla a Valparaiso per le necessarie riparazioni. Una volta partita l’Acheron, Aubry viene a conoscenza dal suo amico Maturin che il medico dell’Acheron è morto e si rende conto che il capitano ne aveva preso il posto facendosi credere morto al suo posto. Il film si conclude con la HMS Surprise che riprende il suo inseguimento nei confronti dell’Acheron.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori